Serie B, Pordenone-Bubi e Corinaldo-Mestre: doppio scontro al vertice

14-02-2020
Serie B, Pordenone-Bubi e Corinaldo-Mestre: doppio scontro al vertice

Giornata bellissima fra i cadetti. Un doppio big match infiamma i gironi B e C nel sedicesimo turno di campionato, quinto di ritorno.

GIRONE A Le prime due della classe attese da match alla loro portata: il Cagliari (qualificato per la F8) riceve in casa il tranquillo (ma non troppo) Rhibo, Domus Bresso impegnato con un Athletic Chiavari che ha solo tre punti sulla zona a rischio. Il match più interessante ad Asti, dove Orange e Real Cornaredo si sfidano per il miglior posto disponibile nei playoff; Carmagnola pronto a blindare il post regular season, Videoton Crema permettendo. Completano il turno un importantissimo scontro salvezza: Bergamo-Ossi.

GIRONE B Pordenone-Bubi Merano: lo scontro al vertice è servito. I Ramarri hanno l’opportunità di operare un aggancio insperato qualche settimana fa, i giallorosso possono produrre un allungo, forse decisivo per le sorti del campionato. Atletico Nervesa, Sedico e Cornedo devono mantenere le posizioni che garantiscono i playoff: una è favorita in casa con l’Olympia Rovereto, derby con Canottieri Belluno e Arzignano Team per le altre. Sfida tutta friulana ad alta quota fra Udine City e Maccan, in coda c’è Palmanova-Futsal Atesina.

GIRONE C Altro imperdibile scontro al vertice: per il Corinaldo l’ultima forse occasione per riaprire un campionato che il Campello Motors CdM ha tanta voglia di chiudere dall’alto dei suoi 6 punti che potrebbero diventare nove, con tanto di scontro diretto favorevole in caso di arrivo a pari punti. Turno bellissimo con Faventia-Sporting Altamarca. Chissà che non sia un turno Miti Vicinalis, a patto che batta il Bagnolo. Cesena-Sant’Agata, Eta Beta-Pro Patria e Aposa-Cavezzo nel programma.

GIRONE D Si prevede un tranquillo sabato per le big. Almeno sulla carta. Vis Gubbio, Prato e Cus Ancona attese da incontri con formazioni di bassa classifica, rispettivamente, contro Poggibonsese, Cagliari e un tranquillo ma non troppo Grottaccia. Askl e Sangio hanno un buon margine, ma possono chiudere virtualmente il discorso playoff con Lastrigiana e Mattagnanese. L’Atlante Grosseto prenota i tre punti con il fanalino di coda CTS Grafica.

GIRONE E Sporting Juvenia stra-favorita a Colleferro con la Forte, un po’ come il Monastir Kosmoto (capolista virtuale) atteso nel derby con il pericolante San Paolo Cagliari, così l’impegno più probante ce l’ha il Pomezia, in casa sì ma contro la pericolosa History Roma 3Z. Il Terracina riposa, doppia chance per lo United Aprilia. Che in caso di vittoria staccherebbe il Real, ma soprattutto allungherebbe sul Velletri. Carbognano-Jasna a chiudere.

GIRONE F Bernalda lanciato in campionato, ma la capolista deve archiviare la delusione per la mancata qualificazione in Final Eight, riscattandosi con il Parete. Anche perché un Taranto ancora scottato dall’inatteso stop casalingo con lo Junior Domitia va nella tana dei Leoni… Acerra. Il Sipremix Limatola può mettere in cassaforte il pass per i playoff, non prima di aver superato l’ostacolo Alma Salerno, il Futura non può sbagliare con l’Orsa Viggiano. Completa il turno: Junior Domitia-San Gerardo Potenza.

GIRONE G Fra battistrada e inseguitrice rischia più il cacciatore Giovinazzo, nel pericoloso derby con il Canosa. Capurso sulla carta favorito in casa contro la Polisportiva Torremaggiore. La Chami affronta il Real Dem con il chiaro intento di conquistare il terzo risultato utile di fila, le Aquile Molfetta si riposano dopo la conquista delle Final Eight, così lo Sporting Venafro (anche i molisani sono ancora in corsa per la coccarda tricolore) può operare il sorpasso, se vince a Ostuni. Il Diaz Bisceglie non può sbagliare, nel proprio palazzetto, con il Free Time L’Aquila.

GIRONE H Una sfida tutta calabrese per confermare la manifesta superiorità in campionato e prepararsi al meglio per un ipotetico double: con questi stimoli la lanciata capolista Città di Cosenza affronta la Polisportiva Futura. Gear Sport-Lamezia il match più interessante (in chiave playoff), occasione Bovalino e Nissa: entrambe sull’isola a caccia del tesoretto, rispettivamente, contro Siac Messina e Mascalucia. L’Akragas chiede strada all’Agriplus Mascalucia per allontanarsi dalla pericolosa zona a rischio nazionale.