Sporting Locri, una domenica nera: il Montesilvano passeggia e vince 9-1

Sporting Locri, una domenica nera: il Montesilvano passeggia e vince 9-1

Città di Montesilvano – Sporting Locri: 9-1 (pt. 3-0)

Marcatori: 2’34” pt Guidotti (M), 14’09” Troiano (M), 19’42” e 0’50” st Amparo (M), 2’44” Ortega (M), 4’26” Amparo (M), 6’27” Ortega (M), 10’37” Soto (L), 14’28” Troiano (M), 19’58” Sergi (M)

Città di Montesilvano: 23)Ghanfili 12)Bruna Borges 7)Amparo 14)Ortega 17)Guidotti A disposizione: 6)Silvetti 8)Mendes 10)Sergi 11)Troiano 15)Dalla Villa 21)Nicoletti 27)Esposito  All: Monopoli

Sporting Locri: 27)Cacciola 3)Soto 10)Giuliano 7)De La Vega Beita 8)Marino A disposizione: 22)Sgrò 14)Borello 9)Sabatino 21)Nasso 17)Diodato 11)Rovito 23)Modestia  All: Sansotta

Espulsi: Cacciola (SL) al 19’44’’ st

Lo Sporting Locri esce con un passivo pesante dallo scontro diretto per il secondo posto contro le campionesse d’Italia in carica del Montesilvano. La ragazze amaranto hanno perso una gara che si preannunciava già durissima, visto lo spessore tecnico delle avversarie, che hanno cercato da subito i tre punti, sia per staccare lo Sporting in classifica, ma anche “vendicare” la sconfitta rimediata all’andata in terra calabrese. L’alto livello tecnico della squadra abruzzese e la determinazione con la quale le ragazze di Francesca Salvatore sono scese in campo hanno fatto la differenza davanti a uno Sporting un po’ troppo spento.

Dopo la doccia fredda del gol iniziale, realizzato dalla Guidotti a due minuti dal calico d’avvio grazie ad un calcio di rigore concesso per un fallo in area di Martina Cacciola, lo Sporting non demerita e riesce a tenere botta alle campionesse d’Italia, anzi costruisce anche qualche palla gol con Roberta Giuliano, che però non riesce ad essere incisiva come in altre occasioni. Il gol del 2-0, poi, realizzato al 14’, taglia ulteriormente le gambe alle amaranto; a siglarlo la Troiano, su assist di una stratosferica Amparo che conferma di essere una giocatrice di inestimabile valore (tripletta per lei). Nel finale di primo tempo il Montesilvano trova anche la terza rete proprio ad opera della Amparo.

Come nella prima parte di gara, anche nella ripresa il Montesilvano va in gol subito; stavolta passano solo 50 secondi, in rete ancora la spagnola Amparo. Sul 4-0 Sansotta opta per il portiere di movimento ma, come ovvio, un’alteta in più in campo può creare pericolosità in attacco, ma allo stesso tempo crea delle situazioni di rischio in difesa; infatti il Montesilvano va in gol altre tre volte fissando il parziale sul 7-0. La reazione dello Sporting arriva grazie a Soto che semina tre avversarie prima di scagliare in porta il pallone del gol della bandiera; la conclusione della spagnola è deviata, sotto porta, da Antonella Sabatino. Troppo tardi; il passivo è pesante, e il Montesivano gioca ancora all’attacco. Gli ultimi due gol arrivano nel finale, prima con Troiano, al 14’, e poi con Sergi, quando mancano solo due secondi al fischio della sirena. Nota positiva, l’esordio in Elite di Carmen Nasso, giovanissima classe 2000, proveniente dal settore giovanile della squadra calabrese.

La sconfitta di Montesilvano ora deve restituire stimuli e determinazione in vista del rush finale della prima parte di stagione. Quella attuale è una classifica cortissima; lo Sporting deve fare quadrato e continuare a dare tutto domenica per domenica, per raggiungere Gold Round e Final Eight, obiettivi alla portata di queste ragazze che fino ad oggi hanno dato sempre l’anima in campo.

Ufficio Stampa Sporting Locri