#Under19futsal, l’andata è terminata: assegnati gli ultimi pass di Coppa Italia

18-12-2017
#Under19futsal, l’andata è terminata: assegnati gli ultimi pass di Coppa Italia

L’ultima giornata di andata nei 16 gironi della prima appassionante regular season del campionato #Under19futsal è servita a tracciare un primo bilancio stagionale, ma soprattutto hanno sciolto gli ultimi dubbi di Coppa Italia: assegnati tutti i pass per la Coppa Italia, riservata alle prime quattro di ogni raggruppamento.

 

IL RIBALTONE – Nel girone A, Aosta ed L84, di domenica, provano a mettere pressione all’Asti – non fa lo stesso un Carmagnola (comunque in Coppa Italia) che cade sul campo del Val D’Lans -, ma la capolista vince il posticipo del mercoledì con il Rhibo Fossano e suona l’undicesima sinfonia. Nel girone B, Bergamo fa 12 (su 13) con il Mantova: il Cardano doppia Milano e resta a -5, mentre il San Carlo rallenta, complice il pari casalingo contro il San Biagio. Già, il pari, quello che basta al Videoton Crema contro il Domu Bresso per accedere alla corsa alla coccarda tricolore. La Fenice Veneziamestre continua a primeggiare nel girone C, con il Giorgione che regola il Miti Vicinalis e resta a -5, sul podio sempre il Città di Mestre, corsaro a Belluno. Ribaltone nel girone D : il Chiuppano perde la testa sul campo di una Luparense che accede in Coppa Italia, insieme al Bubi Merano, nuova capolista, e quel Padova che realizza 18 gol all Bassa Atesina. Girone E saldamente in mano al Kaos, che ha vita facile col Torresavio Cesena e infila il nono successo in altrettanti incontri: Imolese, IC Futsal e Olimpia Regium staccano il pass per la coppa. Invariata la vetta del girone F: Siena e Rotino sfruttano il palazzetto amico per restare rispettivamente in prima e seconda posizione: San Giusto e Pistoia qualificate per la Coppa Italia. Nel girone G, riposano sia la capolista Cobà sia il Corinaldo, agganciato al secondo posto dall’arrembante Tenax, Buldog Lucrezia quarto grazie alla cinquina rifilata all’Alma Juventus Fano. Nel girone H, era tutto deciso in ottica Coppa, lassù non cambia la vetta: comandano sempre Pescara e Real Dem: una vince si di misura il big match con il CUS Molise, l’altra non sbaglia in quel di L’Aquila.

DIECI SU DIECI – Nel girone L non erano in discussione le qualificate in Coppa Italia: comanda sempre una B&A Sport Orte da dieci in condotta grazie al blitz Capitale con l’Olimpus: la Virtus Aniene 3Z s’impone 5-2 sul Savio e, complice lo stop forzato della Lazio, opera il sorpasso al secondo posto. Nel girone Mla Cioli Ariccia Valmontone consolida il primato con un Ferentino già qualificato in Coppa Italia, il Todis Lido di Ostia si aggiudica il “dentro o fuori” contro la Mirafin; l’Axed Latina rimane secondo, trovando l’ottovolante con la Brillante Torrino. Cade, invece, la capolista del girone N: Città di Sestu sorpreso in casa da un Cagliari ora a -2 dalla vetta; pari e patta fra San Paolo e Leonardo, ne approfitta la Futsal Futbol Cagliari, corsara a sul campo dell’Ossi. Nel girone P, continua l’inarrestabile marcia di un Napoli che passa d’autorità a Salerno e fa 11 su 11: invariato il distacco sugli Stregoni Five Soccer, di misura a Torre del Greco. Il Cataforio stravince il match clou del girone R con il Real Rogit accorciando a una sol lunghezza sulla battitrada; l’altro match d’alta quota vede l’Orsa Aliano salire sul podio grazie al successo contro il Bernalda: tutte le prime quattro, comunque, avevano il pass di Coppa in tasca. L’imprevedibile girone S ha una nuova prima della classe, ossia il Futsal Capurso. Che piega l’Atletico a Cassano, approfittando del pirotecnico pari fra Cisternino e il Noicattaro. Si riapre il il girone T, tutto merito del Bisceglie, capace di rifilare un eloquente 6-1 al Barletta, e ora a -2 dalla vetta. Bagarre Coppa Italia risolta dal Giovinazzo, che piega l’Eraclio. Il “triello” continua nel girone V : MaritimeMeta e Mabbonath superano a pieni voti gli esami Catania, Siac Messina e Regalbuto (comunque in coppa) e si prendono un bel 30. Per la lode si vedrà più avanti.