#Under19Futsal: allunghi A&S, Cataforio e Salinis. Il Real Cornaredo rallenta

16-12-2018
#Under19Futsal: allunghi A&S, Cataforio e Salinis. Il Real Cornaredo rallenta

Una spettacolare terza domenica di dicembre regala tantissimi spunti di riflessione e cambia volto a molte classifiche del campionato #Under19Futsal: al netto di alcuni recuperi, termina il 2018 e la prima metà di stagione regolare per altri sette gironi di categoria.

 

REGINE D’INVERNO – Nel girone B, la Selecao Libertas rallenta sul 2-2 il Videoton Crema nel posticipo del martedì; il San Carlo vince il clou tra inseguitrici sul campo del CDM Genova e si porta a -3 dalla vetta. Sono i Saints Pagnano a far perdere i primi punti in stagione al Real Cornaredo: la capolista del girone C non va oltre il 2-2 interno e vede avvicinarsi a -1 il San Biagio Monza, che mostra i muscoli alla Domus Bresso. Situazione immutata nel girone D: il Giorgione sbanca Arzignano e resta lassù a braccetto con il Vicenza, che piega un coriaceo Futsal Atesina. Pronto riscatto per la Fenice: i lagunari dimenticano lo stop di Villorba con il pokerissimo all’Altamarca e tengono la Maccan Prata, a segno sul Città di Mestre, a -2 dal gradino più alto del girone E. La Mattagnanese fa 5-5 in casa del Siena Nord e passa davanti a tutti al giro di boa del girone F: rallenta anche il Grosseto, raggiunto al secondo posto da una Poggibonsese che fa la voce grossa sull’isola d’Elba e approfitta della situazione. Imolese e Italservice Pesaro, reduci dal pari nello scontro diretto, riprendono la marcia in parallelo al comando del girone G: i rossoblù calano il settebello al CUS Ancona, i rossiniani sorridono nella trasferta con i Buldog Lucrezia. La regina d’inverno del raggruppamento H è l’Acqua&Sapone Unigross: i nerazzurri regolano 6-2 nel big match il Civitella e salgono a +6 sui rivali abruzzesi, sempre con una gara in meno.

 

IN VOLO – Per una vetta consolidata, ce n’è un’altra che cambia padrone: nel girone L, la Fortitudo Pomezia cade nel fortino del Ciampino Anni Nuovi, gli aeroportuali operano il sorpasso insieme alla Cioli Ariccia Valmontone, corsara sul campo della Virtus Aniene 3Z. Nel girone P, il Fuorigrotta si fa bloccare sull’1-1 dalla Feldi EboliSandro Abate e Napoli non restano a guardare e, grazie alle rispettive affermazioni su Lausdomini e Alma Salerno, affiancano lassù il team di Magalhaes. Il Cataforio ottiene il massimo bottino con la Polisportiva Futura e, in virtù del turno di riposo del Bisignano, estende la sua leadership nel girone R, volando a +4 sui cosentini. 9-9 spettacolare e un punto a testa negli attesissimi 40′ del girone S tra il Signor Prestito CMB e una Virtus Rutigliano che mantiene il +5 rispetto ai lucani. Nello spazio di pochi giorni, la Salinis passa dal ruolo di inseguitrice ad avere saldamente in mano le redini del girone T: le Aquile Molfetta, dopo lo 0-6 a tavolino con il Ruvo, tornano senza punti dal big match esterno con il Polignano – ora secondo insieme al team di Catinella – e scivolano a -5 dai rosanero, corsari in quel di Bisceglie. Nel girone V, continua il testa a testa tra Meta e Maritime, sempre divise da un punto: gli etnei bussano 16 volte sul campo dell’Arcobaleno Ispica, i campioni d’Italia passano a Regalbuto.