#Under19Futsal: scontri al vertice Pomezia-Cioli e San Paolo Cagliari-Leonardo

19-01-2019
#Under19Futsal: scontri al vertice Pomezia-Cioli e San Paolo Cagliari-Leonardo

È una domenica dal programma strepitoso quella che si appresta a vivere il campionato #Under19Futsal, che torna protagonista dopo la prima tranche del secondo turno di Coppa Italia: nei sedici gironi di categoria, le zone nobili di ciascuna graduatoria sono a rischio turbolenze.

INTERESSI D’ALTA QUOTA – L’imbattuto Aosta, leader del girone A, prepara l’ostico impegno con l’Elledì Carmagnola, la formazione più prossima al terzetto di big: per i valligiani l’importanza raddoppia in virtù del contemporaneo scontro diretto tra Orange Futsal e L84, che potrebbe rimodellare il podio. Ha lasciato per strada solo due punti anche il Videoton Crema: la fuga rossoblù nel girone B fa tappa sul campo del Città Giardino Marassi, l’obiettivo è tenere a distanza di sicurezza un San Carlo ospite della Selecao Libertas. Occasione Real Cornaredo: la capolista del girone C fa visita alla Domus Bresso, il San Biagio Monza, a -1, è impegnato nel fortino del Bergamo, terza forza della classifica. Turno interessante nel girone D: il Giorgione, opposto al Petrarca, può salire a +5 sul Cornedo, a riposo e a rischio sorpasso da parte del Vicenza, a sua volta ospitato dall’Arzignano. Serrato il duello Fenice-Maccan Prata per la supremazia nel girone E: i lagunari si presentano in casa del Flaminia a +2 sui gialloneri di Jovic, che attendono il Pordenone. Il triello di testa del girone F scruta gare difficili: la Mattagnanese cerca riscatto con il Prato, Poggibonsese e Atlante Grosseto, dopo l’aggancio ai rossoverdi, sono di scena rispettivamente sui campi di Pistoia e Città di Massa. Nel girone G, la sfida a distanza Imolese-Pesaro non ammette distrazioni: la squadra di Andrejic affronta il testacoda esterno con il Faventia, rossiniani alle prese con il Cesena. In attesa dell’Acqua&Sapone, che giocherà martedì sera in trasferta con il Cobà, il girone H accende i riflettori sull’incrocio tra le rivali più accreditate dei nerazzurri, vale a dire Civitella e Vis Gubbio.

 

SCONTRI AL VERTICE – Nel girone L, fiato sospeso per lo scontro al vertice Fortitudo Pomezia-Cioli Ariccia Valmontone: il Ciampino Anni Nuovi, lassù con i castellani, è chiamato a trarne beneficio, ma ha l’onere di fare risultato in quel di Aprilia. Passaggio chiave per le gerarchie del girone M: la Roma è ospite del Real Rieti, terzo a -7 dalla vetta, nel mezzo c’è una Lazio che chiede strada allo Sporting Juvenia. Il girone N si allinea nel proporre un programma succoso: San Paolo Cagliari e Leonardo si giocano lo scettro, i gialloneri, a +2 con una gara in meno, sognano lo strappo. Nel girone P, il Fuorigrotta difende il gradino più alto del podio nel testacoda con il Parete: il Sandro Abate, ricevuto dal CUS Molise, è in scia, così come Napoli ed Eboli, avversarie di Real San Giuseppe e Lausdomini. Il Cataforio, incassato il primo stop nel girone R, tenta la ripartenza sul campo del Paola, deve rialzarsi anche la diretta inseguitrice, quel Bisignano atteso dalla Polisportiva Futura. Lo 0-6 a tavolino con l’Itria ha fatto perdere l’imbattibilità anche alla Virtus Rutigliano: la regina del girone S riceve il Noci forte di un largo +7 sulla Futura Matera, che sfida il Taranto. Nemmeno la Salinis è riuscita a mantenere lo 0 alla voce sconfitte: i rosanero giocano in casa del Futsal Barletta con l’obiettivo di amministrare il +4 nel girone T sulle Aquile Molfetta, pronte a confrontarsi con il Barletta. Il Maritime Augusta, dopo l’eliminazione in Coppa Italia, può ritrovare certezze nel girone V: il match con il Real Parco offre l’occasione ai megaresi di staccare il Meta, ai box per il turno di riposo – più una gara da recuperare – e incalzato dai concittadini del Catania, attesi dall’Akragas.