#SerieBFutsal, Reggio Emilia e Active capolista in solitaria. Melilli da nove

11-11-2018
#SerieBFutsal, Reggio Emilia e Active capolista in solitaria. Melilli da nove

La naturale selezione della capolista diminuisce con il passare delle giornate, ora comandano in nove, di cui soltanto sei a punteggio pieno dopo il sesto turno degli otto gironi della #SerieBFutsal. In copertina ci finisce l’OR Reggio Emilia, che ora guarda tutti dall’alto.

GIRONE ASaints Pagnano e Real Cornaredo continuano a imprimere al girone A un ritmo pazzesco. Lemma si prende la rivincita su quel Bergamo che l’ha eliminato dalla Coppa Italia, Franci trionfa in un derby tutt’altro che scontato, quello contro il pericoloso Lecco. Dietro regge solo il Carmagnola, che regola la matricola Savigliano. Il Pavia non è quello di Coppa Italia e viene sconfitta da un Videoton che sta rinvenendo su molto bene dopo un inizio stentato. Aosta da zona playoff dopo il successo di misura sull’Avis Isola. In coda preziosissimo blitz del Rhibo Fossano sul campo della Domus Bresso.

GIRONE B – L’Imolese non sbaglia un colpo e con il suo attacco atomico consolida il primato contro quel Cornedo già sconfitto nella corsa alla coccarda tricolore. Ma il Miti Vicinalis non sbaglia con il Sedico e, approfittando del secondo stop di fila del Maccan di Salfa a Belluno contro il Canottieri, sale al secondo posto, in scia della capolista a punteggio pieno del girone B cadetto. La Fenice dimentica il secondo 6-0 a tavolino (preso in settimana con il Sedico) andando in doppia cifra col Pordenone. Giornata no per il Città di Mestre, fermato sul pari dal Futsal Atesina, al primo risultato utile nel nazionale. In coda tre puntoni per lo Sporting Altamarca, che stacca il Vicenza, allontanandosi dalla paludosa “zona a rischio”.

GIRONE C – Il primo “strappetto” lo dà l’OR Reggio Emilia, neo capolista a punteggio pieno e in solitaria del girone C cadetto. Già, i ragazzi di Margini passano sul sempre difficile campo dell’Athletic Chiavari, allungando su quel Città di Massa che conosce la sua prima sconfitta in campionato, in casa del redivivo Futsal Cesena. Bagnolo e Sangio vanno avanti a braccetto, superano i rispettivi ostacoli – Mattagnanese e Montecalvoli e mantengono la propria porta imbattuta. Seconda vittoria di fila per la Poggibonsese, corsara contro il Sant’Agata, mentre il Pro Patria mantiene fede ai pronostici della vigilia, conquistando i tre punti col fanalino di coda Elba ’97.

GIRONE D – Il match clou vinto contro il Faventia issa i Buldog Lucrezia al comando (a punteggio pieno) del girone D cadetto. Ora al secondo posto c’è quel Città di Chieti che passa in terra molisana, piegando il Cln Cus Molise. Sorride, invece, il Chaminade Campobasso, di misura nell’impianto del Gadtch 2000, ed ora appaiato proprio ai cugini molisani, insieme al Faventia. Al luna park del gol si diverte soltanto il Futsal Askl, un k.o. che fa perdere molto terreno al Real Dem di Capurso. In coda esultano Eta Beta e il redivivo Cus Ancona, entrambe corsare: una contro il Corinaldo, l’altra a Gubbio con la Vis.

GIRONE E – Scoppia la coppia Atletico New Team-Active Network. I biancorossi vengono sorpresi in casa dal competitivo Italpol nel match clou della sesta giornata del girone E cadetto, un risultato che mette ali alla squadra di David Ceppi, in doppia cifra nel posticipo di Foligno. Bene Fortitudo Pomezia e Futsal Futbol Cagliari: Esposito doma la bestia nera Savio, Podda mostra i muscoli al Forte Colleferro. Risultato a sorpresa ad Aprilia, dove il San Paolo Cagliari sconfigge lo United ottenendo tre punti d’oro in ottica salvezza. Lo Sporting Juvenia si allontana dalla zona a rischio, mantenendo fede al pronostico, che lo dava favorito con il Club Roma Futsal.

GIRONE F – Il ribaltone nel girone F cadetto è paragonabile a un ritorno in passato. Già, in testa torna il dinamico duo campano Real San Giuseppe-Futsal Fuorigrotta: una fa perdere la testa al Giovinazzo, l’altra – che ha una partita in meno – s’impone nel match casalingo con il Capurso. Si alzano le quotazioni di Manfredonia e Futsal Parete, ok rispettivamente a Salerno e a Polignano, in ribasso Aquile Molfetta e Lausdomini: i biancorossi di Rutigliani cadono in casa con il nuovo Canosa di D’Ambrosio, per Ivan Oranges è galeotto il derby con lo Junior Domitia.

GIRONE G – Esame di maturità superato da parte del Magic Crati Bisignano: i calabresi domano Ruvo nel big match della sesta giornata del girone G cadetto e mantengono sempre i tre punti di vantaggio sul Traforo Spadafora, ok con un Diaz Bisceglie in crisi di risultati. Sul podio irrompe il Taranto: Dao e compagnia espugnano Aliano, agganciando proprio il Be Board in classifica. Dopo i tre punti conquistati in settimana per le vicissitudini con il Be Board Ruvo, il Real Team Matera li ottiene anche in campo, superando alla grande l’ostacolo Guardia Perticara ed entrano in zona playoff. Rinviata Altamura-Futura Matera.

GIRONE H – E’ durata poco poco la coppia al vertice del girone H cadetto. Già, un grande Melilli non dà scampo al Mabbonath, mantiene la porta inviolata e stacca i cugini neroverdi, ora superati in classifica da un Cataforio corsaro sul campo del fanalino di coda Polisportiva Futura, secondo in classifica e sempre a due lunghezze dalla battistrada di Bosco. Corre il Real Parco (convincente successo contro il Mascalucia), rallenta il Regalbuto di Rafa Torrejon, fermato sul pari nel derby di Catania. Il Futsal Polistena si riscatta doppiando l’Akragas, l’Arcobaleno Ispica esulta per i tre punti ottenuti nello scontro diretto con l’Agriplus Mascalucia, ferma ancora al palo insieme al Futura.