#SerieA2Femminile: Manfredonia, che colpaccio. V. Ragusa super

11-11-2018
#SerieA2Femminile: Manfredonia, che colpaccio. V. Ragusa super

Come ribaltare un campionato, a lezioni dal Manfredonia. La quinta giornata di #SerieA2Femminile è quella che regala i fuochi d’artificio veri e propri. A partire dal Girone D, dove tra cambi al vertice e rimonte, ci sono quattro squadre racchiuse in un solo punto. Tutto merito della nuova capolista Manfredonia: da 0-2 a 4-2 contro l’ex prima della classe Fulgor Octajano e le solite griffe di Volpicella (due gol), Russo e Capalbo. Altri risultati che colpiscono: prima sconfitta, al termine di una gara rocambolesca, per la Coppa D’Oro, superata sempre 4-2 dalla Virtus Ragusa in una gara combattutissima. A godere, è anche la Vittoria, spettatrice interessata.

Ricapitoliamo, partendo dal Girone A: l’Union Fenice ribadisce la propria leadership vincendo esternamente sul campo della VIP Tombolo. Succede tutto nel primo tempo, quando le ospiti vanno avanti 2-0 prima del 1-2 della VIP firmato Salvador. Un gol che regala però solo l’illusione alle padrone di casa, visto che il risultato non cambia per tutto il secondo tempo. Anche la Noalese continua il suo cammino a punteggio pieno, ma il 5-2 finale sul Top Five non racconta l’equilibrio sostanziale della gara, con le grugliaschesi in grado di riacciuffare le avversarie dallo 0-2 al 2-2, prima di crollare nel finale. Nell’anticipo la Jasnagora aveva superato 4-0 il Duomo Chieri, mentre vince di misura in casa lo Sportland, sulla Città di Thiene. L’Audace Verona, trascinata dalle triplette di Coppola e Abagnale, tritura la Torres ultima.

Nel Girone B continua il dominio assoluto delle Pelletterie: cinque vittorie su cinque, miglior attacco con 29 gol e retroguardia invalicabile con soli quattro gol al passivo. Troppo per la resistenza delle Real Colombine, che cadono 6-1. Alle spalle della capolista, non steccano FiberPasta Chiaravalle e Civitanova che pur con qualche patema hanno la meglio di Centrostorico Montesilvano e Padova. Anche la Dorica soffre, ma porta a caso i tre punti contro Firenze, sopraffatta 5-4. Primi punti d’oro per la Sassoleone, che vince 4-3 contro la Decima Sport Camp. Tutto facile per le Granzette: 5-1 sul Perugia.

La domanda chiave nel Girone C era la seguente: c’era qualcuno in grado di spezzare l’egemonia di Vittoria e Coppa d’Oro Cerveteri? La risposta al campionato la offre la Virtus Ragusa, che in trasferta ottiene tre punti d’oro superando 4-2 la Coppa D’Oro permettendo al Vittoria di issarsi a in testa a dodici punti, a pari punti proprio col Cerveteri ma unica squadra ancora a punteggio pieno avendo già scontato il turno di riposo. Proprio le siciliane superano 5-3 la FB5 Team Rome e continuano nel loro percorso perfetto. Ottimo punto per la Vis Fondi, che frena sul 2-2 la Virtus Ciampino, mentre la BRC Balduina infligge l’ennesima sconfitta alla PMB Roma, unica squadra senza nemmeno un punto.

Abbiamo già detto in apertura della vittoria, nel Girone D, del Manfredonia, bravo a reggere mentalmente al doppio svantaggio contro la Fulgor per poi rimontare nei secondi venti minuti di gioco, fino al 4-2 finale. Tredici i punti della nuova capolista, mentre a dodici inseguono la stessa Fulgor, il Molfetta e il Noci, per un campionato mai così equilibrato. Lo stesso Molfetta deve sudare sette camicie per aver la meglio 2-1 del Conversano, mentre vince più agevolmente il Noci, trascinato dai 2 gol di Gomez nel 5-0 contro la Città di Taranto. Il Dona Five Fasano vince 6-2 sul Nuceria, mentre il Rionero rischia di farsi rimontare ma regge e supera 3-2 la Salernitana. Punteggio vistosissimo per la Sangiovannese, che vince 11-3 contro la Woman.