Si torna sul mercato ma ora servono tre punti. Domenica c’è la Thienese

Si torna sul mercato ma ora servono tre punti. Domenica c’è la Thienese

È un quadrato compatto e consapevole quello che il Città di Falconara fa in vista del match di domenica al PalaBadiali. Ultima giornata di andata di Serie A Elite, arriva il fanalino di coda Thienese. Fischio d’inizio alle 16. Falconara aveva chiesto le 17.30, orario migliore per il proprio pubblico, ma la squadra avversaria non ha acconsentito. Al netto delle lancette, occorre dare una svolta al campionato. Cinque partite, un solo punto. C’è da recuperare la gara contro le sarde del Sinnai (probabilmente a dicembre quando il resto dei campionati andrà in sosta natalizia) ma bisogna riprendere dimestichezza con la vittoria. Come? Punto primo, ritrovare serenità. In settimana il presidente Marco Bramucci ha incontrato tecnici e giocatrici per serrare le fila. In vista della riapertura del mercato ci si guarda attorno per ampliare la rosa e agevolare lavoro e scelte di mister Battistini, finora condizionato da infortuni (Xhaxho al rientro solo domenica scorsa contro la Ternana, Ana Alves fuori fino a gennaio) e partenze anticipate (quella di Eleonora Petralia che ha autonomamente deciso di abbandonare la squadra). «Falconara si sta guardando intorno per rinforzarsi – dice Bramucci – perché la sfortuna ci guarda da vicino. Falconara è sempre una società molto chiacchierata e invidiata. Ho poco interesse di quello che dicono gli altri ma spesso si assiste al solito sciacallaggio da parte di altre società che contattano le nostre giocatrici, anche in modo abbastanza scorretto. In realtà abbiamo diverse piste aperte. Cosa significa vestire la maglia del Città di Falconara? Significa spesso stare in basso, a soffrirsi tutto e a lottarsi tutto. Regali o sconti non ce li hanno mai fatti. Per questo come paradosso ho detto che sono contento di essere partito così. Sarebbe stato troppo presuntuoso chiedere di fare bene subito a una squadra così giovane. Serve la pazienza di temprarci. Noi siamo falconaresi. Quando le cose non vanno troppo bene, sappiamo che è il momento di esserci. Queste ragazze lo meritano, accompagniamole fino al 40’».

Far quadrato e rilanciare, insomma. Con la consapevolezza che i valori ci sono già. La gara di domenica scorsa contro la Ternana, guardando esclusivamente al gioco, è stata una delle migliori delle Citizens. «Una buona partita contro un avversario molto forte – commenta il presidente – dove un episodio ha girato la gara. Un rigore “ambientale”, fischiato dall’arbitro per una pallonata sul petto ha vanificato quei primi grandi 10 minuti fatti. Non è nostra abitudine fare polemica ma se fossi stato presente avrei rischiato la squalifica. Un rigore quasi “scherzoso” e che ha rimesso subito in carreggiata la Ternana che fin lì non si era vista». Anche il capitano Elisa Magnanti fa l’analisi del momento e sottolinea l’unità del gruppo. «Non ci aspettavamo una serie così negativa di risultati – dice – Abbiamo iniziato a lavorare presto, con intensità e voglia. Lo stiamo ancora facendo. Non c’è settimana in cui non lavoriamo per vincere. Anche se nuovo, siamo un gruppo molto unito. Ovviamente quando i risultati non arrivano l’umore ne risente ma la compattezza di squadra c’è e non dovrà mai mancare perché quando si lavora i risultati prima o poi arrivano». Dunque si riparte da domenica. «Affronteremo la Thienese che si trova nella nostra stessa condizione – conclude la Magnanti – anche se la storia è diversa: loro sono una neopromossa quindi magari si aspettavano una partenza così in salita. Noi non sottovalutiamo nessuno anzi, per la posizione in cui siamo, dobbiamo metterci la massima attenzione. Naturalmente la nostra intenzione è quella di vincere, fare finalmente tre punti per portarci morale, per lavorare meglio e affrontare al massimo il girone di ritorno. In vista della prossima partita che per noi è un punto molto importante per ripartire mi faccio portavoce di tutta la squadra, di tutto l’ambiente verso il nostro pubblico che è sempre stato un punto di forza di questa squadra, ci ha sempre fatto sentire il suo sostegno. Li aspettiamo numerosi per festeggiare insieme la nostra prima vittoria in campionato».