Vicenza, tre punti per scacciare la crisi. Battuto il Forlì 6-3

Vicenza, tre punti per scacciare la crisi. Battuto il Forlì 6-3

VICENZA – Più sette sulla zona rossa, più uomini in campo della linea verde, e per una volta nessun… giallo. “Scampa” il pericolo diffide oltre che l’ostacolo Forlì un buon Vicenza C5, che riporta il segno della vittoria al Palavillanova dopo due scivoloni imbarazzanti e riporta soprattutto il sorriso a pubblico e spogliatoio dopo il 6-3 inflitto ai rivali del terzultimo turno di andata ma “compagni di cromia” romagnoli. Si era messa male la partita per Kokorovic e compagni, sotto 1-0 dopo 3′ e spiccioli, ma proprio il capitano berico ha condotto per mano il quintetto vicentino, risalendo la china e abbassando il tentativo di rimonta nella ripresa della squadra di Moretti. Sei gol e tre punti che riassestano la classifica, scavando un solco di sette punti alle spalle lontano dall’orlo playout, agganciando proprio Forlì al settimo posto in simbiosi con i cugini di Cornedo e ricompattando l’ambiente biancorosso. Esordio da incorniciare per il 19enne Hernandez, ragazzotto di Tenerife subito (due volte a segno) alla prima esperienza in Italia via Bubi Merano, doppietta anche per Kokorovic con ciliegina eurogol del 3-1, a segno anche Del Gaudio e Zuccon fra i più positivi e propositivi. Senza eccellere e senza strafare, insomma, il Vicenza C5 si ridesta e riprende il suo cammino di crescita, con altra nota di merito l’impiego dei vari Bussi, Feltre, De Chiara, Boateng e appunto Hernandez a dar man forte ai veterani.

Prima nota d’inchiostro è la traversa colpita da Moscoso, seconda riga dedicata al vantaggio ospite, con palla ferma ben studiata che libera Leoni sulla sponda opposta sottoporta, tocco furbo sotto il montante a gabbare Casarotto. Immediata la risposta del Vicenza C5 con Kokorovic che si dimostra subito ispirato, finta riuscita a liberarsi lo spazio per la stoccata infima e secca che da sinistra s’insacca beffando Valpiani, tutto al 4′ di gioco. Secondo legno Vicenza con stavolta Del Gaudio poco fortunato, assist di Zuccon e colpo pronto del bomber biancorosso: in questi casi si suole dire traversa scheggiata. Col passare dei minuti, pur senza impennate, il Vicenza C5 si fa più intraprendente e trova a metà frazione il 2-1 con Del Gaudio, stessa accoppiata di poco prima con Zuccon ma stavolta la staffilata entra e gonfia la rete. Si fa vedere Boateng all’11’, incursione da applausi ma tiro di destro ciccato perchè sbilanciatosi sul più bello, poi terza traversa di giornata colpita stavolta da Zuccon dopo un batti e ribatti caotico in area romagnola. Il tris non tarda molto, al 12′ Kokorovic su palla scodellata dall’altro lato scarica un violento collo pieno che s’incastra perfettamente nel sette, i classici gol da sogno in cui si esulta anche quando si segnano a porta vuota in allenamento. Sul 3-1 insidiosi gli ospiti sul diagonale di Leoni al 14′, poi ancora Boateng ma è solo quasi gol, sfera a lato di qualche cm. Nel gioco da pivot di Pietrobom al 17′, girata sul fondo, risposta Vicenza con il neoentrato Hernandez che al primo pallone toccato con la nuova maglia si presenta con la stoccata in rete: Moscoso lo serve bene in banda mancina e il tiro finisce in gloria. Ultima chance sui piedi di Bussi proprio sulla sirena del breakmatch, palla indirizzata nell’angolo alto ma Valpiani e attento.

Ripresa senza grosse note di merito nei primi minuti. Prima emozione con l’Under 21 De Chiara che prova il diagonale mancino out al 7′, poi fase della partita in cui i forlivesi affilano le unghie per tentare la risalita. Dribbling ok e tiro deviato in corner di Pietrobom al 10′, azione simile con conclusione di Lesce un minuto dopo e altro tocco della difesa che fa impennare la sfera non lontana dall’incrocio. De Chiara ancora attivo in avanti al 12′, stop al volo e girata repentina a rete alta di poco, subito dopo però l’attimo di brivido con il 2-4 firmato Lesce, abile a piazzare una punizione sfruttando la barriera imperfetta dei vicentini. Al 13′ due reti di margine e gara aperta, almeno fino alla cinquina di Hernandez al 16 e mezzo, abile a sfruttare al rovescio il quinto di movimento altrui: palla arpionata nella propria tre quarti, su la testa e piazzata precisa nel 3×2 ospite. Negli ultimi 90” c’è spazio per: anche il Forlì archivia un eurogol con la classe di Pietrobom che semina due vicentini e incrocia il diagonale del 3-5; poi a 1′ dal gong Kokorovic cesella la sua partita con un assist a Zuccon, bravo a sua volta a stoppare in area di destrezza mettendo fuori causa il portiere e depositare nel sacco il definitivo 6-3. Per la prima volta il Vicenza conclude la gara senza ammonizioni sul groppone, denotando meno nervosismo e ingenuità rispetto al passato recente, segno di un’inversione di tendenza coerente con il risultato ottenuto.

VICENZA C5AT.ED2 FORLì 6-3 (PT 4-1)

VICENZA: Casarotto, Kokorovic, Moscoso, Zuccon, Del Gaudio. Boateng, Feltre, Bussi, De Chiara, Knezevic, Hernandez, Saccani. All. Candeo.

AT.ED2 FORLì: Valpiani, Ghirotti, Leoni, Lesce, Pietrobom. Cirillo, Di Maio, Sula, Gardelli, Casetti, Sabbatini, Moretti. All. Moretti.

Reti: nel pt 3’17” Leoni (F), 3’50” e 11’56” Kokorovic (V), 9’34” Del Gaudio (V), 17’45” Hernandez (V); nel st 12’49” Lesce (F), 16’29” Hernandez (V), 18′ 34” Pietrobom (F) e 18’59” Zuccon (V).

Note. Spettatori 150 circa. Falli pt 2-1 e st 4-0; nessun ammonito

Giovanili Vicenza C5

Under 21 – Turno di riposo per la squadra Under 21, che dopo un bis di vittorie importanti in campionato ha confermato la propria identità di squadra accomodandosi con determinazione sul primo piano del girone C. Bellotto e compagni condividono il primo posto con il Real Arzignano a “partite piene”, in attesa proprio del big match nonché derby che si giocherà dopo il turno di riposo che tocca proprio ai biancorossi domenica.

Juniores – Vicenza e Carrè Chiuppano si danno il cinque al termine di un match assai divertente al Palaospedaletto. La squadra Juniores incamera così il primo punto stagionale, frutto di un percorso partito da mesi pur tra mille difficoltà di una squadra nuova e giovanissima per la categoria. Gara in rincorsa per i ragazzi biancorossi, sotto anche di tre reti (2-5 nella ripresa) prima di agganciare nel finale il “CC” anche grazie ad un pizzico di fortuna negli episodi clou, senza per questo scordare il grande impegno messo in campo dai biancorossi contro un team più quotato e maturo. Le doppiette di capitan Zeppa e del talento Pizarro insieme al quinto sigillo del motorino Bonomelli valgono un regalo prezioso per la squadra, diretta ora da Zeppa senior.