#SerieBFutsal, 6 campioni d’inverno. Lassù l’Italpol. Magic Crati e Melilli in fuga

22-12-2018
#SerieBFutsal, 6 campioni d’inverno. Lassù l’Italpol. Magic Crati e Melilli in fuga

Sempre otto capolista (sei campioni d’inverno) per otto gironi di #SerieBFutsal, cambia una protagonista però, quella del girone E, un Italpol da copertina. Che prima elimina l’Active Network dalla corsa alla Coppa Italia qualificandosi per la Final Eight, poi la sorpassa in classifica. La decima giornata manda in fuga altre due battistrada.

GIRONE A – Le prime due tornano al successo, così l’alta classifica del girone A cadetto rimane invariata. Il Real Cornaredo dimentica i due pari di fila battendo il Bergamo La Torre e superando immediatamente quei Saints Pagnano che nel pomeriggio si erano riscattati (dopo due stop consecutivi) andando in casa della Domus Bresso. Videoton Crema sempre lì con la cinquina rifilata all’Avis Isola, non si può dire lo stesso per un Carmagnola fermato sul pari da un ottimo Aosta. Il pari fra gialloneri e valligiani fa comodo al Pavia: il blitz a Fossano con il Rhibo mette la matricola lombardo in zona playoff. Riscatto Lecco con il Savigliano.

GIRONE B – Un rullo compressore. Non si può chiamare altrimenti l’Imolese Kaos di Carobbi. Castagna e soci doppiano il Miti Vicinalis, ottenendo il decimo successo in altrettanti incontri. Solo la Fenice regge il passo dei campioni d’inverno: i lagunari di Pagana corsari con tanto di clean sheet  con la Futsal Atesina e sempre a -5. Città di Meste e Maccan Prata se le danno di santa ragione, senza esclusione di gol, mentre il Pordenone blinda la salvezza e ora può fare un pensierino stupendo ai playoff grazie al blitz con il Cornedo. Sporting Altamarca e Vicenza chiudono il 2018 con il botto: una batte il Sedico, l’altra doppia un Canottieri Belluno in calo.

GIRONE C – Turno interlocutorio nel girone C cadetto, vincono le prime cinque: OR Reggio Emilia campione d’inverno con il successo sul Montecalvoli, Bagnolo e Città di Massa reggono il ritmo della battistrada cittadina, Sant’Agata e Cesena la spuntano, rispettivamente, con Pro Patria San Felice e Sangiovannese in partita dall’inizio alla fine. La Mattagnanese è in un buon momento: la conferma arriva da Chiavari, un campo sempre difficile, ma i toscani s’impongono con tanto di clean sheet.

GIRONE D – La grande sorpresa della decima giornata del girone D arriva dalla capolista. I campioni d’inverno del Buldog Lucrezia, dopo aver mancato la Final Eight, vengono battuta in casa da un grande Eta Beta. Un risultato che fa gioire anche la Chaminade Campobasso (vincente nel derby molisano con il Cln Cus) di accorciare a sette lunghezze. Città di Chieti e Cis Ancona si annullano, così il Futsal Askl (dominante contro il Gadtch 2000) è più vicino ai playoff. Colpo grosso Real Dem: passa in terra manfreda, sconfigge il Faventia e lo aggancia in classifica. In coda, il Corinaldo non è più ultimo: il successone sulla Vis Gubbio permette ai marchigiani di staccare il Gadtch 2000.

GIRONE E – Sorpasso e controsorpasso. L’Active Network cade al cospetto di un Cagliari all’ottavo risultato utile di fila e viene superata da un Italpol (castigatrice proprio dei viterbesi in Coppa Italia) che non sbaglia sul campo dello Sporting Juvenia. Come se non bastasse per David Ceppi, la Fortitudo Pomezia conquista la quinta vittoria di fila e l’aggancia al secondo posto. Campionato strepitoso e avvicente: l’Atletico New Team cade nella trappola di Aprilia, è quinto eppure a quattro lunghezze dalla testa della classifica del girone E. Savio e Forte Colleferro chiudono il 2018 con un bel sorriso: una piega il San Paolo avvicinandosi ai playoff, l’altra passa sul campo del Club Roma.

GIRONE F – L’anti Futsal Fuorigrotta torna ad essere il Real San Giuseppe. I già campioni d’inverno di Magalhaes mostrano i muscoli sul campo del Polignano staccando ulteriormente quel Parete che crolla a Manfredonia. I campani di Centonze passano sul difficilissimo campo del Futsal Canosa e sono di nuovo secondi, ma a otto lunghezze dalla capolista. Negli altri incontri, tre punti d’oro in ottica playoff per il Giovinazzo (ok con il Capurso), una lotta per il post regular season che include anche le Aquile Molfetta, vincente e convincente con lo Junior Domitia. Nell’anticipo il Lausdomini si era imposto a Salerno contro l’Alma.

GIRONE G – Allungo in vetta alla classifica del girone G cadetto. Il Magic Crati Bisignano fa suo il derby calabrese di Paola e approfitta dell’inatteso stop casalingo del Traforo Spadafora con un grande Real Team Matera per portarsi a +6 dalla prima inseguitrice. Bernalda da podio grazie al blitz di Matera, successo importantissimo anche per il Be Board Ruvo: i pugliesi superano di misura l’Orsa Aliano e staccano un Taranto sconfitto malamente a Bisceglie con il Diaz. Tre punti come da copione al Futsal Altamura, ma che fatica con il Guardia Perticara.

GIRONE H – Anche nel girone H cadetto c’è un fuga in atto. L’Assoporto Melilli, infatti, sale sull’ottovolante contro l’Akragas e approfitta del rotondo successo del Regalbuto sul Mabbonath per allungare a sei punti sui neroverdi. Cataforio di misura sul Mascalucia e sempre sul podio, Futsal Polistena da podio dopo il successo esterno contro il Real Parco. La prima vittoria stagionale del Polisportiva Futura vuol dire abbandonare l’ultima posizione e lasciare l’Agriplus Mascalucia fanalino di coda. Nell’anticipo Catania-Arcobaleno Ispica senza vincitori né vinti.