Serie B, Reggio Emilia in A2. Fuorigrotta ancora no. Colpo grosso Italpol

06-04-2019
Serie B, Reggio Emilia in A2. Fuorigrotta ancora no. Colpo grosso Italpol

Sabato, il dì di festa-promozione dell’OR Reggio Emilia. Buona la terza per i ragazzi di Margini che emulano le gesta di Assoporto Melilli, Magic Crati Bisignano e Buldog Lucrezia, Imolese Kaos e Saints Pagnano, tutte formazioni che il prossimo anno lasceranno la Serie B, per volare in A2.

GIRONE A I Saints Pagnano festeggiano la fresca promozione sul campo della Elledì Carmagnola, violato con un perentorio 7-2. Largo successo anche per quel Real Cornaredo sempre secondo, che cercherà il salto di categoria attraverso i playoff. Post regular season più vicina per il Pavia dopo lo scontro diretto vinto ad Aosta. Anche il Lecco ci spera dopo il 6-0 al Rhibo Fossano. Videoton Crema ok col Savigliano, la Domus Bresso si aggiudica lo scontro salvezza col Bergamo, uscendo dalla zona playout.

GIRONE B Imolese Kaos e Fenice Veneziamestre, una prima e l’altra certa da tempo del secondo posto, non fanno sconti a Maccan Prata e Vicenza. Miti Vicinalis corsaro a Belluno e sempre terzo, le novità più importanti della terzultima giornata di campionato riguardano Pordenone e Sporting Altamarca: Ramarri e trevigiani operano due blitz importanti contro Futsal Cornedo e Atesina, sorpassando quel Città di Mestre sorpreso in casa dal Sedico.

GIRONE C Stavolta al PalaBigi si esulta a braccia elevate al cielo. Al terzo tentativo anche l’aritmetica s’inchina all’OR Reggio Emilia, che batte la Poggibonsese ottenendo l’agognata Serie A2. Il Città di Massa si prepara nel migliore dei modi ai playoff, mostrando i muscoli al Bagnolo, agganciato ora da Sangio (che fa suo lo scontro diretto con il Pro Patria) e Futsal Cesena, fermata sul pari dal Montecalvoli. Pari e patta anche fra Pro Patria San Felice e Mattagnanese, in coda balzo in avanti dell’Athletic Chiavari. Che si aggiudica il festival del gol con l’Elba.

GIRONE D Con i Buldog Lucrezia in A2, a tener banco nel girone D cadetto è l’appassionante lotta per i playoff. In tal senso colpi importantissimi per il Cln Cus Molise (di misura sulla Vis Gubbio) Città di Chieti (dominante sull’Eta Beta) Cus Ancona (che sbanca il PalaCattani, complicando non poco gli ambiziosi piani del Faventia) e quel Chaminade corsaro sul campo dei Buldog, dalla pancia piena. Corinaldo e Futsal Askl danno spettacolo, senza però primeggiare: un punto per uno, praticamente, non fa bene a nessuno.

GIRONE E Lo scontro al vertice dice che l’Italpol vincerà quasi sicuramente il girone E cadetto. La squadra di Ranieri, infatti, sbanca Cagliari nonostante il vantaggio iniziale del Futsal Futbol di Podda, reduce da 10 successi di fila e imbattuto dalla prima giornata di campionato: ora sono 5 i punti di vantaggio a favore dei capitolini quando mancano due turni al termine della regular season. La Fortitudo Pomezia si prepara ai playoff sconfiggendo un San Paolo Cagliar comunque salvo. Tutto invariato nella corsa al quinto posto: l’Atletico New Team batte il Foligno, ma Savio e United Aprilia rimangono rispettivamente a uno e a due punti.

GIRONE F Sembravano scorrere i titoli di coda, invece il girone F deve ancora far vedere il gran finale. Già, il Real San Giuseppe impartisce la prima sconfitta al Futsal Fuorigrotta, portandosi a sole tre lunghezze dalla capolista. La sconfitta interna delle Aquile Molfetta non mette a repentaglio la partecipazione dei ragazzi di Rutigliani ai playoff, ma ora il Laudomini è a sole due lunghezze, senza dimenticare che c’è anche il Manfredonia, ok con l’Apulia Food Canosa e a -3 dal podio. Tutti risultati che non fanno piacere a un Giovinazzo che regola sì il Futsal Parete, rimanendo comunque a cinque punti dal quinto posto. Il pari fra Alma Salerno e Futsal Capurso fa molto più comodo ai pugliesi, ora salvi. Finale da “si salvi chi può”, già Volare Polignano di misura sullo Junior Domitia: giochi completamente aperti, come in capo così in coda.

GIRONE G Il Magic Crati Bisignano non si ferma nemmeno con la A2 in tasca e infligge una sconfitta pesante, non tanto nelle proporzioni quanti più per la classifica, al New Taranto. La lotta per i playoff non riguarda più Bernalda (ok in terra lucana con l’Orsa Aliano), Traforo Spadafora (clean sheet col Guardia Perticara) e Ruvo (pesantemente battuto, comunque, ad Altamura): il quinto posto se lo giocheranno proprio l’Altamura, il Taranto e le due materane, nonostante le rispettive sconfitte a Paola e in casa col redivivo Diaz Bisceglie.

GIRONE H I verdetti più importanti erano già stati emessi, così arrivano risultati sorprendenti nella terzultima giornata del girone H cadetto. L’Assoporto Melilli pareggia in casa con un pirotecnico 6-6 contro l’Arcobaleno Ispica, imitato da un Mabbonath che non va oltre il 2-2 nella trasferta con il pericolante Polisportiva Futura e ora con un solo punto di vantaggio sul Futsal Polistena, corsaro a Mascalucia contro l’Agriplus. Cataforio e Regalbuto a braccetto: chi cala il poker al Real Parco, chi rifila una cinquina al tranquillo Akragas. Il tonfo casalingo del Catania con il Mascalucia rende sempre più problematica la permanenza nel nazionale dei rossazzurri.