Ucraina-Italia 1-4, Azzurre super nella prima amichevole di Brovary

Ucraina-Italia 1-4, Azzurre super nella prima amichevole di Brovary

UCRAINA-ITALIA 1-4 (p.t. 0-4)
UCRAINA: Tsykalenko, Dudarchuk, Tytova, Volovenko, Pavlenko
, Shulha, Sydorenko, Klipachenko, Kyrylchuk, Hrytsenko, Maiborodina, Ieromenko, Forsiuk, Mytrofanska. All. Shaytanov
ITALIA: Mascia, Borges, Belli, Giuliano, Marchese, Pomposelli, Coppari, D’Incecco, De Angelis, Luciani, Mansueto, Grieco, Xhaxho, Troiano, Margarito. All. Salvatore
MARCATRICI: 8’12’’ p.t. Pomposelli (I), 10’05’’ Giuliano (I), 13’40’’ Xhaxho (I), 17’39’’ Belli (I), 11’ s.t. Dudarchuk (U)
AMMONITE: Xhaxho (I)

Una grande Italia gioca una super partita e batte in trasferta l’Ucraina nella prima amichevole tra le due nazionali. A Brovary, davanti a 200 spettatori e contro un avversario che tra meno di un mese giocherà la semifinale del primo Europeo femminile a Gondomar (contro le padrone di casa del Portogallo), le Azzurre si impongono con un secco 4-1. Arianna Pomposelli sblocca il risultato, poi vanno a segno Roberta Giuliano, Aida Xhaxho e Federica Belli. Il primo tempo si chiude con il poker delle ragazze di Francesca Salvatore, inutile il gol nella ripresa di Yuliia Dudarchuk.

In avvio sono le Azzurre a spingere subito sull’acceleratore. Belli colpisce la traversa, mentre un tiro di Nicoletta Mansueto finisce di poco alto. Le padrone di casa hanno un sussulto e pareggiano il conto dei legni con Dudarchuk, ma al minuto 8’12’’ l’Italia passa. Bruna Borges libera Pomposelli, che scarta il portiere avversario Tsykalenko e insacca.

Il gol è come una scintilla per la squadra di Salvatore, che dopo meno di tre minuti trova il raddoppio, per merito di una conclusione di Roberta Giuliano. Il portiere dell’Ucraina compie un miracolo su Sofia Luciani, pescata con bravura dal capitano Ersilia D’Incecco, poi al minuto 13’40’’ arriva il tris: Aida Xhaxho scarica il suo proverbiale sinistro su punizione, sulla ribattuta la giocatrice della Lazio è la più lesta e mette in rete.

Non è finita, perché prima dell’intervallo Sabrina Marchese con caparbietà vince un rimpallo e libera Federica Belli, che fa ancora centro festeggiando il poker italiano. Nella ripresa le Azzurre vanno ancora alla conclusione con Giuliano e Coppari, ma come prevedibile arriva la reazione della nazionale di Shaytanov.

Al minuto 11 Dudarchuk entra in area e calcia, Mascia para ma non trattiene e su tap-in ancora il numero 2 dell’Ucraina trova il gol. L’Ucraina ci prova, ma il portiere dell’Italia è attentissima e neutralizza in due tempi il tentativo di Tytova. L’Italia risponde ancora con Marchese, poi le padrone di casa si giocano la carta del portiere di movimento avanzando a 2’46’’ dalla fine il loro capitano, Tytova.

L’Italia però resiste e conquista uno splendido successo nel suo primo impegno del nuovo anno. Domani, mercoledì, si replica, sempre a Brovary con calcio d’inizio alle ore 19.30 locali (le 18.30 italiane). “E’ una grande soddisfazione, difensivamente abbiamo fatto un primo tempo impeccabile”, spiega a caldo il tecnico Francesca Salvatore, “Volevo una squadra molto accorta dietro e che ripartisse con rapidità, così è stato fatto. Due dei quattro gol sono arrivati da palle inattive, questo denota la grandissima attenzione che le ragazze hanno messo nella gara. Nel secondo tempo credo fosse naturale un calo fisico, anche in considerazione del viaggio e delle tossine di campionato. In gara-2 dobbiamo mantenere alta la concentrazione, perché l’Ucraina ha dimostrato ancora una volta di essere un avversario di livello”.