#SerieBfutsal, Petrarca Padova: primo match point. Occasione Olimpia

16-02-2018
#SerieBfutsal, Petrarca Padova: primo match point. Occasione Olimpia

Primi calcoli su quando il Petrarca Padova può battere anche l’aritmetica per la promozione in A2. Potrebbe essere sabato il dì di festa, difficile fa rima con possibile. Nel girone C può cambiare la vetta della classifica, più in generale le big non possono dormire sonni tranquilli praticamente in nessuno degli otto gironi della #SerieBFutsal.

 

GIRONE A – Potrebbe rivelarsi una giornata molto importante per la promozione diretta della L84. La capolista del girone A riceve un tranquillo Carmagnola e ha tutto da guadagnare dal derby ad alta quota fra Saints Pagnano e Real Cornaredo: si giocherà in casa di coach Lemma, visto che nella sfida di andata c’era stato l’inversione di campo. Anche il Videoton può sfruttare la sfida di Merate, ma battere il Domus Bresso vorrebbe dire blindare la qualificazione ai playoff. Il Città di Asti “tifa” per i cremaschi, non prima di aver superato il fanalino di coda Bergamo La Torre. Il Lecco non può fallire con il Rhibo Fossano, in coda c’è Time Warp-Aosta.

 

 

GIRONE B – A sette giornate dal termine si fanno i conti solo su quando ci sarà la festa per la A2 di un Petrarca Padova che viaggia a un’altra velocità rispetto a tutte le altre. C’è un remotissima probabilità che possa accadere nella sedicesima giornata del girone B: dato per fattibile il blitz dei ragazzi di Giampaolo con il Maccan Prato, però, dovrebbero perdere contemporaneamente sia il Mantova (impegnato a Belluno con un Canottieri da playoff), sia il Città di Mestre (atteso dal derbone con la Fenice), sia il Miti Vicinalis (fra le mura amiche con il tranquillo Città di Thiene). Calcoli che lasciano il tempo che trovano, il primo posto non è in discussione. Più appassionante la corsa al post regular season, in tal senso sembra un turno pro Villorba (con il quasi retrocesso Olimpia Rovereto); completa il turno Vicenza-Cornedo.

GIRONE C – Lo stop forzato del Gisinti Pistoia può portare l’Olimpia Regium di nuovo in vetta al girone C. La squadra di Margini è in forma, punta sul pokerissimo, ma il Montecalvoli all’andata fece sudare le proverbiali sette camicie a Ruggiero e compagnia. Ottenuta la storica qualificazione in Final Eight, il Cdm cerca di rimanere agganciata al treno promozione diretta, consapevole di non poter sbagliare contro l’ostica Poggibonsense. Sant’Agata-Bagnolo vale un posto nei playoff, soprattutto per i padroni di casa che possono blindare la qualificazione, al primo anno nel futsal nazionale. Due scontri diretti in coda: Sangio-Città di Massa e San Giusto-Elba ’97.

GIRONE D – Turno tutto da seguire in un girone D dove la capolista Torronalba è attesa da un impegno tutt’altro che semplice, in casa di un pericoloso Cus Ancona, in piena zona playoff e già capace di sgambettare le big. I Buldog riposano, così potrebbe rivelarsi un sabato favorevole al lanciato Futsal Cobà, in casa con il pericolante Corinaldo. Negli altri incontri, Eta Beta, Cesena e Faventia impegnate contro avversarie più basse in classifica, nella corsa al quinto-quarto posto.

GIRONE E – La sconfitta a tavolino decretata in settimana dal Giudice sportivo nei confronti della Mirafin e a favore del Cagliari 2000, complica non poco i piani di promozione diretta degli ardeatini, scivolati a -6 e costretti a sconfiggere il Ferentino, sperando in un passo falso della capolista del girone E, quella Virtus Aniene 3Z (impegnata in un non semplicissimo confronto con la Forte Colleferro) ma anche di una Cioli Ariccia Valmontone di scena nel big match in terra viterbese contro un Active lontano otto lunghezze dalla vetta. Brillante-New Team è uno scontro diretto molto importante per i playoff.

GIRONE F – Una delle ultime asperità nel viaggio spedito verso la A2 per la Tombesi Ortona. La capolista del girone F  riceve la pericolosa Chaminade, quarta in classifica e agli ottavi di #CoppaDivisione. Impegno tutt’altro che agevole, comunque, anche per l’Atletico Cassano, ancora di più dopo la crisi tecnica che ha portato in settimana al sollevamento dell’incarico da coach di Cataldo Guarino: con il Manfredonia, che si sta giocando i playoff, vietato comunque sbagliare. Non insormontabile l’ostacolo Altamura per il Sagittario Pratola, mentre il Canosa è alle prese con l’esame Cus Molise. Giovinazzo costretto a vincere con il Real Dem, nella diciassettesima giornata delicato scontro diretto per la salvezza fra Capurso e Ruvo.

 

GIRONE G – Impegni casalinghi nel girone G per le capolista Sandro Abate e Marigliano: chi nel derby con il Lausdomini, chi contro il tranquillo (ma non troppo) Volare Polignano. Chi rischia di più, classifica alla mano, sono gli avellinesi. Anche l’Alma Salerno può consolidare la terza piazza, visto che riceve l’Or.Sa Aliano; insidia derby per il Fuorigrotta, in quel di Caserta. Bernalda costretto a fare punti per alimentare la fiammella di speranza per i playoff, ma di questi tempi meglio non guardare la classifica del rigenerato Azzurri Conversano, il rischio di sottovalutare i pugliesi è molto alto.

 

GIRONE H – Il Real Cefalù può allungare sul Signor Prestito CMB (che riposa) nella sedicesima giornata del girone H, ma l’impegno della capolista è tutt’altro che semplice: c’è il derby con un Melilli quasi certo dei playoff e, per di più, in salute. Giornata tutta dal vivere per le big, perché il Real Rogit non può sottovalutare il Regalbuto e la Farmacia Centrale Paola deve fare attenzione al pericoloso Cataforio, non a caso agli ottavi di Coppa Divisione. In cosa autentico spareggio fra Mascalucia e Real Parco, completa il turno Futura-Catania.