Vicenza-Villorba, un match carico di significati al Palavillanova

Vicenza – Palavillanova by night per un inedito anticipo di campionato. E con un piatto forte mica male, un Vicenza-Villorba carico di significati, di classifica e di rivalità di vicinato, ma soprattutto ricordando il finale thrilling del match di andata. Una scellerata gestione dell’ultimo pallone fece scivolare i biancorossi di Candeo dalle possibili stelle al patibolo delle stalle, dopo un 6-5 all’ultimo decimo di secondo che tramortì il quintetto berico. Fu un derby avvincente e non solo per il turbinio di emozioni – e imprecazioni – dei secondi finali, tra due realtà d’avanguardia del futsal veneto a livello nazionale. Si giocherà alle 21.15 al Palavillanova di Torri che ormai da due sabato ha riservato solo gioie ai padroni di parquet, con soddisfazione relativa solo al bottino in cassa dopo l’1-0 striminzito al Manzano e invece un pizzico di gloria dopo l’altrettanto successo di misura (per 5-4) sul Carrè Chiuppano ma di tutt’altro peso specifico vista la caratura della capolista in visita nella culla del Vicenza C5.

Decapitate” dei rispettivi capitani le due formazioni venete in pista mercoledì sera. Si sono dati appuntamento in tribuna infatti Kokorovic e Rexhepaj, i rispettivi condottieri con fascetta al braccio di Vicenza e Villorba, entrambi squalificati. Perde due sicuri protagonisti il confronto ma non basterà ad allentare lo spettacolo vista la tanta qualità che le due squadre propongono in questa fase centrale di stagione in cui la forma è al top, come dimostrano i numeri. Biancorossi berici in risalita e soprattutto in (relativa) lontananza dalle sabbie mobili playout dopo una serie positiva di quattro incontri senza sconfitte e con 10 punti guadagnati, ospiti trevigiani che cavalcano il sogno serie A2 con un bottino monstre di 46 punti e secondo miglior attacco del girone B, tutto alle spalle del Carrè Chiuppano. Un poker di vittorie di fila per il club orchestrato da Venier nel dietro le quinte, realtà solida e affermata del futsal nazionale stimata e rispettata a Vicenza e accolta con tutti gli onori prima della battaglia sportiva sul campo di gioco.

Vicenza C5 imbattuto nei confronti con la squadra allenata da un vicentino come Gigi Regondi: un pareggio e una vittoria proprio al Palavillanova nei due precedenti recenti della scorsa stagione. Nel successo interno, però, non si fecero i conti con il cannoniere Mazzon, allora infortunato, e stavolta in forma straordinaria come segnalano i 43 gol segnati finora dal bomber. Occhio anche a Del Piero, prossimo a raggiungere quota 20 reti, e al giovane Venier junior tra i pali.