#SerieA2Futsal, prima giornata: Asti-Petrarca, sembra di stare in A

05-10-2018
#SerieA2Futsal, prima giornata: Asti-Petrarca, sembra di stare in A

Tre gironi da 12. Trentasei squadre al via: quantità mai vista in #SerieA2Futsal. Anche la qualità, però, non sembra latitare, visti i tanti giocatori provenienti dal gotha del futsal nostrano. Tre gironi da 12. Trentasei squadre al via: chi vince ciascun raggruppamento sale di livello, le altre due promozioni usciranno fuori dal labirinto dei playoff. Lotta serrata sin da subito anche per evitare le sei retrocessioni. Meglio cominciare il campionato con il piede giusto.

GIRONE A – Corsini versus Fabricio Urio: sembra di stare in A, invece è la sfida nella sfida di Città di Asti-Petrarca Padova, senza ombra di dubbio la sfida che catalizza la prima giornata del girone A. Un turno che incuriosisce e appassiona. C’è il derby veneto fra Villorba e Chiuppano, coi trevigiani che tornano in A2 dopo oltre un lustro per affrontare proprio quei berici che gli soffiarono la promozione in A2, poco più di un anno fa, a 9” dal suono della sirena!  A proposito di sfide regionali: in terra sarda si affrontano Ossi e l’ambizioso Sestu. Sfida fra “deb” a Genova, dove una storica CDM (mai una ligure così in alto) riceve il Mantova dell’esperto Milella, già in A2 con il Carmenta. Completano il turno, L84-Bubi Merano e Leonardo-Milano.

GIRONE B – Due sfide laziali caratterizzano la prima giornata del girone B. Mirafin-Lido mette a confronto due bomber entrambi dal passato nella Lazio, nati per segnare: Moreira da una parte, Jorginho dall’altra. Maurizio Venditti ha appena brindato al suo primo successo (in Coppa Italia) sulla panchina della Virtus Aniene 3Z e spera di concedere il bis, sempre contro l’Olimpus Roma. Occhi puntati, naturalmente, sulla Tombesi, una delle possibili candidate alla promozione, dal momento che in panchina c’è un certo Antonio Ricci e in campo uno Zanella dal piede caldissimo: gli abruzzesi esordiscono in casa con un’altra matricola, il Futsal Pistoia di Tiago Daga. Sull’isola, Nino Rinaldi cerca subito il tesoro per il suo Real Cefalù, Roma C5 permettendo. Due toscane in casa: la veterana Atlante Grosseto riceve la new entry Cioli Ariccia Valmontone, il Prato della coppia Bini Conti-Carlesi ospita il Ciampino Anni Nuovi, quest’anno targato Armando Pozzi.

GIRONE C – La prima giornata potrebbe chiarire l’intricato girone C, che si presenta dantesco. Il Sandro Abate di Alessandro Nuccorini ha pescato in A, prendendo gente del calibro di Dian Luka, Felipe Mello e Schininà, ospita il rinnovato Barletta di Vanderlei con il chiaro intento di proseguire la scalata al futsal nazionale. Ma è in un buona, forse ottima, compagnia. Niente male il Futsal Cobà di Sgolastra, Douglas e Lamedica, anche se l’esordio non è dei più semplici, visto che la Salinis è al sesto anno di fila in A2 ed è appena tornata nelle mani di Domenico Lodispoto, deus ex machina dei rosanero. Il Marigliano ha un Mito in panchina, il leggendario spagnolo Javi Rodriguez, e chiede strada alla matricola Torfit Castelfidardo. Sfida tutta pugliese a Cassano delle Murge, dove l’Atletico di Paolo Rotondo riceve il rinnovato Bisceglie. Dulcis in fundo, Signor Prestito-Sammichele: Scarpitti  in roster ha un tre volte campione d’Italia, Miguel Weber, ma il Sammichele “spagnoleggiante” del “figliol prodigo” Guarino è apparso in grande spolvero nelle prime uscite, sia in Coppa Divisione, sia nella corsa alla Final Four di Coppa Italia. Virtus Rutigliano-Real Rogit rinviata al 17 ottobre.

IL QUADRO COMPLETO DEI DIRETTORI DI GARA