Live Match

#Under19Futsal: Aosta e Fuorigrotta, sorpassi in vetta. Primo stop Fenice

09-12-2018
#Under19Futsal: Aosta e Fuorigrotta, sorpassi in vetta. Primo stop Fenice

L’ultima domenica al completo del 2018 del campionato #Under19Futsal regala emozioni a raffica: in due dei sedici gironi di categoria si registra un cambio al vertice, ma in tutti i raggruppamenti va in archivio un turno come sempre spettacolare.

 

SORPASSI E FUGHE – L’Aosta passa 2-1 in casa della L84 nel big match dell’ultima giornata d’andata e si prende in extremis il titolo di campione d’inverno del girone A; sorride anche l’Orange Futsal Asti, che ne segna 12 al Rhibo Fossano e sale a -3 dalla vetta. Il primato del Videoton Crema nel girone B è ancora più solido: l’otto su otto della capolista matura sul campo dello Sportsteam e, complice il turno di riposo dell’Athletic, vale il +6 sulla seconda piazza, occupata dalla coppia CDM GenovaSan Carlo. I big match del girone C staccano ulteriormente Real Cornaredo e San Biagio Monza dal resto del plotone: la squadra di Bocelli è da 10 lode con il Cardano e resta a punteggio pieno con tre lunghezze di margine sui rossoblù, corsari nel fortino della Chignolese. È fuga a due nel girone D: il Vicenza passa di misura nel clou esterno con il Cornedo e vola a +5 sugli avversari di giornata insieme al Giorgione, che piega il Trento. Brusco stop per la marcia della Fenice: la regina del girone E cade a Villorba, ma la Maccan Prata, rallentata sul 4-4 dal Miti Vicinalis, fallisce l’aggancio ai lagunari. La Mattagnanese cala il tris alla Sangiovannese e conferma il primato solitario del girone F; solo l’Atlante Grosseto si mantiene a -3: Poggibonsese e Siena Nord, infatti, pareggiano nello scontro diretto e perdono terreno. Un punto a testa anche nei 40′ più attesi del girone G: Italservice Pesaro e Imolese si annullano sul 2-2 e conservano sia l’imbattibilità che il +6 sul CUS Ancona, bloccato a domicilio dal Cesena. Nel girone H, botta e risposta Acqua&SaponeCivitella: la capolista non va in testacoda sul campo del Gadtch, la diretta inseguitrice regola il Città di Chieti.

 

PROVE MUSCOLARI – Nel girone L, la Fortitudo Pomezia trova conferme con la Virtus Aniene 3Z e tiene a distanza sia il Ciampino, a segno in quel di Colleferro, sia la Cioli, che ritrova i tre punti con il Club Roma. Nel girone M, la Roma si presenta davanti a tutti al giro di boa grazie al largo successo sull’Atletico New Team: la Lazio segue la scia dei giallorossi con i nove gol all’Olimpus, Rieti ok in casa del Savio. Il Leonardo mostra i muscoli al South West e protegge lo scettro del girone N dal San Paolo, protagonista di una sestina sul campo dell’Ichnos Sassari. Nuovo cambio della guardia sul gradino più alto del girone P: il Fuorigrotta si impone 4-3 sul Napoli e scavalca gli stessi azzurri, raggiunti a quota 22 dal Sandro Abate. Distanze invariate nel girone R tra Cataforio e Bisignano: i reggini hanno la meglio della Polisportiva Futura, i cosentini dell’Orsa Aliano. Nemmeno la Futura Matera riesce a interrompere il cammino della Virtus Rutigliano: la lepre del girone S suona l’ottava sinfonia ed è sempre a +5 sul Signor Prestito CMB. Il girone T continua a vivere sulla falsariga del duello a distanza Aquile Molfetta-Salinis: la capolista passa anche l’esame esterno Eraclio, i rosanero rispondono nel posticipo del lunedì con il Barletta. Meta e Maritime provano lo strappo nel girone V: gli etnei fanno dieci su undici con il Regalbuto, i megaresi sorridono nel big match con il Catania, preservano il -1 dalla vetta e salgono a +3 sui rossoblù.