Villorba cinico, soffre ma vince: successo sul campo del Trento

Espugna Trento il Villorba, soffrendo forse più del dovuto in una gara che conferma per l’ennesima volta le numerose trappole che questo bellissimo ed imprevedibile campionato presenta ogni sabato. Il Villorba sapeva di non potersi permettere di sottovalutare l’impegno perché il Trento oltre ad aver dato filo da torcere ai trevigiani all’andata tuttora è in piena lotta per la salvezza ed è uscito rinforzato dal mercato invernale. Pronti via e Del Piero portava la propria squadra in vantaggio chiudendo bene una bella trama con Vailati e Mazzon. Gol che faceva “male” alla testa dei gialloblù che staccavano per un bel po’ la spina dal match. Lo spagnolo Navarro prima e Frisenna poi, lanciato in contropiede, ribaltavano la gara e l’umore non certo roseo di mister Regondi in panchina. Altissime le rotazioni ospiti in questo primo tempo con l’estremo difensore Simeone che saliva via via in cattedra. Un muro quello eretto dal Trento che solo una magia di Rexhepaj al minuto 18° faceva cadere. Girata di destro quasi con le spalle alla porta, palla che “baciava” i due incroci dei pali prima di adagiarsi in fondo alla rete; bellissimo !

Altro black-out gialloblù con Vailati che commetteva l’unica sbavatura della sua buona gara perdendo palla da ultimo uomo lasciando a Fiorini la ghiotta occasione del nuovo vantaggio che il colombiano non si faceva sfuggire. Tempo di mettere la palla al centro e il Futsal Villorba in soli 14 secondi andava a riprendere i trentini nel punteggio con Mazzon che ribadiva in rete di testa una respinta di Simeone su conclusione di Rexhepaj. Risultato di 3-3 con il quale le squadre sono andate al riposo. Nella ripresa sarà un Villorba più ordinato e maturo con la sola colpa di caricarsi troppo presto di falli che condizioneranno moltissimo l’intensità della fase difensiva. Al minuto 8 Bottega riportava avanti il Villorba così come fece all’andata realizzando la rete decisiva della vittoria. Quattro minuti dopo Del Piero andava di doppietta ottimamente assistito da Busato. Coratella su tiro libero ridava morale e speranze ai suoi ma Mazzon al minuto 17 chiudeva ogni velleità con la rete del definitivo 6-4 trevigiano. Vittoria meritata ma non certo entusiasmante quindi per i trevigiani che approfittano dello stop del Chiuppano, sconfitto col Vicenza così come all’andata, per portarsi incredibilmente a soli 3 punti dalla vetta del campionato. Ora testa e gambe al match, in gara unica, di Coppa Italia a Potenza Picena in provincia di Macerata (martedi ore 15.00) contro il fortissimo PSG imbattuto e capolista nel proprio girone di campionato. Servirà un’impresa, servirà un grande Villorba ! In palio uno degli 8 “pass” per le final-eight di marzo.

TRENTO: 1 Simeone (p), 2 Qela, 3 Coratella, 4 Navarro, 5 Corradini, 6 Iancu, 7 Fontanari, 8 Viera, 9 Frisenna, 10 Fiorini, 11 Lamattina, 12 Vinco (p). All. Salinas

VILLORBA: 22 Venier (p), 5 Busato, 6 Vailati, 7 Rexhepaj, 8 Mazzon, 9 Zoccolillo, 10 Del Piero, 11 Bottega, 14 Grigolon, 16 De Vivo, 19 Zornetta, 13 Cadorin (p).  All. Regondi

Arbitri: Bisceglia (sez.Bologna) e Colombo (sez. Modena); crono: Saggese (sez. Rovereto)

Marcatori1° tempo: 2° Del Piero (V), 5° Navarro (T), 8° Frisenna (T), 18° Rexhepaj (V), 19° Fiorini (T), 19° Mazzon (V) 2° tempo: 7° Bottega (V), 12° Del Piero (V), 14° Coratella (T), 17° Mazzon (V)

Ammoniti: Lamattina, Viera, Simeone, Coratella, Frisenna (T), Zornetta (V)