#SerieBFutsal, Cornaredo e Saints: incroci pericolosi. 13esima: la presentazione

18-01-2019
#SerieBFutsal, Cornaredo e Saints: incroci pericolosi. 13esima: la presentazione

Tredicesima giornata negli otto gironi che affollano la #SerieBFutsal. Fatta eccezione per il girone A, dove s’incrociano le prime quattro, le big hanno tutte le carte in tavolo per consolidare i rispettivi primati. Un conto, però, è dirlo, un altro è farlo.

GIRONE A – Turno imperdibile nel girone A cadetto. Le prime della classe, tornate molto vicine, sono attese da impegni che cambieranno volto all’alta classifica. Il Real Cornaredo, perso il “bonus” con la sconfitta di Aosta, difende il primato in casa con quel Carmagnola dalla miglior difesa del campionato, mentre i Saints Pagnano devono superare l’esame derby, con un Lecco in piena corsa per i playoff. Con l’incrocio pericoloso fra le prime quattro, l’Aosta – in grande forma – ha una grande occasione sul campo di un Videoton Crema in calo. Idem per il Pavia, atteso dalla trasferta sul campo della Domus Bresso. Completa il turno: Savigliano-Isola.

GIRONE B – L’imbattuta Imolese Kaos ha viaggiando a un ritmo talmente sostenuto, che le altre faticano a stargli dietro. E nella tredicesima la capolista allungherà di nuovo, in caso di probabile successo casalingo con il pericolante Vicenza. Già, c’è il derby lagunare ad alta quota fra Città di Mestre e Fenice. Entrambe non possono perdere, anche perché il Miti (in mezzo alle due) ha un incontro tutt’altro che irresistibile, sulla carta, con il Futsal Atesina. Maccan Prato sul campo di un Cornedo capace di strappare un pari con la Fenice, Pordenone all’esame di maturità Sporting Altamarca. Chiude il turno Sedico-Canottieri Belluno.

GIRONE COR Reggio Emilia in fuga e, per di più, atteso da un turno favorevole. La capolista di Margini non dovrebbe avere problemi a battere l’Elba ’97. Cesena, Bagnolo e Città di Massa, invece, impegnati in match per niente affatto scontati: i bianconeri di Marcuccitti affrontano una Mattagnanese che in questo momento è scomoda per chiunque, la squadra di Grossi ospita una Pro Patria da playoff, il Città di Massa non è quello dell’andata e la Sangio è in corsa per il post regular season. Sant’Agata costretta a vincere a Chiavari per continuare a battagliare per il quinto posto con un Athletic in casa sempre temibile. Poggibonsese favorito nel derby toscano con il Montecalvoli.

GIRONE D – A bocce ferme, la classifica del girone D non dovrebbe – condizionale d’obbligo – cambiare. I Buldog hanno stoppato la mini-serie negativo e affrontano il Futsal Askl con l’entusiasmo ritrovato. Chieti-Vis Gubbio il big match, con fattore campo e punteggio in classifica favorevole ai teatini. Il Cus Ancona è favorito sul campo di un Eta Beta un po’, però, ammazzagrandi. Il Cln Cus Molise chiede strada al fanalino di coda Gadtch 2000, anche perché la Chaminade rischia con un Real Dem capace di tutto e del suo esatto contrario. Imperativo categorico per il Faventia: battere il Corinaldo.

GIRONE E – “Triello” a distanza nella seconda giornata di ritorno del girone E cadetto. La capolista Italpol ha sempre vinto bene nei precedenti con il Club Roma, l’Active Network vola sull’isola convinto di poter trovare il tesoretto contro il San Paolo Cagliari, qualche rischio in più per il Cagliari ad Aprilia contro lo United, anche se i ragazzi di Podda sono reduci da 12 risultati utili consecutivi. Fortitudo Futsal Pomezia-Atletico New Team il match clou, ci sono anche Sporting Juvenia-Foligno e Savio-Forte Colleferro.

GIRONE F –  E’ saldamente al comando del girone F cadetto, ma deve dimenticare in fretta la delusione propria di chi non parteciperà alla Final Eight cadetta. Il Futsal Fuorigrotta vola in Puglia con il chiaro intento di battere un Giovinazzo che in settimana ha esonerando Chiereghin, optando sulla soluzione interna Faele. Il San Giuseppe è ancora in corsa per la coccarda tricolore, ma sa bene chi è il Molfetta: una formazione che vede i playoff non come un punto di arrivo. Tutno pro Manfredonia, se Monsignori sconfiggerà lo Junior Domitia fra le mura amiche: già, c’è Canosa-Lausdomini, sfida importante per il post regular season. Il Parete non può sbagliare col Capurso, in coda Alma Salerno-Volare Polignano vale tantissimo.

GIRONE G –  Lassù potrebbe rivelarsi un turno pro Magic Crati. Il Bisignano riceve quell’Or.sa Aliano distante la bellezza di 26 punti, mentre le inseguitrici dovranno faticare, a bocce ferme, per vincere i rispettivi incontri: il Traforo Spadafora – eliminato sul più bello e per di più in casa in Coppa Italia – ospita il sempre scorbutico Taranto, Bernalda sì in casa ma con quel Ruvo appena volato contro pronostico in Final Eight. A Matera febbre da derby per la stracittadina (importante per i playoff) fra Real Team e Futura. Farmacia Centrale Paola ad Altamura, Diaz Bisceglie-Guardia Perticara: si salvi chi può.

GIRONE H – Difficile che il distacco fra la prima e la seconda possa mutare nella seconda giornata di ritorno del girone H cadetto: l’Assoporto Melilli una Polisportiva Futura ultima in classifica, Mabbonath in casa del Mascalucia, anche Cataforio e Futsal Polistena dovrebbero fare bottino pieno – chi in casa con il tranquillo Akragas, chi sul campo del pericolante Catania, così lo scontro diretto (per i playoff) fra Regalbuto e Arcobaleno Ispica continua la scena: gli ennesi di Rafa Torrejon (quinti) hanno solo tre punti di vantaggio, vietato sbagliare. Completa il turno Real Parco-Agriplus Mascalucia.

IL QUADRO COMPLETO DEI DIRETTORI DI GARA