Serie A2, la Campania suona ancora: trionfo Sandro Abate in Final Four

16-03-2019
Serie A2, la Campania suona ancora: trionfo Sandro Abate in Final Four

La March Madness 2019 nel segno della Campania. Una settimana fa il successo del Real San Giuseppe nella Final Eight cadetta di Campobasso. Da Napoli ad Avellino, il passo è breve. Il Sandro Abate di Alessandro Nuccorini trionfa nella ventesima edizione della Coppa Italia di Serie A2, che da due anni di fila si assegna con la formula della Final Four. Al PalaSanQuirico non c’è scampo per i padroni di casa del Città di Asti, battuti 9-2: sotto gli occhi del presidente della Divisione, Andrea Montemurro, e del nuovo commissario tecnico dell’Italfutsal, Alessio Musti, Fantecele e soci danno letteralmente spettacolo in finale.

GLI INIZI Nuccorini è senza Felipe Mello e Schininà (entrambi squalificati), ma recupera Massimo Abate e Lolo Suazo, che fanno parte dello starting five avellinese, con Tondi (in porta), Fantecele e Victor Mello. Lotta privo di Fiscante. Il primo sussulto della gara è proprio di Lolo Suazo, destro alto di poco. La finale del PalaSanQuirico si apre con il marchio di fabbrica di Robocop Fortino, che trafigge Tondi con una sassata dalla distanza dopo poco più di tre minuti. Il gol, però, sveglia il Sandro Abate e soprattutto un Fantecele mostruoso, di gran lunga il migliore in campo. Tropiano gli nega il pari a più riprese, ma nulla può davanti a uno spaziale uno-due con Lolo Suazo: l’assist dello spagnolo è un cioccolatino che Fantecele scarta a due passi dalla linea di porta. Il Città di Asti accusa il colpo, comincia ad accumulare falli e a 5’38” ha già esaurito il bonus. Le devastanti discese di Fantecele sconquassano la difesa piemontese. Al resto ci pensa una sciocchezza di Rudy Mendes, che manda al tiro libero, sul finale di frazione, Victor Mello: l’ex Luparense non se lo fa dire due volte e porta i suoi avanti 2-1 all’intervallo.

SENZA STORIA Chi si immagina una ripresa equilibrata, non ha capito lo stato di grazia di un Fantecele che continua a macinare chilometri, a superare gli ostacoli, a segnare il 3-1 che di fatto chiude i conti in apertura di frazione. Il roster piemontese crolla sotto i colpi di Bebetinho: l’ex campione d’Italia ai tempi della Marca fornisce l’assist per il 4-1 di Dian Luka, poi si mette in proprio calando il pokerissimo. Lotta ai affida al 5vs4, ma la conseguenza è soltanto la sesta rete irpina, griffata da Lolo Suazo. Neanche l’espulsione di Victor Mello per doppia ammonizione cambia le carte in tavola. C’è gioia per Tondi, segnano De Crescenzo, Fazio e Dian Luka: finisce in goleada. La Campania suona un’altra volta.

 

FINAL FOUR COPPA ITALIA SERIE A2
PALA SAN QUIRICO – ASTI

SEMIFINALI – 15/03
1) FUTSAL COBÀ-SANDRO ABATE 7-8 d.t.r.
2) CITTÀ DI ASTI-TODIS LIDO DI OSTIA 5-3

FINALE – 16/03
SANDRO ABATE-CITTÀ DI ASTI 9-2


CLASSIFICA MARCATORI

3 RETI: Bebetinho (Sandro Abate), Dian Luka (Sandro Abate), Victor Mello (Sandro Abate)

2 RETI: Basso (Futsal Cobà), Fantecele (Sandro Abate), Fortino (Città di Asti), Itria (Città di Asti), Sgolastra (Futsal Cobà)

1 RETE: De Crescenzo (Sandro Abate), Fazio (Città di Asti), Gattarelli (Todis Lido di Ostia), Jorginho (Todis Lido di Ostia), Lamedica (Futsal Cobà), Ongari (Città di Asti), Schacker (Todis Lido di Ostia), Siviero (Città di Asti), Suazo (Sandro Abate), Tondi (Sandro Abate)

ALBO D’ORO
1999-2000 Cotrade Torino, 2000-2001 Bergamo, 2001-2002 Perugia, 2002-2003 Terni, 2003-2004 Giemme Reggio Emilia, 2004-2005 Leghe Leggere Napoli, 2005-2006 Cesena, 2006-2007 Napoli Barrese, 2007-2008 Maran Spoleto, 2008-2009 Torrino S.Club, 2009-2010 Gruppo Fassina, 2010-2011 Casinò di Venezia, 2011-2012 Cogianco Genzano, 2012-2013 Napoli Futsal S.Maria, 2013-2014 Fuente Lucera, 2014-2015 Italservice Pesarofano, 2015-2016 Came Dosson, 2016-17 Italservice Pesaro, 2017-2018 Maritime Augusta, 2018-19 Sandro Abate