#SerieA2Femminile, primo stop Pelletterie. Manfredonia ok

02-12-2018
#SerieA2Femminile, primo stop Pelletterie. Manfredonia ok

Ancora sorprese, ancora risultati inaspettati. Anche la domenica dell’ottava giornata di #SerieA2Femminile regala emozioni e ribaltoni.

A partire dal Girone A, dove dopo una settimana ritorna al primato solitario l’Union Fenice. L’artefice di questa leadership è ancora una volta il… Duomo Chieri. Le piemontesi infatti collezionano il secondo scalpo pregiato. La scorsa settimana proprio con l’Union Fenice, questa volta contro la Noalese sconfitta 3-2, in una partita sempre condotta dalle collinari. Decide Rebecca Chenna, che alza e chiude il sipario segnando l’1-0 iniziale e il 3-2 definitivo. Lo Sportland si riprende il quarto posto superando 4-2 la Torres. Stesso risultato per una Vip Tombolo in netta risalita, contro il Top Five.

Un primo tempo da incubo rischia di costare caro al Pelletterie, che per la prima volta in stagione non vince. Il 4-4 contro il Civitanova ha comunque il sapore dolce della remuntada, dopo un parziale iniziale di 4-0. Due reti a testa per Biagiotti e Maione. Le toscane resistono a +5 dalle Granzette secondo, che supera non senza patemi 6-4 la Decima Sport Camp. Altra vittoria pesante per il Centrostorico Montesilvano: il 4-3 sul Dorica vale il terzo posto in classifica. Domina la Real Colombine, che si impone 7-2 le Real Colombine.

Nel Girone C, in attesa di Vis Fondi-Vittoria, di scena non prima di gennaio, la Virtus Ragusa festeggia il primato grazie alla vittoria ottenuta sabato e maturato anche grazie al turno di riposo della Coppa d’Oro Cerveteri. Tanto gol e spettacolo nelle altre partite: il Real Praeneste supera 5-4 la Virtus Ciampino, mentre con meno apprensione vince il Città di Valmontone, che ne fa nove al Frosinone. La BRC Balduina, ormai quarta forza del campionato se non di più, vince 7-1 contro l’FB5 Team Rome.

Risultati rocamboleschi nel Girone D. il Manfredonia conferma il suo primato rifilandone 7 al Rionero. Lo svantaggio iniziale è solo un’illusione, poi la capolista si scatena con la solita Capalbo (2) e la doppietta di Rubal. Senza appello anche la vittoria della terza forza Fulgor Octajano (13-1 alla Woman) e del Molfetta quarto, 9-2 sul Città di Taranto, in un campionato che inizia a essere spezzato in due.