Villorba corsaro a Mestre: battuta la Fenice e 3 punti pesantissimi

Tre punti pesantissimi per il Futsal Villorba che espugna il sempre ostico ”Franchetti” di Mestre. Regondi doveva fare a meno di Nicolò Bortolini per un infortunio alla caviglia nell’allenamento del giovedi; out anche Zoccolillo per un problema alla mano. Dall’altra parte Hasaj assente da mesi.

Pronti via e Vailati sbloccava la partita dopo solo 59 secondi aggirando Molin e realizzando da posizione defilatissima. In evidente difficoltà i mestrini nell’avvio di partita, con mister Pagana che chiamava time-out dopo nemmeno 3 minuti di gioco. Nella prima metà del primo tempo il Futsal Villorba, oggi in lucidissimo completo bianco, arrivava facilmente dalle parte di Molin sciupando letteralmente almeno 4 occasioni per arrotondare il vantaggio. Il campanello d’allarme però per il Villorba arrivava con l’occasione capitata sui piedi di Giommoni che solo davanti a Venier si faceva respingere di bravura la conclusione a colpo sicuro. Pochi istanti dopo una doppia carambola con tocco decisivo di Vailati, susseguente ad una rimessa laterale, consentiva ai mestrini di pareggiare. Per il Villorba una beffa. Ora la partita si faceva più equilibrata e la Fenice trovava coraggio ed entusiasmo andando sul doppio vantaggio grazie a due disimpegni errati dei villorbesi. Nalesso prima, davvero molto buona la sua gara, e Caregnato poi scaldavano, ma per poco, la palestra mestrina. In un amen Spatafora prima e Mazzon poi riequilibravano la partita che si concludeva in pareggio (3-3) per quanto riguardava la prima frazione di gara.

Ripresa tosta, gara che si accendeva ma sempre nei limiti della correttezza e del rispetto tra i giocatori in campo. Massimiliano Molin e Tommaso Venier si esaltavano ripetutamente tra i pali finchè Rexhepaj, assistito egregiamente da Francesco De Vivo, metteva alle spalle del numero 12 locale una rete che definir pesante è riduttivo. La Fenice ci provava fino alla fine, il Villorba dall’altra parte del campo non riusciva ad allungare sul doppio vantaggio. Pagana si affidava ma in modo inefficace al 5° uomo di movimento; attenti, concentrati e organizzati i ragazzi di Regondi difendevano a dovere consentendo a Luca Mazzon (35 le sue reti in campionato), con una ripartenza prepotente, di depositare in rete dopo un uno-due con Spatafora la rete che lanciava indiscutibilmente i titoli di coda. Vittoria che rilancia il Futsal Villorba al secondo posto agganciando il Faventia, aggancio che invece la Fenice subisce, 4 scalini più in basso, dai cugini del Città di Mestre vincitori largamente propria nella cittadina ravennate. Sabato prossimo appuntamento alle ore 16.00 al Palateatro per Villorba-Forli.

FENICE – VILLORBA 3-5

FENICE: 12 Molin (p), 2 Caregnato, 3 Vanin, 4 Meo, 5 Zupperdoni, 6 Giommoni, 7 Botosso, 8 Ortolan, 9 Cavaglià, 10 De Battista, 11 Nalesso,1 Bartolo (p). All. Pagana
VILLORBA: 22 Venier (p), 5 Busato, 6 Vailati, 7 Rexhepaj, 8 Mazzon, 10 Del Piero, 11 Bottega, 14 Grigolon, 15 Spatafora, 16 De Vivo, 19 Zornetta, 1 Bresolin (p). All. Regondi
Arbitri: Castellino (sez. Treviso) e Colombin (sez. Bassano del Grappa); crono: Barracano (sez. Treviso)
Marcatori:
1° tempo: 1° Vailati (V), 10° aut. Vailati (V), 17° Nalesso (F), 18° Caregnato (F), 18° Spatafora (V), 19° Mazzon (V)
2° tempo: 9° Rexhepaj (V), 19° Mazzon (V)
Ammoniti: Caregnato, Ortolan, Nalesso (F), Spatafora, Vailati, Rexhepaj (V)
Spettatori: 200 circa

Sent from Libero Mobile