Ternana troppo brutta per essere vera: il Sinnai vince 7-2 e fa il sorpasso

Ternana troppo brutta per essere vera: il Sinnai vince 7-2 e fa il sorpasso

Ternana Femminile troppo brutta per essere vera, questa la prima considerazione e anche la speranza dei tifosi delle Ferelle, ma non solo. Un solco netto e profondo rispetto a quello che si è visto con Cagliari, Thienese, Falconara, Milano, Breganze e Pescara. Quasi un intero campionato da quello 0-4 del campo neutro di Rieti sempre contro, la bestia nera, Sinnai. L’unica squadra a battere le Ferelle in questo campionato è proprio la capolista sarda che al di là di un paio di pareggi non ha sbagliato un colpo. Due giocatrici su tutte mantengono l’impalcatura delle cagliaritane quella Vanessa e quella Peque che hanno fatto il diavolo a quattro pur di vincere e portare a casa tre punti fondamentali contro la Ternana Femminile capolista fino all’ora di pranzo.

Ferelle ridotte al lumicino per le assenze di Pascual, Maite e Coppari con Capitan Neka che si ferma durante il riscaldamento per un risentimento alla caviglia, proverà a giocare ugualmente. Ternana sfilacciata e troppo sbarazzina anche se all’inizio trova il gol con Bisognin poi va in balia di un Sinnai messo in campo in modo esperto e sapiente da Mister Mura. La prima frazione di gioco termina 2-1 con il risultato iniziale ribaltato dalle sarde con molta fortuna. Ma se il primo tempo potrebbe destare una moderata soddisfazione, il secondo diventa una vera e propria rincorsa a un gol che verrà solo nel finale con Santos in scivolata brava a buttarsi su un tiro di Neka. Per la verità il Sinnai è fortunato quando trova anche il terzo gol subito a inizio ripresa. Sfilacciata e troppo all’arrembaggio la Ternana attacca molto senza però tirare fuori un ragno dal buco così il Sinnai comodamente infila in modo esperto e preciso le Ferelle in contropiede fino a raggiungere il settimo gol.

ASSENZE- Troppo pesanti le assenze in terra sarda con Coppari, Pascual sul mercato, Maite out e Neka acciaccata. Un quartetto sano che farebbe invidia a qualunque compagine del campionato. Bisogna però correre ai ripari per quanto riguarda lo spessore di squadra e la concentrazione, soprattutto capire che quando la giornata è storta bisogna cambiare in corsa adattando la squadra alle situazioni.

LUNGO STOP- Adesso lungo stop del campionato per la pausa natalizia, si torna in campo sempre a Cagliari l’otto di gennaio, ma con la compagine rossoblu. Pellegrini dovrà necessariamente ritrovare tutte le infortunate e vedere cosa succederà sul mercato: rebus Pascual a parte, qualcosa arriverà? Promesse permettendo…

Tania Comanducci

Ph Luca Pagliaricci 

Ufficio Stampa Ternana Calcio Femminile