Solo 3-3 alla Gozzano, il Syn-Bios Petrarca conduce la gara ma il Ciampino Aniene agguanta il pareggio nel finale

Solo 3-3 alla Gozzano, il Syn-Bios Petrarca conduce la gara ma il Ciampino Aniene agguanta il pareggio nel finale

Il Syn-Bios Petrarca riceve alla palestra Gozzano il Ciampino Aniene per la terzultima gara del campionato di serie A di calcio a 5. Gli uomini di Giampaolo hanno il dovere di invertire il trend dopo il blackout contro l’Italservice nonostante l’assenza pesante di Jefferson, gli ospiti invece hanno tutte le intenzioni di consolidare il piazzamento playoff e dare continuità alla vittoria di misura contro il real San Giuseppe ottenuta nell’ultimo turno. La sfida si apre a favore del Petrarca con Fellipe Mello che dopo 1’ e 21” trafigge Casassa da fuori area, doppio vantaggio patavino solo sfiorato pochi istanti più tardi con Parrel che si vede negare la gioia del gol solo dal palo.

L’inizio di gara a forti tinte bianconere assume un ulteriore risvolto favorevole ai padroni di casa grazie al lancio lungo preciso ci capitan Mello che innesca la corrente Rafinha che tutto solo davanti a Casassa è glaciale nel punire l’estremo difensore dei laziali e confermarsi una delle migliori bocche da fuoco della massima serie. La risposta del Ciampino Aniene tarda ad arrivare e l’alto pressing effettuato dagli uomini di Giampaolo ingabbia la manovra ospite, i veneti sfiorano il 3-0 con due conclusioni di Kakà neutralizzate dal portiere ospite. Intorno alla metà della prima frazione Bastini si supera per negare la gioia del gol ad Isi grazie a due interventi ravvicinati precisi e poco più tardi sventa anche la conclusione a colpo sicuro di Diaz. Victor Mello al volo e Portuga dopo una serpentina arricchiscono le azioni salienti del primo tempo da entrambe le parti. Il Petrarca sfiora la terza rete nuovamente con Fellipe Mello ma Casassa è i suoi vengono salvati dall’intervento sulla linea di Salla.

3-0 che si materializza a 5 minuti dal termine del primo tempo grazie alla rete di Kakà che si conferma insaziabile sottoporta e capitalizza l’incertezza della difesa di Ciampino. A mantenere a galla i suoi ci pensa capitan Pina che cancella lo zero dalla casella delle reti segnate dai laziali con una percussione offensiva che culmina con il gol del 3-1. Prima della sirena c’è tempo anche per la seconda marcatura ospite con Raubo che sfrutta al meglio una fase confusa di gioco nella metà campo veneta sorprendendo Bastini e fissando il punteggio sul parziale di 3 a 2.

La ripresa si apre all’insegna dell’equilibrio, Casassa e Bastini non si fanno cogliere impreparati dalle conclusioni avversarie mantenendo invariato il punteggio. L’estremo difensore ospite salva i suoi grazie a due interventi degni di nota su Rafinha prima e su Kakà poi consentendo a Pina e compagni di rimanere ad una sola lunghezza di distanza dai padroni di casa. Casassa che fa gli straordinari anche sul diagonale preciso diretto sul secondo palo di capitan Mello e Bastini che risponde al suo diretto avversario allungando il piede destro sul tiro incrociato di Guti.

Le forze in campo si equivalgono con Kakà che va vicino al doppio vantaggio del Syn-Bios Petrarca ma si vede negare la gioia del gol dall’intervento provvidenziale di Divanei sulla linea di porta.
Equilibrio che regge fino al momento dell’inserimento di Diaz come portiere di movimento per gli uomini di Ibanes che proprio grazie ad una manovra favorita dal 14 ospite trovano tutto solo sul secondo palo Raubo che non sbaglia e sigla la sua doppietta personale portando in parità il punteggio. Gli ultimi 3 minuti di fuoco alla Gozzano si concludono con due parate importanti di Casacca e Bastini prima del suono della sirena che sancisce il pari definitivo. 3-3 che non sorride al Petrarca che si fa rimontare il triplo vantaggio iniziale ma che restituisce un punto importante alla classifica del Ciampino Aniene al fine di consolidare il piazzamento playoff. Ad attendere gli uomini di Giampaolo c’è un finale di regular season non semplice con la trasferta a Catania contro i siculi alla ricerca della salvezza e l’atteso antipasto dei suoi playoff contro Napoli.

(Foto Bertolini)