#SerieAplanetwin365: Luparense soffre ma vince. Pesaro, esordio da sogno

22-09-2017
#SerieAplanetwin365: Luparense soffre ma vince. Pesaro, esordio da sogno

La #SerieAplanetwin365 non delude le attese all’esordio. Negli anticipi della giornata d’apertura della nuova stagione, i campioni d’Italia della Luparense sudano le proverbiali sette camicie per avere ragione di un’indomita Lazio, ma riescono a spuntarla di misura e iniziano il loro cammino con tre punti. Proprio come la neopromossa Italservice Pesaro, che alla prima nel massimo campionato batte con un altisonante 7-2 in rimonta nel Social Match l’Imola Castello rivelazione della scorsa stagione. Tra sabato e domenica il resto del programma, in cui spiccano le due dirette tv su Sportitalia, entrambe alle 18.30: Lollo Caffè Napoli-Acqua&Sapone Unigross e Real Rieti-Came Dosson.

CAMPIONI D’ITALIA VINCENTI La Luparense riprende il discorso da dove lo aveva concluso: vincendo. I campioni d’Italia in carica però faticano non poco per avere la meglio di una Lazio coriacea e cinica, pronta a colpire al momento giusto.

Nel primo tempo i biancocelesti di Angelini gelano il PalaLupi con un uno-due firmato da Gedson e Tiziano Chilelli. La squadra di Marin incassa il colpo e, un passo alla volta, piazza la rimonta. Prima Ramon fallisce un tiro libero, al secondo tentativo va a bersaglio l’ex Benfica Jefferson mentre prima dell’intervallo arriva anche il pareggio firmato da capitan Honorio. Nella ripresa i lupi mettono la testa avanti con Betao, pareggiato cinque minuti più tardi da Fortini, neo capitano dei Biancocelesti. Nei minuti finali succede di tutto: gol vittoria firmato da Ramon (con Honorio portiere di movimento),espulsi Bizjak e Daniele Chilelli nei biancocelesti. La Luparense fatica ma non stecca, Lazio ko a testa altissima.

UNA PRIMA CON I FIOCCHI La prima in Serie A non si scorda mai. A maggior ragione se ottieni una grandissima vittoria. Al Palafiera, nel primo Social Match della stagione, l’Italservice Pesaro non fallisce l’esordio contro l’Imola Castello, rivelazione della scorsa stagione ma arrivata nelle Marche senza il portiere titolare Juninho. Eppure le cose si mettono bene per la squadra di Vanni Pedrini, che approfittando dell’errata applicazione della strategia del portiere di movimento passa in vantaggio con il nuovo acquisto Jesùs Murga. I rossiniani di Ramiro Diaz reagiscono. Marcelinho pareggia proprio allo scadere del primo tempo con una gran botta su punizione, poi nella ripresa il capocannoniere dell’ultima Serie A perfeziona la rimonta con uno splendido cucchiaio. Da qui in poi è quasi solo Pesaro, che segna due volte con Manfroi, con in mezzo i sigilli di Boaventura, Tres e Asensio; gli ospiti riescono solo a rendere meno pesante la sconfitta grazie al guizzo di Salado propiziato da una disattenzione di Tres.

ITALSERVICE PESARO-IC FUTSAL 7-2 (p.t. 1-1)
ITALSERVICE PESARO
: Guennounna, Tonidandel, Manfroi, Marcelinho, Cesaroni, Gentiletti, Tres, Asensio, Curri, Stringari, Lamedica, Boaventura. All. Diaz
IC FUTSAL: Battaglia, Jesùs Murga, Salado, Borges, Castagna, Saura, Čeh, Garofalo, Lari, Liberti, Magliocca, Bianchini. All. Pedrini
MARCATORI: 10’41” p.t. Jesùs Murga (IC), 19’58” Marcelinho (IP), 6’43” s.t. Marcelinho (IP), 8’13” Manfroi (IP), 13’12” Boaventura (IP), 15’36” Tres (IP), 16’12” Asensio (IP), 16’33” Manfroi (IP), 17’37” Salado (IC)
AMMONITI: Tres (IP)
ARBITRI: Giovanni Zannola (Ostia Lido), Andrea Campi (Ciampino) CRONO: Pierluigi Tomassetti (Ascoli Piceno)

LUPARENSELAZIO 4-3 (2-2 p.t.)
LUPARENSE: Miarelli, Ramon, Lara, Jefferson, Honorio, Drago, Revert Cortes, Betao, Leofreddi, Taborda, Grigoras, Pavanetto. All. Marin
LAZIO: Laion, Fortini, Gedson, T. Chilelli, Bizjak, Liistro, Gattarelli, Gastaldo, D. Chilelli, Tosta, Calzetta,  Biscossi. All. Angelini
MARCATORI: 4’42” p.t. Gedson (L), 7’52 p.t. T. Chilelli (L), 15’02” p.t. Jefferson (LU), 15”36” p.t. Honorio (LU), 4’16” st Betao (LU), 9’05” s.t. Fortini (L), 18’13” s.t. Ramon (LU)
AMMONITI: 11’27” p.t. Gastaldo (L), 15’52” p.t. Bizjak (L), 17’21” p.t. allontanato mister Angelini per proteste, 18’38”,  p.t. Gedson (L), 18’27” s.t. espulso D. Chilelli per doppio giallo (L), 19’14” s.t. espulso Bizjak per doppio giallo (L)
ARBITRI: Fabrizio Burattoni (Lugo di Romagna), Fabiano Maragno (Bologna) CRONO: Federico Beggio (Padova)

CLICCA QUI PER I RISULTATI, IL PROGRAMMA E LA CLASSIFICA AGGIORNATA