#SerieAplanetwin365, Napoli, Pesaro e Maritime raggiungono il Rieti al comando

06-10-2018
#SerieAplanetwin365, Napoli, Pesaro e Maritime raggiungono il Rieti al comando

Dopo i risultati maturati venerdì sera, con Eboli e Rieti corsari in casa di Lazio e Civitella, arrivano due successi interni su tre a chiudere parzialmente la prima giornata in attesa del recupero fra Latina e Acqua&Sapone. Il Maritime vince a fatica sull’Arzignano grazie ad un super Fortino; il Napoli si prende i tre punti allo scadere sulla Meta Catania – decisivo il gol di Jelvocic; il Pesaro domina in casa della Came Dosson.

SERIE A PLANETWIN365 – 2ª GIORNATA
VENERDI’ 5 OTTOBRE 2018
LAZIO-FELDI EBOLI:
2-7
CIVITELLA COLORMAX-REAL RIETI: 2-4
RINV. LYNX LATINA-ACQUA&SAPONE UNIGROSS

SABATO 6 OTTOBRE 2018

CAME DOSSON-ITALSERVICE PESARO: 1-6 (0-3 p.t.)

Il Pesaro impone il suo ritmo sin dalle primissime battute. Borruto spezza l’equilibrio dopo appena novanta secondi. Al gol dell’ex Pescara fanno eco Taborda e Marcelinho, allungando il parziale sul 3-0 già al decimo. Nella ripresa la squadra di Colini continua ad accumulare gol. Tonidandel e Taborda fanno scappare i rossininani sul 5-1. La Came risponde col solo Japa Vieira e nel finale c’è nuovamente gloria per Borruto. Il Pesaro sale a quota 6, a pari punti con Napoli e Real Rieti.

CAME DOSSON: Pietrangelo, Belsito, De Matos, Schiochet, Vieira, Fusari, Bellomo, Sviercoski, Igor, Ronzani, Morassi, Grippi, Rosso, Cappelletto. All. Rocha

ITALSERVICE PESARO: Miarelli, Tonidandel, Honorio, Taborda, Borruto, Micoli, Gentiletti, Caputo, Fortini, Salas, Mateus, Marcelinho, Borea, Polidori. All. Colini

MARCATORI: 1’36” p.t. Borruto (P), 10’03” Taborda (P), 13’13” Marcelinho (P), 5’56” s.t. Tonidandel (P), 13’01” Taborda, 13’52” Vieira (C), 14’54” Borruto (P)

AMMONITI: Taborda (P), Tonidandel (P), Vieira (C), Borruto (P)

ARBITRI: Donato Lamanuzzi (Molfetta), Gianfranco Marangi (Brindisi) CRONO: Walter Suelotto (Bassano del Grappa)

 

LOLLO CAFFÈ NAPOLI-META CATANIA BRICOCITY: 2-1 (1-1 p.t.)

Primo tempo in equilibrio a Cercola fra il Napoli, all’esordio casalingo e la Meta Catania. I siciliani giocano senza paura al cospetto dello squadre di Marin e passano anche in vantaggio grazie allo splendido gol di tacco di Amoedo dopo 10′. Gli azzurri non ci stanno e su schema da calcio di punizione Japa Duarte fa 1-1. Il match resta equilibrato e nella ripresa la musica non cambia: gara piuttosto bloccata e squadre che si equivalgono. L’espulsione di Duarte sembra poter cambiare le carte in tavola, ma il Catania non ne approfitta. È così che a soli 3” dalla fine un altro calcio di punizione regala la vittoria al Napoli: è Jelovcic col mancino a far esplodere di gioia il tifo napoletano. Il Lollo Caffè vince la seconda partita consecutiva in campionato e resta a punteggio pieno. Per il Catania primo stop della stagione.

LOLLO CAFFÈ NAPOLI: Molitierno, Salas, Cesaroni, Wilhelm, Jelovcic, De Luca, Duarte, Alemao, Rubio, G. Moccia, Baron, P. Moccia, Mancha, Bellobuono. All. Marin

META CATANIA BRICOCITY: Tornatore, C. Musumeci, Constantino, Espindola, Azzoni, Dalcin, Tres Messina, Ernani, Amoedo, Di Guida, Silvestri, Zappala’, Perez. All. Samperi

MARCATORI: 10’39” p.t. Amoedo (M), 12’59” Duarte (N), 19’57” Jelvocic (N)

AMMONITI: Molitierno (N), Azzoni (M), Duarte (N), Wilhelm (N), Espindola (M)

ESPULSI: 14’47” s.t. Duarte (N) per somma di ammonizioni

ARBITRI: Lorenzo Di Guilmi (Vasto), Simone Micciulla (Roma 2) CRONO: Giovanni Beneduce (Nola)

 

MARITIME AUGUSTA-REAL ARZIGNANO: 7-4 (3-3 p.t.)

Primo tempo di grandi emozioni al PalaJonio. Il Maritime prova a fare la partita facendo leva sulle proprie individualità, ma l’Arzignano si chiude bene e punge in ripartenza. Tanto bene da trovare anche il vantaggio all’ottavo col solito immarcescibile Amoroso. I veneti trovano anche il raddoppio con Tres, prima che Crema rimetta in partita i siciliani con la rete del 2-1. E’ un supergol di Fortino a rimettere in parità la sfida al diciassettesimo. Il 2-2 resiste pochi istanti, perché Linhares provoca l’autogol di Zanchetta che vale il nuovo vantaggio ospite. A 30” dall’intervallo, però, arriva il 3-3 di Mancuso con il quale si va al riposo. Nel secondo tempo Houenou prova a lanciare la nuova fuga biancorossa, ma Follador ha altre idee per la testa, tornando al gol in Serie A: a metà tempo è 4-4. Nel finale Marcio commette fallo da rigore: dai 6 metri Fortino è glaciale e per la prima volta – quella buona e decisiva – il Maritime passa in vantaggio. Alla sirena è 7-4 per i siciliani, che trovano sempre con Fortino (tripletta) e poi con Selucio la via della rete.

MARITIME AUGUSTA: Dal Cin, Mancuso, Crema, Bissoni, Selucio, Lucas, Follador, Spampinato, Pedro Guedes, Cabreuva, Zanchetta, Fortino, Putano, Centorrino. All. Cabral

REAL ARZIGNANO: Pozzi, Marcio, Tres, Paulinho, Houenou, Murga, Rosa, Amoroso, Salamone, Zarantonello, Linhares, Bicego, Marzotto. All. Stefani

MARCATORI: 8’18” p.t. Amoroso (R), 13’23” Tres (R), 14’28” Crema (M), 16’34” Fortino (M), 17’01” aut. Zanchetta (R), 19’32” Mancuso (M), 1’31” s.t. Houenou, 8’28” Follador (M), 11’28” rig. e 16’54” Fortino (M), 19’35” Selucio (M)

AMMONITI: Salamone (R), Bissoni (M), Marcio (A)

ARBITRI: Andrea Campi (Ciampino), Ferruccio Prisma (Crotone) CRONO: Fabio Alfio Sfilio (Acireale)