Ventura scuote l’Arcadia Bisceglie: “Salvezza complicata, non impossibile”

Ventura scuote l’Arcadia Bisceglie: “Salvezza complicata, non impossibile”

La sconfitta di misura rimediata con la Thienese ha complicato maledettamente i piani salvezza della ARCADIA VERYSIMPLE Bisceglie che con due pareggi in tre gare (peraltro su campi difficili come Napoli e Falconara) aveva costruito i presupposti per evitare senza patemi l’ultima piazza nel girone silver, posto che porterebbe alla retrocessione diretta nella categoria inferiore.

“Probabilmente sarebbe stato sufficiente un altro pareggio per vedere con occhi diversi a questo finale di silver, risultato che peraltro avremmo sicuramente meritato. Ma abbiamo commesso errori importanti, sbagliando tanto sotto porta e di fatto regalando due gol ai nostri avversari.”

Una gara cominciata malissimo, con l’errore clamoroso di Soldano che già al 1’ ha regalato a Perez l’occasione per portare in vantaggio le venete. Proseguita peggio con il malore che ha colpito Monaco dopo pochi minuti e Porcelli durante l’intervallo, probabilmente a causa di una tensione che è costata poi carissimo alla stessa Soldano, espulsa a metà ripresa per due gialli (evitabili) a distanza di pochi minuti.

“Certo non ha girato nulla per il verso giusto, ma ci abbiamo messo del nostro. Aldilà dell’errore dello 0-1 siamo andati almeno 4-5 volte di fronte al portiere avversario mancando di quella cattiveria agonistica che in gare così equilibrate può essere l’ago della bilancia.”

Al gol di Perez ha risposto subito Bego Campaña con un’azione personale e destro dalla media distanza che ha rimesso il risultato in parità.

Non hanno avuto stesso esito i tentativi di Gariuolo, Monaco, Scommegna e soprattutto Porcelli che ha mancato il tap in da pochi cm.

Dall’altra parte una Thienese ordinata e poco più che ha provato a colpire in contropiede con Brkan e Pernazza e l’onnipresente Perez.

Nella ripresa, dopo una superiorità numerica rossonera gettata alle ortiche, sono le Venete a rendersi pericolose, prima con Pernazza, poi con Perez su cui Campaña deve immolarsi per salvare la porta a portiere battuto.

Il vantaggio ospite è nell’aria ed arriva sugli sviluppi di una rimessa laterale  grazie ad un destro non irresistibile di Brkan che passa tra una selva di gambe e termina alle spalle di Tempesta; proteste delle locali (con giallo per Campaña) in quanto le venete battono erroneamente un corner ed il direttore di gara anziché comandare l’inversione della rimessa, concede di ripetere la giocata da posizione corretta, da cui arriva il vantaggio Thienese. Tant’è!

Il contraccolpo è pesante ed Arcadia rischia ancora su destro di Perez, poi le prova davvero tutte per riprendere la gara, ma trova un estremo ospite in stato di grazia e la dea bendata a dire no: clamoroso il tentativo multiplo di Bego Campaña che, a tu per tu col portiere, prima prova a dribblarla, poi si vede ribattere il tiro, quindi la supera con un lob preciso che però coglie incredibilmente il palo.

A spezzare il ritmo delle arcadine sono solo i minuti in inferiorità numerica a causa della espulsione di capitan Soldano, durante i quali però il fortino di Ventura tiene bene, anzi sono Campaña, prima, e Porcelli poi, per due volte, a sfiorare il clamoroso pareggio.

Ristabilita la parità è la baby Scommegna ad avere la palla del pareggio ma colpisce il portiere in uscita. A nulla vale anche l’estremo tentativo di Ventura di giocare col portiere di movimento: il match va alla Thienese che supera Arcadia in classifica lasciandola all’ultimo posto insieme al Napoli.

“In realtà una buona differenza reti in questo momento ci consente di essere avanti al Napoli ma non possiamo far conti. Giochiamo contro il Bellator su un campo dove può accadere di tutto e dove possiamo fare risultato. Peraltro affrontiamo una squadra che ha già matematicamente raggiunto i playout e potrebbe avere meno motivazioni di noi che invece ci giochiamo tutto. Serve la partita perfetta, proveremo a farla!”

Nell’Arcadia mancherà capitan Soldano,  squalificata; una assenza importante che, oltre ad un elemento di spicco,  toglie a Ventura anche alcune soluzioni offensive, visto che è l’unico pivot di ruolo in organico. “Faremo di necessità virtù sfruttando le qualità di chi sarà chiamata in causa. Sono fiducioso.”

(Ufficio Stampa ASD Arcadia Verysimple Bisceglie – #weareinpuglia)