Serie B, Cagliari e Cosenza colgono l’occasione. Comandano in otto

09-11-2019
Serie B, Cagliari e Cosenza colgono l’occasione. Comandano in otto

Come in A2, ogni girone ha la sua prima della classe. Otto capolista dopo sei giornate del campionato cadetto. FF Cagliari e Città di Cosenza sfruttano l’occasione, Campello Motors Mestre sempre a punteggio pieno proprio come i calabresi e il Bernalda.

GIRONE A Diego Podda da solo (per ora) in vetta al girone A. Il Cagliari coglie al volo l’occasione data dallo stop forzato della Domus Bresso, doma nel finale un coriaceo Lecco con Hurtado, ottenendo la quinta vittoria in sei gare. Clean sheet Real Cornaredo a Bergamo, così i ragazzi di Fracci – gli unici ad esultare in trasferta – salgono al secondo posto. Turno favorevole a Orange Futsal e Carmagnola, in ottica playoff. L’Athletic Chiavari in casa è ancora super e conquista tre punti di platino nello scontro salvezza con l’Ossi San Bartolomeo.

GIRONE B Fra i due litiganti, il terzo gode. Il Maccan Prata pareggia ad Arzignano, va peggio al Futsal Cornedo che inciampa sul campo del Sedico, così il Bubi Merano mostra i muscoli nel derby contro il Futsal Atesina (tripletta di Beregula) e balza in testa al girone B. Trionfa il fattore casalingo con i successi di Pordenone, Atletico Nervesa e Udine City. Nessun blitz nella sesta giornata.

GIRONE C Campello Motors CdM rullo compressore. Doppio Marinio Aalders, Digão, Tiozzo, Crescenzo e un autogol griffano quella bella sestina dei lagunari sul campo dell’Eta Beta, nell’unico successo in trasferta della giornata. Ma il Corinaldo si riscatta regolando il Miti Vicinalis e resta a -3 dalla vetta. Vince il Futsal Cesena che vola sul podio, non il Faventia fermato sul pari in casa dalla Pro Patria San Felice. Il Sant’Agata batte e aggancia il Cavezzo. In Bagnolo-Aposa l’unico pari di giornata.

GIRONE D  Scatta la trappola: Mattagnanese sconfitta in terra marchigiana dal Futsal Askl e addirittura terza, con tre squadre sopra e una al fianco, il Cus Ancona. Trascinato da super Berti, autore di una splendida quaterna, il Prato soffre ma si aggiudica il derby con la Lastrigiana e ora guarda tutti dall’altro, con un punto di vantaggio sulla coppia Futsal Askl e quella Sangio abile a superare in casa il Cagli. In trasferta passa solo l’Atlante Grosseto, nella sfida tutta toscana con la Poggibonsese. Grottaccia di misura.

GIRONE E E’ durata soltanto una settimana la coppia al vertice Sporting Juvenia-Monastir Kosmoto. Non certo per colpa dei capitolini di Bagalà. Che tornano al successo contro il Carbognano, ma un po’ a sorpresa a causa del primo stop dopo 4 successi di fila dei sardi, caduti a Pomezia con un’ottima Fortitudo, ora seconda a tre punti dalla capolista, insieme proprio al Monastir e alla History Roma 3Z, corsara a Colleferro. Blitz anche per United Aprilia a Cagliari con il San Paolo e per il Real Terracina nel derby di Velletri.

GIRONE F Sei su sei. Il Bernalda sa soltanto vincere: Muró, Gallitelli, Bocca e Boschiggia raddoppiano nel successo da doppia cifra dei ragazzi di Volpini contro il Real Team Matera. Taranto unica formazione a vincere in trasferta (anche se la Sipremix Limatola resta in partita fino al suono della sirena) e sempre secondo a tre lunghezze dalla battistrada lucana, podio completato coi Leoni Acerra, ok contro il San Gerardo Potenza. In casa esultano anche uno Junior Domitia da clean sheet e l’Orsa Viggiano.

GIRONE G Il big match della sesta giornata appannaggio del Chaminade Campobasso. Pescolla spiana la strada, un grande primo tempo fa la differenza contro il Giovinazzo di Magalhaes, così la squadra di Tavone resiste in testa, con una lunghezza di vantaggio con il Playled Canosa che si aggiudica il festival del gol con le Aquile Molfetta, ora quarto in quanto superato da un Futsal Capurso dalle settebellezze con il Real Dem. La Polisportiva Torremaggiore è l’unica a imporsi in trasferta, sbanca Bisceglie e conquista il primo successo in campionato. Bene anche l’Olympique Ostuni.

GIRONE H Campello e Bernalda, la terza capolista a punteggio pieno è il Città di Cosenza. Doppio Salerno e Marchio sbancano Messina, così i Lupi si portano a +3 sul Gear Sport, che doppia l’Agriplus Mascalucia e aggancia l’Ecosistem Lamezia, ferma per un turno di stop. Il Bovalino sconfigge l’Akragas e lo stacca in classifica, salendo al quarto posto. Mascalucia a segno nella sfida siciliana con l’Arcobaleno Ispica, il Nissa completa la settimana nella quale ha eliminato il Melilli dalla Coppa della Divisione, passando in terra calabrese con la Polisportiva Futura.