Serie A2, Final Eight: quarti, tutte le dichiarazioni dei protagonisti

Serie A2, Final Eight: quarti, tutte le dichiarazioni dei protagonisti

Al PalaSavelli di Porto San Giorgio la prima giornata della Final Eight di Serie A2 ha portato in semi Futsal Cobà, Napoli, Olimpus Roma Gruppo LF e Futsal Polistena. Di seguito tutte le dichiarazioni dei protagonisti:

FUTSAL COBÀ-LEONARDO 6-3 (2-0 p.t.)
Felipe Manfroi (giocatore Futsal Cobà): “Abbiamo approcciato bene all’incontro, tenendo sempre il pallino del gioco e la testa sulla partita. Siamo un po’ acciaccati, ma siamo in semifinale e dobbiamo andare a mille. La mia tripletta? Sono un giocatore che vuole sempre vincere, le partite secche mi piacciono tanto”.

Tony Petruso (allenatore Leonardo): “Per noi essere qui è un onore e una grande soddisfazione. Partiti per salvarci, abbiamo centrato la qualificazione in Coppa Italia. Il rammarico è quello di essere stati vicini a riprenderli, senza riuscirci, ma soprattutto non essere venuti qui al completo. Magari il Cobà avrebbe vinto comunque perché ha più qualità, ma noi veniamo da un mese di inattività e francamente se passavamo noi, non so con chi saremo scesi in campo”.

Fabio Perdighe (capitano Leonardo): “Complimenti al Futsal Cobà per il passaggio del turno. Io ho emozioni contrastanti, orgoglioso di essere in Final Eight, il giusto premio per tutti noi e una spinta per i  nostri ragazzi. Dispiaciuto, naturalmente, per il risultato ma abbiamo dato tutto. La mia doppietta? Sono tutti quei gol che non ho fatto in campionato.

NAPOLI-CUS MOLISE 6-1 (4-1 p.t.)
Piero Basile (allenatore Napoli): “La squadra ha subito reagito dopo lo svantaggio iniziale e creato tantissimo. Siamo venuti qui per vincere, poi se qualcuno ci batterà gli stringeremo la mano. I cinque cartellini gialli? Credo che siano stati esagerati, ma non sono preoccupato per la semifinale con il Futsal Cobà, sono straconvinto che sarà una partita sul piano tattico completamente differente”.

Adriano Foglia (giocatore Napoli): “Ho perso 13-14 chili in un mese e mezzo, ma non sono ancora al top. E’ un percorso durissimo ma sono un uomo felice e un appassionato di questo sport. La passione mi fa superare tutti i problemi. La società mi ha messo tutto a disposizione e voglio ripagarla. Adoro le Final Eight”.

Marco Sanginario (allenatore Cus Molise): “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, la forza del Napoli è nota. Loro hanno fatto un’ottima partita, noi un po’ ingenui. Ma questo gruppo è sempre lo stesso da un po’ di anni. Se mi avessero detto qualche anno fa di ospitare la Final Eight di Serie B, salire in A2 e qualificarci sia per la Coppa Italia sia per i playoff, ci avrei messo la firma. Questa società sta facendo un percorso di crescita importante, sono certo che il futuro è roseo. Barichello? Sicuramente un giocatore di Serie A, ma ha un accordo pluriennale con noi e su di lui vogliamo costruire qualcosa di importante, per questo siamo intenzionati a tenerlo”.

OLIMPUS ROMA GRUPPO LF-ATLETICO NERVESA 8-2 (4-2 p.t.)
Daniele D’Orto (allenatore Olimpus Roma Gruppo LF): “Non siamo partiti bene, troppo contratti, ma abbiamo tanti giocatori di esperienza, capaci di ribaltare le partite. E così è stato, siamo tornati ad essere un martello pneumatico. Amo la Coppa Italia e questa manifestazione dove stiamo tutti insieme”.

Jorginho (giocatore Olimpus Roma Gruppo LF): “L’analisi della vittoria contro l’Atletico Nervesa non può essere che positiva, è vero che siamo andati sotto ma abbiamo creato tanto, disputando una buona partita. Ora dobbiamo migliorare minimizzando gli errori commessi: è tutta una questione di testa e di concentrazione. Napoli? Prima c’è la semifinale, pensiamo gara per gara”.

Franco Brusaferri (allenatore Atletico Nervesa): “Siamo durati un tempo contro una squadra di valore, ma alla lunga è uscita la qualità dei nostri avversari. I ragazzi hanno dato tutto, ma prima della partita gli avevo detto che a prescindere dal risultato volevo tornare a casa con un sorriso: un plauso all’Olimpus Roma Gruppo LF e ai miei. La Final Eight? Un ricordo che porterò con me per tutta la vita”.

L84-FUTSAL POLISTENA 1-2 (1-2 p.t.)
Michele Barbieri (allenatore L84): “Tanta delusione per come è finita la gara, ma anche la consapevolezza di aver centrato un obiettivo della Final Eight, per noi importante. Siamo giovani, serve tutto per fare esperienza”.

Rodrigo De Lima (player-manager L84): “I dettagli hanno fatto la differenza. Abbiamo preso un gol a freddo, ma mi è piaciuta la reazione dei ragazzi. L’intervento in area nel finale? L’avevo saltato, per me era rigore, per questo mi sono arrabbiato tanto. Ma sbagliano tutti”.

Pino Molluso (allenatore del Futsal Polistena): “E’ stata una gara equilibrata, noi siamo stati bravi e fortunati. Siamo molto soddisfatti per questo risultato, comunque andrà con l’Olimpus, sarà un bel sabato sera. La semi? Loro favoriti, noi non abbiamo nulla perdere e ce la giochiamo”.

Antonino Martino (portiere del Futsal Polistena): “Innanzitutto complimenti alla L84. E’ stata una partita bellissima, equilibrata, decisa dai dettagli. Io mi sono divertito tanto. La parata più bella? Quella che ho spizzato sul palo”.