Live Match

#SerieAplanetwin365, 13ª giornata: il Pesaro supera la Came, bene l’Eboli

11-01-2019
#SerieAplanetwin365, 13ª giornata: il Pesaro supera la Came, bene l’Eboli

Gli anticipi del venerdì riservano grandi emozioni e sorprese. La Feldi Eboli fa il suo e regola con un perentorio 10-0 la Lazio al PalaDirceu, anche grazie ai 5 gol di Jader Fornari. A Pesaro, invece, l’Italservice riesce a superare con grande fatica la Came Dosson: al Pala Nino Pizza è 5-3 per i biancorossi. Infine, sospesa per impraticabilità del PalaCatania Meta-Napoli al 10′ del s.t. sul risultato di 1-2 in favore degli azzurri.

QUI la classifica aggiornata

FELDI EBOLI-LAZIO: 10-0 (3-0 p.t.)

Basile vuole scacciare via la “mini-crisi”. A prendersi la squadra sulle spalle è Jader Fornari che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, supera il rientrante Espindola per il gol che vale l’1-0 al quarto minuto. La Feldi incanala bene l’incontro grazie a Bocao che segna il raddoppio al quattordicesimo e Fornari che trova la doppietta personale per il 3-0 con il quale le squadre vanno all’intervallo. Nella ripresa l’Eboli allunga ancora e dilaga: Fornari ne segna tre solo nel secondo tempo, arrivando così al personale pokerissimo e a lui si aggiungono due gol di Josiko e uno a testa per André e Caponigro per il definitivo e nettissimo 10-0.

FELDI EBOLI: Laion, Romano, Bocao, Josiko, Fornari,Pasculli, Glielmi, Izzo, Tuli, Frosolone, Arrieta, André, Caponigro, Taglianetti. All. Basile
LAZIO: Espindola, Gedson, Rocha, Bizjak, Lupi, Beltrano, Bielousov, Vieira, Capponi, De Lillo, Ottaviani, Afilani. All. Reali
MARCATORI: 3’54” p.t. Fornari (F), 13’39” Bocao (F), 17’21” e 7’57” s.t. Fornari (F), 8’53” Josiko (F), 10’46” André (F), 16’10” Josiko (F), 18’36” e 19’10” Fornari (F), 19’44” Caponigro (F)
AMMONITI: Tuli (F), Rocha (L), Lupi (L), De Lillo (L), Afilani (L), Caponigro (F)
ARBITRI: Vincenzo Sgueglia (Civitavecchia), Salvatore Minichini (Ercolano) CRONO: Fabio Pagliarulo (Napoli)

META CATANIA BRICOCITY-LOLLO CAFFÈ NAPOLI: sospesa al 10′ del s.t. per impraticabilità del campo

Partenza sprint degli azzurri che, in casa di una delle squadre più in forma dell’intero campionato, sblocca subito la partita col gol al primo minuto di Franco Jelovcic. A metà del primo tempo il Napoli trova anche il gol del raddoppio, con una punizione di Duarte che supera Pérez al 10′. Partita bellissima e divertente, con la Meta che riesce ad accorciare le distanze al sedicesimo con Ernani – autore di una grande partita -. Nella ripresa la Meta si getta all’attacco, continuando a creare occasioni, ma il gol non arriva. Arriva invece la pioggia e a causa di un’infiltrazione nel soffitto, il parquet del PalaCatania diventa inagibile e dopo qualche minuto di stop, gli arbitri decidono per la sospensione del match. La palla passa ora alla giustizia sportiva.

META CATANIA BRICOCITY: Pérez, Ernani, Alex, Azzoni, DalCin, Tornatore, Messina, Spampinato, Amoedo, C. Musumeci, Espindola, Silvestri, L. Musumeci, Joao. All. Samperi
LOLLO CAFFÈ NAPOLI: Molitierno, Duarte, Rubio, Jelovcic,Cesaroni, Moccia, De Luca, Bellobuono, Amirante, Orefice, Mancha, Leonese. All. Marin
MARCATORI: 1′ p.t. Jelovcic (N), 10′ Duarte (N), 16′ Ernani (M)
AMMONITI: Mancha (N), De Luca (N), Ernani (M)
ARBITRI: Ferruccio Prisma (Crotone), Francesco Scarpelli (Padova) CRONO: Vincenzo Brischetto (Acireale)

ITALSERVICE PESARO-CAME DOSSON: 5-3 (2-2 p.t.)

La Came comincia nel verso giusto, con Grippi che porta avanti la squadra veneta dopo appena 2 minuti di partita. La reazione dei rossiniani porta la firma di Giuliano Fortini: il classe ’96 batte Pietrangelo per il gol dell’1-1 al nono minuto. Ma la Came ha un De Matos in grande stato di grazia e realizzando il suo decimo gol stagionale riporta avanti i suoi al dodicesimo. Al quindicesimo Salas si presenta dal tiro libero, ma Pietrangelo inchioda a terra la conclusione del paraguaiano. A 90” dall’intervallo, altra libera per il Pesaro, stavolta va Mancuso ma l’esito è lo stesso: Pietrangelo para e si resta 1-2. Al Pesaro è necessario il solito strappo di Borruto, che serve a Taborda la palla da spingere in rete per il 2-2 a 20” dalla sirena con cui si va al riposo. Nel secondo tempo succede di tutto. Bertoni riporta avanti la Came al quinto, ma è sul gol di Borruto al tredicesimo che si scatena un parapiglia. La rete viene segnata dall’argentino con un uomo della Came a terra e sull’esultanza ne nasce un parapiglia da cui i direttori di gara comminano un rosso diretto a testa per Salas e Sviercoski, oltre ai gialli per Honorio e Igor. Dopo qualche minuto di tensione, alla ripartenza Mateus segna il 4-3 che cambia la partita. Rocha risponde col portiere di movimento, ma in ripartenza Tonidandel sigla il definitivo 5-3 a porta vuota. Dopo il ko di Latian torna a vincere a fatica il Pesaro. La Came gioca un ottimo incontro, ma incassa la seconda sconfitta consecutiva.

ITALSERVICE PESARO: Miarelli, Tonidandel, Honorio, Borruto, Taborda, Del Grosso, Guennounna, Caputo, Fortini, Salas, Mateus, Polidori, Mancuso. All. Colini
CAME DOSSON: Pietrangelo,Belsito, DeMatos, Bertoni, Grippi, Fusari, Vieira, Sviercoski, Igor, Ronzani, Morassi, Schiochet, Rosso, Furlanetto. All. Rocha
MARCATORI: 2’02” p.t. Grippi (C), 8’36” Fortini (P), 11’42” De Matos (C), 19’37” Taborda (P), 5’12” s.t. Bertoni (C), 12’28” Borruto (P), 12’46” Mateus (P), 15’16” Tonidandel (P)
AMMONITI: Belsito (C), Vieira (C), Grippi (C), Igor (C), Honorio (P), Pietrangelo (C), Bertoni (C)
ESPULSI: 12’28” s.t. Salas (P) e Sviercoski (C) per rosso diretto
ARBITRI: Alessandro Malfer (Rovereto), Lorenzo Di Guilmi (Vasto) CRONO: Alberto Casadei (Cesena)