Vitulano Drugstore Manfredonia, Sacon non basta: al PalaScaloria passano i campioni d’Italia

Vitulano Drugstore Manfredonia, Sacon non basta: al PalaScaloria passano i campioni d’Italia

Passano i campioni d’Italia dell’Italservice Pesaro per 1-3, al Palascaloria, sul Vitulano Drugstore C5 Manfredonia, nella 5° giornata di ritorno del campionato di serie A di calcio a 5, al termine di un match vibrante e gradevole per il numeroso pubblico sugli spalti. Per la prima volta, nella storia della città di Manfredonia, una compagine biancoceleste ospita una squadra con il tricolore sulle maglie e il team di Monsignori sfodera una signora prestazione al cospetto di uno squadrone pieno zeppo di talenti internazionali, non demeritando. I padroni di casa partono con Moretti, Sacon, Crocco, Leandrinho, Cutrignelli. Colini risponde con Espindola, Fortini, Canal, Honorio e Cuzzolino. I primi 20 minuti di contesa mostrano i biancorossi con la supremazia territoriale sul parquet ma i dauni contengono bene e mordono in pressing. Cuzzolino al volo, da corner, impegna Moretti. Leandrinho, da fuori, trova le mani di Espindola. Imbucata per Canal, Moretti dice no. Bolo si fa apprezzare prima con una spettacolare semirovesciata, deviata in corner e poi dalla distanza timbrando la traversa. Gli ospiti, con il baricentro alto, non permettono facili uscite in palleggio al Vitulano Drugstore C5 Manfredonia. De Oliveira scarica in porta la sua conclusione, Moretti c’è. Break sipontino con una bella trama che coinvolge Foglia, Leandrinho e Sacon, la cui puntata è centrale. Il giocatore brasiliano ci ritenta, poco dopo, con un velenoso tiro su cui Espindola è bravo a mano aperta. Il finale di tempo è marchigiano. Cuzzolino prova lo spunto personale, vanamente. Taborda è pericoloso con un fendente e al 15’56” l’Italservice Pesaro apre il lucchetto del match. De Oliveira pesca con un grande assist di tacco Honorio, che da posizione ravvicinata batte con una puntata l’incolpevole estremo sipontino. Al tramonto di frazione, Salas coglie la seconda traversa di giornata e si va negli spogliatoi con il parziale di 0-1.

La ripresa si avvia con un Vitulano Drugstore C5 Manfredonia più incisivo in avanti. Il rilancio di Moretti, in avvio, innesca Foglia, la zuccata dell’ex pallone d’oro non trova il pareggio, solo per un super intervento di Espindola, che s’inarca e devia in corner. Cutrignelli propone lo scambio a Boutabouzi, palla restituita e conclusione del laterale barese, a lato. Nel momento migliore dei sipontini, Salas s’ inventa la rete del raddoppio. Al 5’40” il numero 8 degli ospiti, penetra in area, supera un paio di avversari e con un tocco maligno beffa Moretti. I garganici hanno orgoglio e determinazione e dopo circa 3 minuti, rientrano in partita. Caruso premia la corsa di Sacon, che scaraventa un potentissimo tiro all’incrocio sul palo lontano e gonfia la rete. Caputo, assistito da Foglia, di punta, manda fuori poco. Alcune discutibili decisioni arbitrali scaldano ancora più l’ambiente al Palascaloria. Canal riesce a cogliere due legni nella stessa azione e tiene in corsa i biancoceleste. Monsignori manda dentro Leandrinho come power play a 4’ dalla sirena. Il Vitulano Drugstore C5 Manfredonia preme alla ricerca del pareggio. Espindola è attento su Boutabouzi, poi mura il tentativo di Foglia, respingendo di volto e di piede su Leandrinho. La squadra di casa meriterebbe il pareggio ed è anche sfortunata, quando a 60 secondi dal termine, il mancino del carioca fa gridare al gol, palo interno e palla sputata fuori. Nell’ultimo assalto, Honorio recupera la sfera e al 19’47”, dalla propria area di rigore, fa centro per il definitivo 1-3. L’Italservice Pesaro sfrutta il passo falso del Syn Bios Petrarca, che perde 3-1 ad Ostia e arriva in vetta, condannando i sipontini momentaneamente al terzultimo posto. Si torna in campo, martedì 8 marzo, con l’impegno in trasferta del Vitulano Drugstore C5 Manfredonia sul parquet dell’Opificio 4.0 Cmb.