Villorba, sconfitta nel derby trevigiano: passa il Miti Vicinalis

Villorba, sconfitta nel derby trevigiano: passa il Miti Vicinalis

Passo falso del Futsal Villorba sconfitto meritatamente nel derby trevigiano contro il Vicinalis. Parte in sordina il match dei ragazzi di Regondi che sembrano scarichi nei primi 10 minuti di gara della loro terza partita in 7 giorni. Il Vicinalis ne approfitta subito e con due palle intercettate a metà campo su leggerezze gialloblù si porta sul doppio vantaggio con le reti facili di Zecchinello e Vecchione. Due reti che si riveleranno decisive nell’economia del match perché lo indirizzeranno nel modo migliore per gli ospiti che baderanno ovviamente a difendersi e giocare poi molto con lanci lunghi. Dall’altra parte del campo inizia e proseguirà per tutta la gara, se non oltre il fischio finale, il doppio show dell’estremo difensore Montefalcone, più volte decisivo e molto bravo a salvare la propria porta ma nello stesso tempo protagonista di situazioni, ripetute, di clamorosa antisportività sempre concessa, senza batter ciglio, dalla coppia arbitrale.

Villorba come detto che non è certamente quello pimpante delle gare con Belluno e Faventia, cosa che poteva essere messa in preventivo, ma nonostante il gioco abbia fatto fatica a decollare le occasioni da gol sono state molte. Il Vicinalis ad un certo punto era alle corde, ma con la squadra in apnea ci ha pensato appunto Montefalcone a simulare due infortuni per bloccare il match alcuni minuti. Teatrale. Spatafora, il migliore dei gialloblù, si faceva parare un tiro libero con la porta vazzolese che sembrava ormai stregata. Sul finale di primo tempo Venier colpevolmente spingeva Zannoni in area causando rigore a 7 secondi dalla sirena ma si faceva subito perdonare parando in spaccata la conclusione dai 6 metri di Toso. Negli sviluppi del calcio d’angolo Spatafora spinto alle spalle da Toso subiva il 7° fallo, con Uricchio di Collegno che correndo indicava il dischetto del tiro libero mentre suonava la sirena. Costa della medesima sezione consegnava nelle mani di Mazzon la palla per il libero ma Montefalcone, sempre lui, invece di starsene in porta pensava bene di catapultarsi al tavolo del crono, qualcuno della “panchina” del Vicinalis prendeva furbescamente la strada degli spogliatoi mandando la terna in confusione. Il Villorba doveva calciare un tiro libero e il Vicinalis provava ad andarsene. Scena mai vista ! Mai !

La terna (quaterna con Montefalcone) dopo molti secondi decideva di non far calciare il libero tra l’incredulità generale visto che la sirena era suonata ampiamente dopo il fischio arbitrale. Tant’è ! Ripresa col Villorba a spingere al massimo ma proprio nel momento in cui sembrava maturo il gol dell’1-2 Vecchione si faceva trovare solo alle spalle della difesa scaricando lo 0-3 sotto la traversa. Tempo di vestire Spatafora col viola della casacca di movimento ed era già 1-3 di Del Piero. Vecchione si faceva cacciare per seconda ammonizione ma i gialloblù non riuscivano a sfruttare la relativa superiorità con lo stesso del Piero nei piedi del quale capitavano due clamorose occasioni. Vicinalis di nuovo in apnea e a questo punto qualche furbacchione della panchina vazzolese si giocava la carta dell’apro la bottiglia e la svuoto in campo. Match sospeso per 5/6 minuti con tutto il Vicinalis quasi “dispiaciuto” di quanto successo e con relativa panchina laboriosa ad asciugare. Montefalcone ovviamente faceva anche da uomo spazzolone, one-man-show, sotto gli occhi di due arbitri che gli hanno consesso qualsiasi cosa per tutto il pomeriggio compresa una continua gestualità a zittire il pubblico negli spalti.

Cocchetto siglava in ripartenza l’1-4 con un bellissimo tiro facendosi trovare smarcato in contropiede. Sarà la rete che chiuderà la partita, seguita poi negli ultimi 30 secondi dai gol di Zannoni e Rexhepaj.

Rammarico in casa gialloblù, ma le sconfitte vanno accettate ed analizzate per ripartire più forti di prima. Nel finale nota di merito a Luca Mazzon, contro i vazzolesi non ha offerto la sua migliore prestazione, insolitamente non è andato in rete ma appunto la sua bravura di questo sabato del Palateatro è stata nel non essere incredibilmente mai caduto alla provocazione e e al continuo “cercarlo” e trovarlo degli avversari. Pedate, manate, gomitate. A fine gara sembrava un pugile uscito da un match (perso). Le immagini televisive di una delle tante commesse nei suoi confronti (la gomitata in faccia gratuita di Vecchione dopo 6 minuti) sono davvero tristi.

Complimenti ancora ai vincitori e per il Villorba ora testa e gambe al derby del Franchetti con la Fenice. Sabato prossimo fischio d’inizio alle ore 16.00

 

VILLORBA: 22 Venier (p), 5 Busato, 7 Rexhepaj, 8 Mazzon, 10 Del Piero, 11 Bottega, 14 Grigolon, 15 Spatafora, 16 De Vivo, 18 N. Bortolini, 19 Zornetta, 1 Bresolin (p). All. Regondi

VICINALIS: 17 Montefalcone (p), 3 Zannoni, 4 Vecchione, 6 Toso, 8 Laino, 10 Tela, 11 Cocchetto, 15 El Hamoudi, 23 Zecchinello, 26 Vidotto, 12 Silvestrin (p). All. Peruzzetto

Arbitri: Uricchio (sez. Collegno) e Costa (sez. Collegno); crono: Mezzarobba (sez. Conegliano)

Marcatori:

1° tempo:  6° Zecchinello (VIC), 8° Vecchione (VIC)

2° tempo: 10° Vecchione (VIC), 11° Del Piero (VIL), 17° Cocchetto (VIC), 20° Zannoni (VIC), 20 Rexhepaj (VIL)

 

Ammoniti: Grigolon, Venier, Rexhepaj (VIL), Cocchetto, Tela, Zannoni, Montefalcone (VIC)

Espulso: Vecchione (VIC) al min 12° s.t.

 

Spettatori: 400 circa

in foto Oscar Spatafora il migliore del Villorba

Escludi Posta in arrivo

Escludi Posta Inviata

Escludi Bozze

Escludi Cartella SPAM

Escludi Cestino