Live Match

#Under19Futsal: Roma e Giorgione allungano. San Paolo lassù, hurrà Cioli

20-01-2019
#Under19Futsal: Roma e Giorgione allungano. San Paolo lassù, hurrà Cioli

Si rivela tra le più interessanti della stagione la penultima domenica di gennaio per il campionato #Under19Futsal: molte capolista rafforzano i rispettivi primati, altre si confermano e, più in generale, tutti i sedici gironi di categoria vivono un turno significativo nelle gerarchie di classifica.

 

MARGINI ESTESI – Nella bagarre a tre per il vertice del girone A, la certezza è l’Aosta: i valligiani piegano 2-1 il Carmagnola e ora sono a +3 sul secondo posto, occupato da un Orange Futsal che batte con lo stesso risultato e scavalca la L84. Il Videoton Crema non va oltre il pari in casa del Città Giardino, ma vede la sua leadership nel girone B estendersi a otto lunghezze sulla coppia di inseguitrici: il San Carlo, infatti, cade sul campo della Selecao Libertas e si fa raggiungere dal CDM Genova. Allunga anche il Real Cornaredo: la capolista del girone C fa bottino pieno con la Domus Bresso e vola a +4 sul San Biagio Monza, sconfitto dal Bergamo nella sfida interna al podio. Un altro gap che si amplia è quello tra il Giorgione e le altre big del girone D: il team di Marani regola il Petrarca e sfrutta il turno di riposo del Cornedo, ora a -5 dalla vetta, guadagnando anche su un Vicenza k.o. in quel di Arzignano. Tutto invariato, invece, tra Fenice e Maccan Prata nel girone E: i lagunari mostrano i muscoli al Flaminia e rispondono ai gialloneri, a forza 10 sul Pordenone. Il triello di testa del girone F si divide subito: la Mattagnanese batte il Prato e ritrova il primato solitario grazie al pari del Grosseto, rallentato a Massa, e allo stop della Poggibonsese, frenata dal Pistoia. Chi non si ferma sono Imolese e Pesaro, in marcia insieme al comando del girone G: il team di Andrejic bussa nove volte al Faventia, rossiniani ok di misura sul Cesena. Nel girone H, la Vis Gubbio viola il fortino del Civitella e sale momentaneamente a -3 dall’Acqua&Sapone, che giocherà martedì con il Cobà.

 

RIBALTONI E CERTEZZE – Lo scontro al vertice del girone L fa sorridere la Cioli Ariccia Valmontone: 11 gol e “clean sheet” sul campo della Fortitudo Pomezia, scalzata dal podio dal Lynx Latina, per il club castellano, lassù da solo in attesa del Ciampino Anni Nuovi, la cui trasferta con la United Aprilia è stata posticipata a febbraio. Roma in fuga nel girone M: i giallorossi passano 4-3 al PalaMalfatti, la Lazio non va oltre l’1-1 con lo Sporting Juvenia e si ritrova a -5 dalla capolista. Cambio della guardia in vetta al girone N: il San Paolo Cagliari si impone 6-2 sul Leonardo e gli toglie lo scettro, mentre l’Ossi cede al Futsal Futbol Cagliari e fallisce l’aggancio ai gialloneri. Nel girone P, Fuorigrotta sempre a +3 sul Sandro Abate: Magalhaes non va in testacoda con il Parete, gli avellinesi calano il tris al CUS Molise. Cataforio e Bisignano tornano a premere l’acceleratore nel girone R: la capolista si rialza sul campo del Paola, la rivale diretta fa lo stesso con la Polisportiva Futura. La Virtus Rutigliano travolge il Noci e tiene a distanza dal gradino più alto del girone S la Futura Matera, a segno sul Taranto. Distanze immutate tra Salinis e Aquile Molfetta: i rosanero hanno la meglio del Futsal Barletta nel girone T, biancorossi in scioltezza sul Barletta. Il Maritime Augusta, dopo l’eliminazione in Coppa Italia, ritrova certezze nel girone V: la formazione megarese doma il Real Parco e, per ora, stacca ulteriormente il Meta, a riposo e scavalcato dal Catania.