Under 19: Fenice, Futsal Villorba e History Roma 3Z si assicurano il primato

09-02-2020
Under 19: Fenice, Futsal Villorba e History Roma 3Z si assicurano il primato

La seconda domenica di febbraio, quartultima tappa della stagione regolare, consegna alle cronache un’altra carrellata di verdetti nel campionato Under 19.

PRIMATI BLINDATI È di nuovo insieme lassù, stavolta a parità di match disputati, la coppia di big del girone A: la L84, infatti, cade 9-2 ad Aosta e si fa raggiungere dall’Orange Futsal Asti, in goleada sull’Athletic. Nel girone B, il Videoton evita sorprese nel testacoda con la Domus Bresso e tiene a distanza, con una gara in più, le due avversarie dirette: la Selecao Libertas, a riposo, subisce il controsorpasso del San Carlo, brillante con lo Sportsteam. Festa Fenice Veneziamestre nel girone C: i lagunari fanno 17/17 contro il Bissuola e si assicurano lo scettro, bottino pieno anche per il Giorgione in virtù degli otto squilli alla United Rossano. Fuga, forse decisiva, dell’Olympia Rovereto nel girone D: rossoblù in doppia cifra col Trento e a +6 sull’Arzignano, sconfitto a domicilio dal Carrè Chiuppano, lo Schio, intanto, piega l’Atesina e blinda un biglietto per i playoff. Giochi chiusi nel girone E: un Futsal Villorba da 10 e lode con l’Atletico Nervesa è certo del primato, lo Sporting Altamarca si impone nel fortino del Miti Vicinalis e, stante la contemporanea sconfitta del Canottieri Belluno per mano dell’Udine City, resta da solo al secondo posto. La Vis Gubbio mostra i muscoli al Pistoia e legittima ulteriormente la leadership del girone F: invariato il +5 sulla Sangiovannese, che batte la Mattagnanese lasciando la porta inviolata. Imolese a un passo dalla vittoria del girone G: la netta affermazione a Faenza è l’undicesima su undici gare per la capolista, bene anche Aposa e OR Reggio Emilia sui campi di Bagnolo e Kaos Mantova. Il Corinaldo supera l’ostacolo Cagli e si conferma al timone del girone H: due i punti di vantaggio sull’Italservice Pesaro, che si riscatta con il CUS Ancona, e sull’Eta Beta, che regola i Buldog Lucrezia nel big match. AcquaeSapone e Tombesi, le regine del girone L, staccano il pass per l’accesso diretto ai trentaduesimi scudetto: nerazzurri protagonisti del 7-2 alla Chaminade, il cui piazzamento sul podio è insidiato dall’Antonio Padovani, ortonesi ok in casa del Free Time L’Aquila.

SCETTRI CONTESI L’History Roma 3Z alza le braccia al cielo nel girone M: i gialloblù domano 5-1 l’Italpol e instaurano quel +9 sugli avversari di giornata sufficiente a terminare anzitempo la corsa al vertice. Roma e Cioli non sbagliano nelle rispettive trasferte del girone N: i campioni d’Italia passano a Latina e si tengono il +3 sui castellani, corsari a Colleferro. Tutto è ancora possibile nel girone P: il Leonardo supera 6-2 il Futsal Futbol Cagliari e affianca il Sestu a -5 dai ragazzi di Barbarossa, che hanno un match in più delle rivali. Il Fuorigrotta riprende subito la marcia al comando del girone R: otto reti segnate ai Leoni Acerra e zero subite per i biancazzurri, che respingono l’assalto di un Sipremix Limatola vincente 2-0 con il Sandro Abate. L’Ecosistem Lamezia fa suo di misura il testacoda del girone S col Bisignano e risponde al duo di inseguitrici Polistena-Futura, in grado di gioire davanti al pubblico amico contro Siac Messina e Real Rogit. Saranno Atletico Cassano e Itria a giocarsi fino all’ultimo la supremazia nel girone T: tris al Sammichele per il team di Mazzarella, i giallorossi, invece, regolano 5-2 la Futura Matera nel clou di giornata. Lo scontro al vertice del girone V lascia inalterata la situazione: è 4-4 tra Aquile Molfetta e Futsal Capurso, sempre divise da cinque lunghezze. Il Meta continua a guardare a +2 il Mascalucia nel girone Z: la squadra di Giuffrida fa la voce grossa sul campo del Real Cefalù, i biancazzurri piegano 7-6 l’Arcobaleno Ispica.