Under 19: fuga Grosseto, allungo Meta. San Carlo e Ciampino sempre lassù

03-11-2019
Under 19: fuga Grosseto, allungo Meta. San Carlo e Ciampino sempre lassù

È solo l’inizio di novembre, ma le emozioni del campionato Under 19 hanno già raggiunto livelli stellari: l’avvio dei gironi G e P completa il panorama dei 17 raggruppamenti di categoria, nei quali un consistente numero di big incappa in sconfitte che cambiano il volto all’altissima classifica.

CONFERME E SORPRESE Il girone A scopre la nuova coppia di leader: l’Elledì Carmagnola cede allo Sportiamo e fallisce l’occasione del sorpasso, la L84 passa 8-1 in casa del CDM Genova e raggiunge lassù l’Orange Futsal, ai box per il turno di riposo. Il clou del girone B premia il San Carlo, che doma i Saints Pagnano: le dirette inseguitrici dei milanesi, a -3, sono Videoton Crema e Selecao Libertas. Il drappello al comando del girone C si riduce a due unità: la Fenice segna 10 reti, senza subirne, al Flaminia e resta a braccetto con il Padova, che regola 2-0 il Bissuola, mentre il Città di Mestre pareggia con il Gifema Diavoli e scivola a -2. Big in evidenza nel girone D: il Real Arzignano si tiene lo scettro grazie al rotondo 6-0 nel derby con l’Arzignano Team, Olympia Rovereto e Trento seguono la scia battendo Atesina e Cuore e Avanzi. Nel girone E, non disputato il match tra Canottieri Belluno e Palmanova, il Villorba, intanto, allunga con il pokerissimo al Pordenone. Fuga Atlante Grosseto nel girone F: i biancorossi piegano 5-4 la Poggibonsese e salgono a +6 sui giallorossi, affiancati, inoltre, dalla Vis Gubbio. Fattore campo rispettato a metà nel primo turno del girone G: OR Reggio Emilia e Mantova vincono tra le mura amiche contro Aposa e Faventia, Cesena e Imolese sbancano i campi di Bagnolo e Sant’Agata. Cadono insieme, senza perdere la vetta, le battistrada del girone H: Italservice Pesaro ed Eta Beta si fanno sorprendere da Buldog Lucrezia e Torfit Castelfidardo, il Corinaldo cala il settebello al CUS Ancona, portandosi a -1 da rossiniani e fanesi. Solo AcquaeSapone e Tombesi permangono a punteggio pieno nel girone L: l’Orione Avezzano rallenta la Chaminade, nerazzurri e gialloverdi fanno bottino pieno in casa di Real Dem e CUS Molise.

NUOVE REGINE Ribaltone nel girone M: l’Italpol si impone sulla Lazio nel big match e scalza i biancocelesti dal trono al pari dell’History Roma 3Z, forza 10 sul Carbognano, e del Lido di Ostia, corsaro con lo Sporting Juvenia. Il Ciampino Anni Nuovi fa la voce grossa a Terracina e si tiene tutti dietro nel girone N: a una lunghezza dagli aeroportuali ci sono sempre la Roma, che si riscatta ad Aprilia, e la Fortitudo Pomezia, di misura sul Velletri. Scattato il girone P: il successo più netto è opera della Mediterranea ai danni della Jasnagora, subito a segno, contro Kosmoto e San Paolo, anche Città di Sestu e Futsal Futbol Cagliari. Fuorigrotta e Feldi Eboli senza soste nel girone R: i biancazzurri vanno in doppia cifra con lo Sporting Venafro, cinquina al Parete per le Foxes. Lamezia e Siac scattano in tandem nel girone S: gli orange passano a Polistena, i messinesi doppiano il Bovalino; primo stop per il Cataforio, sconfitto 7-4 dalla Polisportiva Futura. Nuova regina nel girone T: l’Itria stoppa l’Atletico Cassano, scavalcato sul gradino più alto del podio da un Bernalda che fa bottino pieno con il Soccer Altamura. Non sbaglia, invece, il Capurso, vincente 5-4 sul campo del Futsal Bisceglie e sempre a +2 nel girone V sulle Aquile Molfetta, brillanti a Polignano. Allungo Meta nel girone Z: gli etnei mostrano i muscoli al GEAR Sport e distanziano il Mascalucia, che impatta sul 3-3 con l’Akragas.