#SerieBFutsal, 8 gironi e 8 capolista. Reggio Emilia e Buldog Lucrezia in fuga

15-12-2018
#SerieBFutsal, 8 gironi e 8 capolista. Reggio Emilia e Buldog Lucrezia in fuga

Ogni girone di #SerieBFutsal ha una capolista. C’è chi è ha stretto contatto con le inseguitrici, chi allunga in maniera importante nella nona giornata di un campionato. Che continua a destare curiosità ed è avvincente nel suo complesso. Copertina dedicata all’Imolese Kaos, primus inter pares: 9 partite, solo successi.

GIRONE A – La teoria dei piccoli passi sta facendo bene soltanto al Real Cornaredo. Il roster di Fracci pareggia la sua seconda partita di fila, contro un ottimo Avis Isola, eppure continua ad allungare su un Saints Pagnano che incassa la sua seconda sconfitta in campionato, stavolta in casa con il Carmagnola. L’andamento lento delle prime due, giova non sono ai gialloneri di Giuliano (ora a -4 dalla vetta), ma anche all’arrembante Videoton Crema, corsaro sul campo del Savigliano e ora a pari punti con quell’Aosta che pone fine alla sua corsa, cadendo di misura a Pavia. Stecca il Lecco a Fossano, mentre la Domus Bresso compie un blitz importantissimo: batte il Bergamo e lo aggancia in classifica, lasciando l’ultimo posto in solitaria.

GIRONE B Imolese Kaos signora e padrone del girone B cadetto. I rossoblù di Carobbi superano nuovamente il Maccan Prata, consolidando un primato che potrebbe essere messo in discussione, praticamente, solo dalla Fenice, ok nel derby contro il Vicenza. Già, Miti e Città di Mestre pareggiano entrambe: chi con il Canottieri Belluno, chi sul campo del Sedico. Pordenone forza nove con la Futsal Atesina, il derby veneto con il Futsal Cornedo è ossigeno puro per lo Sporting Altamarca.

GIRONE C – Fino a due settimane fa era appaiate al comando del girone C di Serie B. Ora l’OR Reggio Emilia ha sei lunghezze di vantaggio sul Città di Massa, figlio del convincente successo dei ragazzi di Margini in terra senese contro la Poggibonsese e, contestualmente, del kappaò di Berti e compagnia con un Bagnolo capace di metabolizzare la partenza del verdeoro Evandro e di agganciare la seconda posizione. Il Futsal Cesena passa sul campo del Montecalvoli e scavalca una Sangio battuta in casa dal Sant’Agata, al termine di un match pirotecnico. Cinquina vincente per la Mattagnanese, Athletic Chiavari in doppia cifra sul campo del fanalino di coda Elba ’97.

GIRONE D – Si amplia ulteriormente il vantaggio dei Buldog Lucrezia sul secondo posto. I Cagnacci marchigiani, infatti, sbancano Campobasso e approfittano dell’inaspettato k.o. di un Città di Chieti doppiato clamorosamente dall’Eta Beta per volare a +9 su una coppia, formata dal Cln Cus Molise di Sanginario. Che espugna Gubbio, agganciando proprio i teatini. Il Cus Ancona è in formissima: batte il Faventia e lo raggiunge al quarto posto, dove c’è anche la Chaminade. In coda salto triplo per il Futsal Askl: derby marchigiano trionfale contro il Corinaldo, sempre ultimo insieme a quel Gadtch sconfitto dal Real Dem di Leopoldo Capurso.

GIRONE E – Scoppia la coppia al comando del girone E. L’Active mantiene fede al pronostico e ha la meglio sul Club Roma di Arnaudi e stacca un Italpol fermato sul pari dal Futsal Futbol Cagliari allenato da Diego Podda, una delle squadre più in forma del momento, insieme a quella Fortitudo Pomezia abile trovare il tesoro sull’isola sarda, con un Maina protagonista anche con il San Paolo Cagliari. E sempre a pari punti con l’Atletico New Team, corsaro a Foligno. Nella nota giornata di campionato preziosi successi del Savio (sullo Juvenia) e della United Aprilia (blitz a Colleferro).

GIRONE F – Lo scontro al vertice targato Turmena e vinto dal Fuorigrotta nell’anticipo con il Real San Giuseppe ha un’altra conseguenza. Al secondo posto del girone F cadetto ora c’è quel Futsal Parete che piega il Giovinazzo e prende punti – in ottica playoff – anche al Manfredonia, che impatta a Canosa nel festival del gol e viene raggiunto dal Lausdomini di Ivan Oranges, convincente contro le Aquile Molfetta. Nella nona giornata esultano Junio Domitia e Futsal Capurso, entrambe più lontane dalla zona a rischio regionale.

GIRONE G – Tanti match interessanti, ma alla fine è stato un turno interlocutorio nell’alta classifica del girone G. Seppur in maniera differente, Magic Crati Bisignano e Traforo Spadafora si mettono in tasca i tre punti. Proprio come il Futura Matera corsaro a Bisceglie con il pericolante Diaz. Bene il Rasulo Bernalda (nel derby lucano) con il nuovo tecnico Do Amaral; benissimo la Farmacia Centrale Paola a Matera e il Be Board Ruvo in casa: tutte insieme appassionatamente nell’ammucchiata per il post regular season.

GIRONE H – Invariato il distacco per le big del girone H cadetto. L’Assoporto Melilli chiama con l’Arcobaleno, il Mabbonath risponde contro la Polisportiva Futura. Non sbaglia il Cataforio nel Parco: Atkinso e soci, comunque, approfittano dello stop del Regalbuto (galeotto per Rafa Torrejon il derby siciliano) per sopravanzarlo in classifica, raggiungendo il podio. Pari e patta fra Mascalucia e Catania, il Futsal Polistena batte ben bene l’Agriplus Mascalucia e risale la classifica.