Un Napoli Futsal incerottato si ferma a Settimo Torinese. Testa al match interno col Polistena

Un Napoli Futsal incerottato si ferma a Settimo Torinese. Testa al match interno col Polistena

Un Napoli Futsal incerottato si ferma a Settimo Torinese dopo il kappaò nel derby ed è quarto, visto il successo del Syn Bios sull’Opificio 4.0 Cmb. Un primo tempo di marca L84 è firmato da Jonas, Alan Patrick, Turello e Podda. Prima dell’intervallo la zampata di Fortino per il 4-1 parziale. Alla ripresa dei giochi Robocop si costruisce un goal da fenomeno, Lucas Siqueira si becca il doppio giallo ma gli azzurri non sfruttano la superiorità numerica ed è ancora Alan Patrick a siglare il 5-2. Coelho si mette in proprio e piazza il 5-3 che sembra rimettere la partita sui binari giusti per Perugino e soci. La doppia ammonizione a Hozjan per simulazione, decisione apparsa affrettata, è la chiave di volta della seconda frazione, perché Tuli mette in ghiaccio l’incontro con il 6-3 con l’uomo in più. Il power play con Fernandinho serve a poco, bis di Jonas Pinto e 7-3 neroverde.
PRIMO TEMPO – Hozjan a provare la prima conclusione, alta sopra la traversa. Sono i padroni di casa a trovare il vantaggio: a 3’38” Murilo Miani va via sulla destra e serve un cioccolatino per Jonas che mette in rete l’1-0.

Fortino scuote i suoi, lo stesso Murilo Miani si fa vedere dalle parti di Ganho. Fiammata di Bruno Coelho, il tocco di pura tecnica del portoghese non inquadra il bersaglio. Goal sbagliato, goal subito: transizione di Josiko e 2-0 di Alan Patrick a porta spalancata. Potente ma imprecisa la punizione di Coelho, Luberto di puro istinto con il volto sul destro a botta sicura di Renzo Grasso. Il montante nega la gioia a Fortino e la L84 fa tris: corner, Turello tutto solo non ha problemi ad insaccare a 13’20”. Ganho respinge l’iniziativa di Siqueira da posizione defilata, i locali però vanno nuovamente a segno con Podda: 4-0. Prima del rientro negli spogliatoi l’orgoglio azzurro con il 4-1: azione da manuale ed il solito Fortino sale a quota 33 in serie A grazie all’assist del Carucha.

SECONDO TEMPO – Alla ripresa sua maestà Robocop si costruisce un 4-2 da campione a 2’02”: piede perno spaziale e scambio con Fernandinho che gli riserva la doppietta personale. Cinquanta secondi e Lucas Siqueira si becca il doppio giallo: Pedro Siqueira, subentrato tra i pali, la inchioda lì sul mancino di Hozjan, le successive imprecisioni partenopee non permettono di approfittare della superiorità numerica. La L84 concretizza l’ennesima ripartenza: 5-2 a 5’23” con Alan Patrick. Miracolo di Ganho a tu per tu con Iovino, ma il Napoli non molla ed il break di Coelho in solitaria vale il 5-3 (10’06”). A 11’57” però Hozjan si becca la seconda ammonizione per simulazione, il giudizio arbitrale è parso frettoloso, e la situazione è l’opposta rispetto alla precedente: Tuli non se lo fa dire due volte e realizza il 6-3. Basile lancia così Fernandinho power play, larga la rasoiata di Grasso. La mossa non dà i frutti sperati, il punto esclamativo di Jonas per il 7-3.