Serie A2: L84 stop. Olimpus al top. Clean sheet Manfredonia. Fuga Napoli

19-12-2020
Serie A2: L84 stop. Olimpus al top. Clean sheet Manfredonia. Fuga Napoli

Vincono soltanto due capolista su quattro nella decima giornata di Serie A2. Ma se la sconfitta casalinga della L84, seppur pesante, non cambia la classifica del girone A, l’inaspettato rallentamento del Ciampino Anni Nuovi provoca il sorpasso dell’Olimpus Roma nel girone B. Manfredonia e FF Napoli consolidano, invece, i rispettivi primati.

L’E’ UN GRAN MILANO a Brandizzo. Gargantini, Peverini e doppio Casagrande stendono la L84 già nel primo tempo: la capolista del girone A prova a tirarsi su nella ripresa con Iovino, ma ancora Peverini griffa il successo della squadra di Sau. Il Villorba non ne approfitta e cade a Merate – nel clou coi Saints Pagnano – sotto i colpi di Mejuto, così al secondo posto sale il Città di Massa: Pichi serve il bis nel 5-2 all’Arzignano. Primo acuto di un’Aosta che lascia l’ultimo posto al Prato. Ancora un pari per Città di Mestre e Atletico Nervesa, rispettivamente nel derby con la Fenice e col Bubi. Il girone B ha una nuova capolista: un Ciampino dai due volti (bello nel primo tempo, brutto nella ripresa) rimonta ma pareggia a sorpresa con la Roma, mentre l’Olimpus corre sul tandem Lolo Suazo-Achilli per imporsi 5-2 sul Monastir Kosmoto e operare il sorpasso in classifica. Bene in casa Leonardo (ora a pari punti col Ciampino) e Active, un Italpol in difficoltà viene battuto da un Sestu al primo blitz stagionale.

CLEAN SHEET e largo successo, così il Manfredonia supera a pieni voti l’esame Buldog Lucrezia, ricominciando a correre nel girone C grazie a un tris di Sampaio, uno Scigliano che non la smette di segnare, i sigilli di Miyazaki e Pineiro. Derby pugliese al Giovinazzo con un Lucao decisivo nel 3-2 ai danni dell’Atletico Cassano. Bella vittoria della Vis Gubbio: Di Fonzo ne fa quattro al Futsal Pistoia di Lami. Turno totalmente favorevole al Napoli nel girone D: Regalbuto e Melilli non rispondono al successo dei flegrei di Basile nell’anticipo, cadono entrambe in terra calabrese: una col Cosenza, l’altra col Bovalino. E’ fuga per Fortino e compagnia.