Si è svolto a Mestre l’incontro fra le società venete e il presidente Montemurro

Si è svolto a Mestre l’incontro fra le società venete e il presidente Montemurro

Sould out alla riunione di sabato scorso a Mestre fra le società venete e il presidente della Divisione Calcio a cinque Andrea Montemurro accompagnato dai consiglieri Antonio Dario, coordinatore dell’evento, Alessandro Di Berardino e dal segretario Fabrizio Di Felice. Un incontro conviviale per un saluto al termine di una stagione impegnativa che ha visto il folto gruppo delle società venete, distribuite in tutte le categorie nazionali, disimpegnarsi in modo egregio, come da tradizione per la regione.

Al termine della stagione, ben tre vincitrici dei rispettivi campionati: il Petrarca Padova, che ritorna dopo molti anni in Serie A, la Fenice Veneziamestre che approda in A2 e il Vip Tombolo che ha conquistato la Serie A femminile. Davvero nutrito il gruppo di compagini venete, col solo Vicenza retrocesso, che vedrà aumentare le sue fila con le promozioni dal regionale di A-Team Arzignano e Atletico Nervesa per il maschile e del PSN Padova Sport per il femminile. Una regione che si conferma, quindi, come trainante per il movimento nazionale con le sue tre squadre in serie A, tre in A2 e ben 8 in serie B per quanto riguarda il maschile, tre sono anche i club della massima serie femminile e sette nella serie A2 in rosa.

Alla riunione presenti anche le due società friulane che hanno ben figurato nel campionato di serie B quest’anno: il Pordenone e il Maccan Prata alle quali, nella prossima stagione, si aggiungeranno le neopromosse Palmanova e Udine City.

Uno scambio di opinioni franco e diretto su quelle che sono le difficoltà del sistema, ma anche i punti di forza e i miglioramenti ottenuti e sopratutto gli obiettivi da perseguire in sintonia e con fiducia.

“L’incontro che ha avuto un seguito anche presso il Comitato Regionale Veneto per un saluto graditissimo del Presidente Giuseppe Ruzza e del responsabile regionale Daniele Bargellini con tutto il suo eccellente staff – racconta il Consigliere Antonio Dario – è servito per esporre anche alle società regionali presenti quali sono le future tappe di un progetto che vede l’attività giovanile come priorità assoluta, con lo sviluppo uniforme dei campionati di categoria Under 19 e Under 17 a livello regionale e nazionale. Con il rafforzamento delle Rappresentative nazionali giovanili (che presteranno attenzione anche al buon lavoro delle società regionali), con il consolidamento poi dei campionati nazionali nei numeri e nella qualità, necessario preludio di riforme che possano meglio rispondere alla evoluzione della disciplina che in Veneto cresce rigogliosa e con tante buone e solide società, e con tanti giovani talenti desiderosi di seguire le orme del capitano della nazionale italiana, il padovano Marco Ercolessi”.