#SerieAplanetwin365, anticipi: il Rieti cade in casa della Meta, il Napoli lo aggancia. Pari a Latina

15-02-2019
#SerieAplanetwin365, anticipi: il Rieti cade in casa della Meta, il Napoli lo aggancia. Pari a Latina

Negli anticipi della sedicesima giornata della Serie A planetwin365, cade la lunga imbattibilità del Real Rieti: nella sfida trasmessa in diretta tv su Sportitalia, i neo vincitori della Coppa della Divisione cadono sul campo della rivelazione Meta Catania Bricocity e subiscono l’aggancio del Lollo Caffè Napoli, che rimonta la Lazio dopo lo “spavento” iniziale e sale al terzo posto con una gara da recuperare (proprio contro gli etnet). Nell’altro anticipo, lo scontro tra Lynx Latina e Arzignano termina con un pirotecnico 6-6.

CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA AGGIORNATA

Al PalaCatania gli amarantocelesti sono sconfitti dopo otto risultati utili consecutivi tra campionato e coppa. Eppure è proprio la squadra di Festuccia a passare in vantaggio, grazie al bomber Chimanguinho. Espindola e Carmelo Musumeci, il capitano della squadra, sono però in serata di grazia e con una doppietta testa – l’azzurro trova il bis personale con Jefferson portiere di movimento – suggellano la rimonta dei siciliani di Salvo Samperi. Che consolidano il proprio piazzamento playoff.

Dodici gol e pareggio spettacolare al Palabianchini tra Lynx Latina e Arzignano. I biancorossi veneti non riescono a trovare il primo successo con l’argentino Lopez in panchina, ma con l’eterno Amoroso – autore di una doppietta e a segno a dodici secondi dalla sirena – riescono a evitare la sconfitta. Nella squadra di Paniccia, che nel primo tempo aveva perso per espulsione diretta Edu, da segnalare la tripletta di uno scatenato Anas.

Al Palacercola il Napoli, che era chiamato a riscattare la sconfitta del Pala Nino Pizza contro l’Italservice Pesaro, va a sorpresa sotto al cospetto della Lazio. I biancocelesti giocano un primo tempo gagliardo e vanno avanti di due reti grazie a Lupi e Gedson; già nel primo tempo, però, i ragazzi di Marin raddrizzano la situazione con Jelovcic, Cesaroni e Dimas. Nella ripresa segnano ancora Cesaroni e Dimas, prima della doppietta del nazionale romeno Mancha che suggella il risultato sul definitivo 7-2.