Under 19: ultima di stagione regolare. Hurrà Meta, i verdetti in bilico 

16-03-2019
Under 19: ultima di stagione regolare. Hurrà Meta, i verdetti in bilico 

Il profumo di Final Eight emiliano-romagnola è già nell’aria, l’Under 19, però, deve prima fare i conti con l’ultima, attesissima, giornata di una stagione regolare che si prepara a esprimere tutti i suoi verdetti.

 

VOLATA FINALE Nel girone A, il primato si decide nel turno conclusivo: l’Aosta, impegnata nel clou con la L84, ha bisogno di fare un risultato migliore dell’Orange Futsal, che fa visita al Rhibo Fossano e ha in mano il proprio destino. Nel girone B, il San Carlo, in quel di Pavia, difende la piazza d’onore dall’OR Reggio Emilia, che ospita una Selecao Libertas ancora in grado di contendere il quinto posto all’Athletic. Il Real Cornaredo, atteso dai Saints Pagnano, punta a conservare l’imbattibilità nel girone C, che deve definire l’ultimo pass per la post season: Cardano e Chignolese, separate da due punti a vantaggio dei gialloblù, incrociano i loro destini con Bergamo e Lecco, in lotta per il gradino più basso del podio. Il girone D sta per definire la griglia playoff: il Vicenza, secondo, è di scena nel fortino di quel Giorgione che ha vinto 17 volte su 19, per l’Arzignano, a -2, c’è il Padova. Nel girone E, la Fenice, dopo aver festeggiato, è arbitro della bagarre per il podio: i lagunari giocano sul campo dell’Altamarca, tallonatore di un Villorba che riceve il Canottieri Belluno e inseguito da un Maccan Prata atteso dal Città di Mestre. Domenica finale da brividi nel girone F, con le prime tre divise da appena due lunghezze: Mattagnanese-Siena Nord oppone la terza alla capolista, l’Atlante Grosseto, nel mezzo, va a Pistoia, dove il Gisinti è chiamato a compiere l’ultimo sforzo per centrare i playoff. Nel girone G, prima del recupero dello scontro al vertice, Imolese e Pesaro si guardano a distanza: i rossoblù, freschi di qualificazione in F8, sono di scena sul campo del CUS Ancona, i rossiniani, se vogliono tenere aperti i giochi, non possono sbagliare con i Buldog Lucrezia. Nel girone H, Tombesi Ortona e Foligno si giocano il quinto posto: i gialloverdi chiedono strada alla Vis Gubbio e possono gestire il +2 sugli umbri, ricevuti dal Gadtch.

 

SOGNO PLAYOFF È corsa a quattro nel girone L per i tre biglietti ancora disponibili per i playoff: United Aprilia-Lynx Latina è il match sotto i riflettori; l’Aniene 3Z, in casa della regina Cioli, dipende da sé stessa, non altrettanto un Pomezia che attende il Ciampino. Nel girone M, al Real Rieti serve il massimo risultato con il Savio per essere certo di tenersi dietro la Lazio, Sporting Juvenia e Italpol si giocano in 40′ l’accesso alla corsa allo scudetto. Nel girone N, fari puntati sul duello tra Futsal Futbol Cagliari e Ichnos per acciuffare la post season: il team di Marcialis ospita il Sestu, mentre i sassaresi, in vantaggio negli scontri diretti, sfidano il San Paolo. Nel girone P, si suda in extremis per il podio: Sandro Abate-Lollo Caffè Napoli, appaiate a quota 45 nella scia del Fuorigrotta, si affrontano, la Feldi Eboli, di scena a Salerno, spera di approfittarne. Scenario simile nel girone R, dove, però, non si conosce ancora l’ultima qualificata ai playoff: al Bernalda basta un punto col Real Rogit, il Traforo Spadafora, intanto, aspetta l’Orsa Aliano. Turno finale da urlo nel girone S: Real Team Matera, Itria, Cassano e Sammichele, racchiuse nell’arco di un punto tra quarto e settimo posto, giocano fuori casa, è proprio l’Atletico ad affrontare in trasferta quel Signor Prestito CMB al quale serve un pari per assicurarsi la qualificazione. Scenari aperti anche nel girone T: l’Eraclio, il cui secondo posto è bramato anche da Futsal Bisceglie e Aquile Molfetta, è ospite di quel Polignano che si gioca i playoff con Manfredonia e Giovinazzo. La corsa al vertice del girone V si è chiusa giovedì con il successo del Meta nel recupero con il Melilli. La squadra di Giuffrida può festeggiare l’accesso ai sedicesimi, Maritime e Catania sono già certe dei rispettivi slot sul podio, mentre lo stesso Melilli, contro l’Akragas va in protezione della quarta posizione dal potenziale assalto del Mabbonath.