#SerieAplanetwin365: vincono anche Maritime, Civitella e AcquaeSapone

09-02-2019
#SerieAplanetwin365: vincono anche Maritime, Civitella e AcquaeSapone

Il turno era stato aperto dai successi del venerdì sera di Feldi Eboli e Italservice Pesaro. A loro si vanno ad aggiungere Maritime, Civitella e AcquaeSapone, rispettivamente vincitrici degli incontri con Lazio, Arzignano e Meta Catania. Lunedì sera il monday night del PalaMalfatti, con il Real Rieti che ospita la Came Dosson, in diretta su Sportitalia.

QUI LA CLASSIFICA AGGIORNATA

ACQUA&SAPONE UNIGROSS-META CATANIA BRICOCITY: 4-2 (2-1 p.t.)

L’Acqua&Sapone sembra poter controllare la partita nel corso del primo tempo, anche in virtù del vantaggio siglato da Cuzzolino al sesto minuto. Pérez però tiene in partita i suoi, in particolare con una grande doppia parata, e a 4′ dall’intervallo Amoedo firma il blitz che vale l’1-1. I campioni d’Italia, però, reagiscono subito, trovando il nuovo vantaggio con una fiondata di Coco. A inizio ripresa, però, l’Acqua&Sapone si complica la vita, facendosi un autogol incredibile, col rilancio di Murilo che sbatte su Ercolessi e si infila alle spalle di Mammarella. La Meta difende l’inaspettato 2-2: all’ottavo è Cuzzolino ad avere sul sinistro la grande chance, ma il tiro si stampa sul palo. Il legno lo colpisce anche Espindola al decimo e la gara resta in equilibrio. E allora gli ospiti iniziano a crederci: Ernani impegna Mammarella e sul tap-in a porta vuota Alex Constantino spara clamorosamente fuori. Ma è quando pensi di poter battere i campioni che paghi: al 13esimo un’altra perla di Coco Wellington, la 14esima in campionato, vale il nuovo sorpasso abruzzese. Nel finale la Meta Catania inserisce il portiere di movimento, ma non va: a un minuto dalla fine Lima sigla il definitivo 4-2, per il dodicesimo successo stagionale della capolista della Serie A.

ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Mammarella, Ercolessi, Murilo, Lukaian, Coco, Liviero, Marrazzo, Fior, Fiuza, Lima, Iervolino, Cuzzolino, Calderolli, Avellino. All. Pérez

META CATANIA BRICOCITY: Pérez, Ernani, Alex, Musumeci, Espindola, Brancato, Messina, Silvestri, Spampinato, Amoedo, Azzoni, Dal Cin. All. Samperi

MARCATORI: 6’01” p.t. Cuzzolino (A), 16’14” Amoedo (M), 18’55” Coco (A), 1’48” s.t. aut. Ercolessi (M), 13′ Coco (A), 18’30” Lima (A)

AMMONITI: Ernani (M), Musumeci (M), Lima (A), Lukaian (A), Murilo (A), Dal Cin (M), Espindola (M), Coco (A)

ARBITRI: Luca Vincenzo Caracozzi (Foggia), Ruggiero Chiariello (Barletta) CRONO: Nicola Acquafredda (Molfetta)

MARITIME AUGUSTA-LAZIO 6-1 (3-1 p.t.)

Primo tempo di marca augustana. I siciliani chiudono i 20′ iniziali avanti 3-1 grazie alla doppietta di Caio. È però la Lazio a sbloccare l’incontro al quarto, con Lupi perfettamente imbeccato sul secondo palo da Bizjak. Passa un minuto e proprio il giappo-brasiliano pareggia l’incontro al termine di un’azione rocambolesca. Al quattordicesimo Selucio spezza nuovamente l’equilibrio, infilando il primo vantaggio del Maritime. La Lazio resta in partita, crea delle buone occasioni da gol, ma a 30” dalla fine capitola al termine di una splendida azione dei padroni di casa, a segno ancora con Caio. Nel secondo tempo è ancora un gol – bellissimo – dell’ex giocatore dello Sporting a chiudere di fatto i conti. Al sesto della ripresa Pica Pau, all’esordio, trova il primo gol con la maglia megarese. Al quattordicesimo Rocha rimedia un rosso diretto e in superiorità numerica Caio cala il poker personale e il definitivo 6-1.

MARITIME AUGUSTA: Bartilotti, Pica Pau, Nora, Pedro Guedes, Batata, Dal Cin, Manservigi, Follador, Celano, Simi, Lucas, Crema, Caio, Selucio. All. Polido

LAZIO: Espindola, Vieira, Gedson, Rocha, Bizjak, Beltrano, Capozzi, Capponi, De Lillo, Lupi, Ottaviani, Afilani. All. Reali

MARCATORI: 4’58” p.t. Lupi (L), 5’31” Caio (M), 13’59” Selucio (M), 19’25” e 3’53” s.t. Caio (M), 5’21” Pica Pau (M), 15’31” Caio (M)

ESPULSI: 13’44” s.t. Rocha (L) espulsione diretta

ARBITRI: Chiara Perona (Biella), Luca Mario Vannucchi (Prato) CRONO: Salvatore Cucuzzella (Ragusa)

 

REAL ARZIGNANO-CIVITELLA COLORMAX SIKKENS: 1-2 (0-0 p.t.)

Partita molto bloccata nel primo tempo, con l’Arzignano che riesce a contenere le avanzate del Civitella. È Pozzi il migliore: il portiere dei veneti compie almeno tre grandi parate, mandando le squadre al riposo sullo 0-0. Nella ripresa, però, il fortino dell’Arzignano cade, per mano di Fabinho. Lo 0-1 regala fiducia al Civitella, che trova subito il raddoppio con Dudù Morgado all’ottavo. Quando sembra tutto essersi incanalato nella direzione della squadra di Palusci, l’Arzignano rimette tutto in discussione segnando con Amoroso su portiere di movimento a 5′ dalla fine. A negare la rimonta biancorossa è un fantastico Mazzochetti, autore di una doppia parata incredibile che regala al Civitella i tre punti.

REAL ARZIGNANO: Pozzi, Tumiatti, Murga, Marcio, Rosa, Linhares, Tres, Amoroso, Salamone, Zarantonello, Motta, Paulinho, Houenou, Marzotto. All. Lopez

CIVITELLA COLORMAX SIKKENS: Mazzocchetti, Pieragostino, Galliani, Romano, Fabinho, Morgado, Horvat, Vitinho, Coco, Di Paolo, Claro, Titon, Misael. All. Palusci

MARCATORI: 6’14” s.t. Fabinho (C), 7’50” Morgado (C), 14’31” Amoroso (A)

AMMONITI: Murga (A), Linhares (A), Horvat (C), Pozzi (A)

ARBITRI: Ciro Oliviero (Pesaro), Vincenzo Brischetto (Acireale) CRONO: Stefano Lavanna (Pesaro)