#SerieA2Femminile: fuga Pelletterie. Cadono U.Fenice e Vittoria

25-11-2018
#SerieA2Femminile: fuga Pelletterie. Cadono U.Fenice e Vittoria

Questa volta gli strattoni non arrivano dalla vetta. Sono anzi le inseguitrici a fare la voce grossa nel settimo turno del campionato di #SerieA2Femminile. Se il Girone B ha un padrone assoluto che risponde al nome di Pelletterie e nel Girone D continua la bagarre al vertice, diversa è la situazione nei Raggruppamenti A e C, dove per la prima volta cadono Union Fenice e Vittoria. Classifiche cortissime ed equilibrio sovrano: è questa la sentenza che emette la domenica di campionato.

La caduta dell’Union Fenice apre nuovi scenari nel Girone A. Tutto merito dell’impresa del Duomo Chieri, che ribalta la partita da 1-2 a 4-2 e riapre così la corsa al primo posto. A quota 15 infatti appaiono l’ex capolista anche la Noalese (4-1 sul fanalino di coda Torres) e l’Audace Verona, che ha bisogno di una tripletta di Coppola per aver la meglio 3-2 della Jasnagora. Lo Sportland quarto non riesce invece ad approfittare del passo falso in vetta e frena: è 1-1 contro il San Pietro. Vince la VIP Tombolo, grazie a Ghigliordini. Sua la doppietta, con il gol finale a 7 secondi dalla sirena che permette alle padrone di casa di superare 3-2 la Città di Thiene.

Imperiale. Questo l’unico termine con cui definire il Pelletterie padrone incontrastato del Girone B. Le toscane annichiliscono 6-1 la FiberPasta Chiaravalle secondo e volano a 21 punti su 21 disponibili: sette in più delle inseguitrici. Dietro, la lotta per il podio si fa rovente. Il Granzette supera 3-1 il Civitanova e raggiunge proprio la Chiaravalle al secondo posto, a quota 14 punti. Vince e convince anche il Centrostorico Montesilvano, che mantiene anche la porta imbattuta nel successo 2-0 contro la Decima Sport Camp. Rischia il Firenze contro il Sassoleone, ma le toscane si impongo comunque nel finale, per 4-3. La Real Colombine fa sua la sfida per evitare l’ultimo posto e aggancia a quota tre punti il Perugia, battuto 3-2. Manita del Padova sul Dorica Torrette: 5-3 il finale.

Niente fuga, il Girone C è di nuovo senza una testa di serie. O meglio, dopo sette giornate sono (almeno) tre le squadre con legittime ambizioni di promozione. La Virtus Ragusa prosegue il suo magic moment e rifila la seconda sconfitta in quattro giorni alla Vittoria. Dopo l’8-2 di Coppa Italia arriva un altro successo, questa volta ben più sudato. Il Ragusa va avanti 2-0, si fa rimontare per poi imporsi alla fine 3-2, appaiando proprio la Vittoria in classifica, a quota quindici. Dello scontro diretto ne approfitta anche la Coppa d’Oro Cerveteri, che in un match sulla carta non semplice asfalta la Virtus Ciampino e raggiunge così le altre due, per comporre il trittico a capo di questo raggruppamento. Colpaccio del Vis Fondi, che in una gara rocambolesca e tiratissima supera 4-3 la Real Praeneste superandola in classifica. Terzo sigillo per l’FB5 Team Rome che ne fa 4 al Frosinone, mentre la PMB Roma resta ultima a zero punti, dopo il 3-6 contro il Città di Valmontone.

Tutto semplice per il Manfredonia, nel Girone D: secco 5-1 rifilato alla Salernitana e leadership intatta. Dietro, roboanti vittorie per il Noci (6-2 in rimonta contro il MachPower Rionero, Quarta ne fa due) e Dona Five Fasano (senza appello l’11-0 rifilato alla Woman ultima con 0 punti e 88 gol subiti). La sfida per il terzo posto lascia l’amaro in bocca al Molfetta, che va avanti 3-0 contro la Fulgor Octajano salvo poi farsi riacciuffare dalla tripletta della solita Rapuano. Macina punti e gol il Conversano quinto, che ne fa 10 alla Sangiovannese. Bene anche il Nuceria: 3-0 al Città di Taranto e sorpasso in classifica.