#SerieBFutsal: Virtus Aniene 3Z, Marigliano e Real Cefalù salgono in A2

08-04-2018
#SerieBFutsal: Virtus Aniene 3Z, Marigliano e Real Cefalù salgono in A2

A quaranta minuti effettivi dal termine degli otto gironi che compongono la cadetteria, si conoscono quasi tutte le promozioni dirette. Virtus Aniene 3Z, Marigliano e Real Cefalù seguono le orme di L84, Petrarca Padova, Torronalba Castelfidardo e Tombesi. In pratica, soltanto in un girone la lotta al vertice non è ancora chiusa.

GIRONE A – Giornata storica per il Saints Pagnano nel girone A. I ragazzi di Lemma s’impongono 7-2 sull’Aosta e chiuderanno il campionato certamente al secondo posto, un risultato mai conquistato prima d’ora. Il Lecco si aggiudica lo scontro diretto di Crema e stacca il pass per i playoff, a differenza di un Città di Asti che fa harakiri: va avanti 3-0 con il tranquillo Time Warp, prima di essere rimontato, sconfitto nel derby e agganciato in classifica dal Real Cornaredo, ok contro una L84 già promossa. La Domus Bresso supera l’ostacolo Carmagnola. Rhibo Fossano corsaro in terra orobica con un Bergamo La Torre con la testa già ai playout.

GIRONE B – Il Petrarca Padova festeggia il “double” campionato-coppa andando a vincere di misura sul campo della Fenice ed estromettendola dalla corsa alla Serie A2. Nel girone B si conoscono tre qualificate su quattro alla post regular season: Mantova e Villorba (entrambe a segno) sono rispettivamente seconda e terza. Il successo del Miti Vicinalis sul tranquillo Cornedo vale il prosieguo della stagione al termine del campionato. Il Città di Mestre è in pole per la quinta piazza grazie al blitz sul campo dell’Olympia Rovereto, ma si deciderà tutto nella volatona dell’ultima giornata dove ci sono anche Maccan Prata e Canottieri Belluno.

GIRONE C – L’eccezione alla regola. Il girone C non ha ancora un padrone certo. Già, l’Olimpia Regium – che riposerà all’ultima giornata, passa sul campo del San Giusto e rinvia la festa del Gisinti Pistoia, di misura sulla Sangio. Il CDM Genova si prepara ai playoff (da terza) vincendo e convincendo il Città di Massa. Match clou al Sant’Agata (ai playoff): Poggibonsese sempre quinta, ma ora non può più sbagliare visto che il Bagnolo è corsaro sul campo dell’Elba ’97, accorciando a -1 dalla quinta piazza.

GIRONE D – Il Torronalba di Cafù si congeda anticipatamente dal girone D con una sconfitta ininfluente (col Cesena) ai fini del primo posto. Buldog e Futsal Cobà entrambe a segno, chi sul campo del Forlì chi contro il Cus Ancona. Ai playoff l’Eta Beta grazie alla sestina rifilata al Faventia. La quinta piazza se la contenderanno Cus Ancona e Cesena, con i dorici ancora avanti di due lunghezze sul Torresavio. Corinaldo di misura sull’Alma Juventus Fano.

GIRONE E – La Virtus Aniene 3Z chiude i conti nel girone E. La capolista sfrutta la Cioli Ariccia Valmontone per domare una coriacea Mirafin e staccare il pass per il salto di categoria con un turno di anticipa. Quinto posto completamente, invece, riaperto: l’Active Network non va oltre il pari casalingo con una Brillante già ai playoff e ora rischia grosso, dal momento che l’Atletico New Team sbanca Colleferro, riducendo il gap coi viterbesi a una sola lunghezza.  Dopo 17 sconfitte di fila, il fanalino di coda San Paolo coglie il suo primo risultato positivo pareggiando nel derby con il Cagliari 2000.

GIRONE F – La Tombesi Ortona continua a vincere nel girone F  nonostante la promozione diretta, doppiando il Futsal Altamura. Quasi terminata anche la corsa playoff: l’Atletico Cassano piega il Giovinazzo, spegne la fiammella di speranza dei biancoverdi di agguntare il quinto posto, è seconda anche con il roboante successo del Sagittario Pratola contro il Real Dem. Chaminade quarta con la cinquina rifilata al Ruvo, il Cus Molise si aggiudica l’incontro con il Capurso, con tanto di “clean sheet”, ma la su qualificazione non è ancora blindata, a causa di un Manfredonia settebellezze nello “spareggio” con il Canosa, che non disputerà i playoff.

GIRONE G – Il ritorno del Futsal Marigliano in Serie A2 è certezza. Bastava anche solo un punto per vincere il girone G, ma le Pantere fanno un sol boccone dell’Azzurri Conversano, diventando imprendibili per il Sandro Abate, fermo per la sosta forzata. Chiusa anche la corsa ai playoff, con un turno di anticipo, in virtù dei successi del Fuorigrotta con la già qualificata Alma Salerno e quel Lausdomini. Che vince lo scontro diretto con il Bernaldae  proverà a battagliare comunque per la quarta posizione. Caserta e Volare Polignano a forza quattro.

GIRONE H – L’epilogo del girone H sta tutto nel lieto di una Real Cefalù corsaro in terra calabrese con la Polisportiva Futura e irraggiungibile da un Signor Prestito CMB in doppia cifra contro il Mascalucia. Festa doppia per il Real Rogit: derby e podio assicurato nel derby con il successo nel derby con il Cataforio. La Farmacia Centrale Paola sale sull’ottovolante dal Parco e atterra in quarta posizione, davanti a un Melilli comunque ai playoff. In coda esulta il Catania: è salvezza diretta col 5-4 al Regalbuto.