Live Match

#SerieBFutsal, Italpol e Active: partitona Real. C’è anche Cln Molise-Faventia

26-10-2018
#SerieBFutsal, Italpol e Active: partitona Real. C’è anche Cln Molise-Faventia

Sedici capolista a punteggio pieno mostrano una bella quantità che domina in #SerieBFutsal, ancora troppa però rapportata alla qualità che serve per continuare a primeggiare in cadetteria. Due scontri diretti diminuiranno il plotone senza macchia emerso in questo scorcio di stagione: occhi puntati sul Molise e nel nel Lazio, con quella sfida in terra capitolina fra ex allenatori del massimo campionato nostro di futsal.

GIRONE A – Il dinamico trio può restare lassù, anche se il Pavia è atteso dalla prova del fuoco, in casa sì, ma contro un arrembante e ambizioso Real Cornaredo, in uno dei due derby lombardo dal maggior fascino. Insidia Lecco per la rivelazione Carmagnola di Francesco Giuliano, il Saints Pagnano di Lemma gode dei favori del pronostico, fra le mura amiche, contro la matricola Savigliano. Negli altri incontri, Bergamo chiamato al riscatto con l’Avis Isola, così come il Rhibo Fossano, ad Aosta per dimenticare i due stop consecutivi. Domus Bresso-Videoton Crema: un po’ derby, un po’ occasione per entrambe di conquistare il primo successo in campionato.

GIRONE B  – Il duetto al comando del girone B atteso da impegni casalinghi: rischia più il sorprendente Maccan Prata con il Sedico, che l’Imolese della dupla Tiago Lemos-Castagna contro il fanalino di coda Atesina. Per restare quanto meno in scia delle battistrada, il Miti Vicinalis deve superare un Cornedo in palla, come confermato nel successone in Coppa Italia ai danni del Vicenza. La vittoria a tavolino, in settimana, del Città di Mestre sulla Fenice ha cambiato volto alla classifica del girone: le lagunari sono entrambe a 4 punti, c’è chi deve arginare la trappola derby e conquistare i primi tre punti sul campo nella sfida di Vicenza. E chi, come i ragazzi di Pagana, vuole dare continuità al blitz di Sedico contro lo Sporting Altamarca. Last but not least, Canottieri Belluno-Pordenone.

GIRONE C – Impegni in trasferta per OR Olimpia Regium e Città di Massa, la strana coppia che capeggia nel girone C cadetto. Il roster di Margini fa visita a una Mattagnese che si è appena sbloccata, Lineiro Garrote e compagnia attesi a Bologna contro il balbettante Sant’Agata, con ben sei successi in altrettanti incontri alle spalle. Futsal Cesena in quel di Chiavari con l’obiettivo di dare continuità ai propri risultati, derby toscano per la Poggibonsese, che fa rima con Sangiovannese. Uscita romagnola per il Montecalvoli, mentre il Bagnolo sbarca sull’isola per archiviare il passo falso con la bestia nera Sangio.

GIRONE D – Lo scontro al vertice fra la rivelazione Cln Cus Molise e il Faventia caratterizza la quarta giornata del girone D cadetto. Occasione, quindi, per i Buldog Lucrezia, a patto che i “Cagnacci” espugnino il campo del Corinaldo, avendo la meglio nel derby marchigiano. Oltre le capolista a punteggio pieno, anche il Città di Chieti è imbattuto e vuole mantenere lo zero nella casella delle sconfitte, Gadtch 2000 permettendo. Real Dem e Chaminade possono continuare il campionato a braccetto: Capurso prenota il tris con un Cus Ancona in difficoltà, Pizzuto a caccia di riscatto a Gubbio. Chiude Futsal Askl-Eta Beta, ancora ferme a zero punti.

GIRONE E –  Italpol-Active Network è una partitona Real per tanti motivi: sfida fra capolista a punteggio pieno, derby laziale, confronto fra Fabrizio Ranieri e David Ceppi. Che hanno assaporato entrambi la Serie A con il Real Rieti, alle dipendenze di Roberto Pietropaoli. Occasionissima per l’Atletico New Team di Beccaccioli, se non andrà in testa coda coi sardi del San Paolo. Sulla carta Cagliari e Forte Colleferro possono restare a stretto contatto con la testa della classifica: i sardi di Podda godono di un buon momento e affrontano un Savio ancora fermo al palo, lepini a Foligno per archiviare definitivamente il primo stop in terra viterbese. La Fortitudo Pomezia prenota il bis, in casa, contro lo Sporting Juvenia. Lo United Aprilia deve sbloccarsi, Club Roma Futsal permettendo.

GIRONE F – Chi rischia di più del terzetto al comando dell’unico raggruppamento senza capolista a punteggio pieno, è il Giovinazzo. Chiereghin atteso da una sfida di fuoco, tutta pugliese, a Molfetta, contro le ambiziose Aquile di Rutigliano. Impegni meno severi, ma pur sempre da non sottovalutare, per le campane Fuorigrotta e Real San Giuseppe: Turmena e compagnia ospitano il fanalino di coda Canosa appena passato nelle mani di Vito D’Ambrosio, Borsato e soci chiedono strada a un’Alma Salerno con il morale alto, figlio dell’exploit con il Molfetta. C’è un interessantissimo Junior Domitia-Futsal Parete, promette spettacolo anche Lausdomini-Futsal Capurso. Monsignori con il Manfredonia va a Polignano… per Volare più in alto.

GIRONE G – Cinque partite in programma nel girone G cadetto, dal momento che Paola-Futura Matera è stata posticipata al prossimo 17 novembre. Bisignano e Ruvo possono restare lassù, a punteggio pieno: i calabresi sono più in palla rispetto a un Diaz in un moment tutt’altro che magic, così come i pugliesi del Pichichi Mazzone, sul campo del fanalino di coda Guardia Perticara. Negli altri incontri, l’imbattuto Traforo Spadafora di bomber Cofone ospita l’Orsa Aliano, derby – uno lucano, altro pugliese – da vivere quelli fra Real Team Matera e Bernalda, e tra Altamura e il Taranto di Dao.

GIRONE H – Eliminato in settimana in Coppa Divisione per mano del Maritime, l’Assoporto Melilli torna sul suo terreno più congeniale, quel campionato in cui sta dettando legge da solo – unico nel suo genere – e vuole continuare a farlo, Mascalucia permettendo. Cataforio e Mabbonath provano a star dietro alla fuggitiva battistrada, ma se i calabresi godono del favore del pronostico sull’isola contro l’Agriplus, i neroverdi incrociano i destini di un Polistena con il dente avvelenato per la prima sconfitta in campionato e, proprio per questo, ancora più pericoloso. Rafa Torrejon deciso a salire ancora più in alto con il suo Regalbuto, impegnato in casa di una Futura sempre sconfitta finora. Dulcis in fundo due derby isolani: Real Parco-Catania e Arcobaleno-Akragas, occhi aperti.

IL QUADRO COMPLETO DEI DIRETTORI DI GARA