#Under19futsal, Fenice e Latina allungano. Pari Napoli. San Paolo in testa

15-01-2018
#Under19futsal, Fenice e Latina allungano. Pari Napoli. San Paolo in testa

Non c’è nulla di scontato nella prima regular season del campionato #Under19futsal. Per informazioni chiedere al Bergamo, appena tornato a punteggio pieno prima di essere sorpreso in casa dal Milano, nonostante – a conti fatti – sia un k.o. ininfluente. Oppure domandare a Lollo Caffè Napoli, Sestu e Mabbonath: gli azzurri non sono più a punteggio pieno, i sardi perdono la testa e i siciliani non reggono il ritmo indiavolato di Maritime e Meta. E’ la bellezza di una stagione regolare che va avanti fra conferme e sorprese.


FENICE IN VOLO –
 Fuga per la vittoria del girone A: l’Asti batte anche la Top con otto reti. Otto, come i punti di vantaggio su un Aosta che cade in casa della L84; Carmagnola e Val D’Lans blindano i rispettivi posti in zona playoff. Nel girone B, il Bergamo La Torre, appena tornato a punteggio pieno dopo il 6-0 a tavolino con il San Carlo e la prova di forza nell’infrasettimanale, viene sorpreso in casa dal Milano. Ma il Cardano non ne approfitta, cade fra le mura amiche contro la Domus Bresso e resta a -9 dalla vetta. Allungo, invece, è una parola da affiancare alla Fenice Veneziamestre, imbattuta regina del girone C: la capolista supera l’ostacolo Flaminia e approfitta del pari Giorgione della Came Dosson e scivola a sette punti dalla vetta; Città di Mestre, Futsal Villorba e Marco Polo in modalità playoff. Il derby dell’Alto Adige non ferma il Bubi Merano, battistrada del girone D, ma il Padova rimane sempre a -4 grazie il successo contro la Luparense; tutto ok, invece Cornedo e quel Chiuppano che controsorpassa i patavini e ritrova il quarto posto. Aspettando il posticipo della capolista a punteggio pieno Kaos Reggio Emilia (il 21 in terra manfreda contro il Faventia), nel girone E l’Imolese non ha problemi contro il Sant’Agata, portandosi momentaneamente a tre punti dalla vetta; in ottica playoff importante successo per l’Olimpia Regium. Che aggancia proprio il Bagnolo al quarto posto. Nel girone F vincono tutte le big: il Futsal Siena si tiene stretto il primato facendo… Massa; Il Rotino in scia grazie al successo di Montecalvoli, bene anche Poggibonsese, San Giusto ed Elba. Turno interlocutorio anche girone G: Futsal Cobà indenne nella trasferta con il Fano; a segno anche Corinaldo, Tenax; Pesaro in zona playoff e più vicino, ora, ai Buldog. Nel girone H, continua senza esclusione di successi la sfida a distanza fra la capolista Dem e le inseguitrici Pescara e CUS Molise, sempre lì, a stretto contatto con il primato.

CONFERME E RIBALTONE – Approfittando del turno di sosta della B&A Sport Orte, la Virtus Aniene 3Z torna a-3 dal primo posto del girone L: tutto facile per l’Olimpus, non per la Lazio. Che cade nello scontro diretto per i playoff con il Savio e viene agganciato anche dallo Sporting Juvenia. L’Axed Latina di Nitti non solo conserva la testa della classifica del girone M vincendo in quel di Spinaceto, ma si mette la Cioli Ariccia Valmontone a cinque lunghezze: ora la principale antagonista si chiama Todis Lido di Ostia. La seconda metà della regular season del girone N comincia con una nuova prima della classe, il San Paolo. Che passa sul campo del Mediterranea ed opera il sorpasso nei confronti di un Sestu fermato sul pari dal Futbol Futsal Cagliari. Nel girone P il Lollo Caffè Napoli è sempre al comando, ma non più a punteggio pieno – dopo 12 successi di fila – a causa del pari nel match di cartello contro gli Stregoni, sempre però a -9  dagli azzurri; frena il Torre del Greco ma ne approfitta solo il Sandro Abate, non il Marigliano. Invariati i primissimi posti del girone R: il Real Rogit non va in testa-coda, ma il Cataforio resta in scia; il Bernalda consolida il podio, Futura più vicino all’Or.sa Aliano. Nel girone S , Futsal Capurso e Virtus Noicattaro sempre a braccetto, anche se il Cisternino è lì, in agguato, con una gara in meno rispetto al momentaneo duo di testa; rallenta il Conversano a Polignano, anche se alla fine è un punto guadagnato per i biancazzurri. Barletta sempre capofila del girone T, in una giornata dove le big mostrano i muscoli e l’Eraclio conquista tre puntoni, aggiudicandosi lo scontro playoff con il Molfetta. Il girone V perde una battistrada: Maritime e Meta allungano il passo su quel Mabbonath che rallenta sul campo del Mascalucia.