Serie A2 femminile, cinquina Città di Capena. Dona Fasano di misura

Serie A2 femminile, cinquina Città di Capena. Dona Fasano di misura

Le tante partite rinviate, quasi tutte per l’emergenza sanitaria che sta colpendo l’Italia, non intaccano la spettacolarità dei quattro gironi di A2, che regalano tanti gol ed equilibrio (più del previsto) nella sedicesima giornata di campionato.

GIRONE A Nei soli due incontri disputati, la Union Fenice passa sull’isola, batte la Med Cagliari e allunga sulla zona playout, pari e patta invece fra Firenze e Trilacum: un punto per uno che non fa bene a nessuno.

GIRONE B Distacchi invariati lassù. Il Città di Capena non si ferma mai, vince anche senza Neka (5-1 al Dorica Torrette) e mantiene il +3 (con una partita in meno) sulla Virtus Romagna, corsara a Foligno sull’Atletico. Bene anche il FiberPasta Chiaravalle, da clean sheet in quel di Perugia.

GIRONE C Aspettando la capolista Coppa d’Oro, la Vis Fondi supera agevolmente la BRC portandosi a due lunghezza dalla testa della classifica. Tutto facile per la Virtus Ciampino con il PMB, molto più complicata la vittoria esterna di una Woman Napoli costretta a ribaltare un’ottima Best: da 1-2 a 4-2. Il Castellammare regola la Real Praeneste e aggancia il Best Sport al quinto posto. Tre punti di platino per il Frosinone, corsaro sul campo della FB5 Team Rome.

GIRONE D Quelle due lassù continuano a vincere, ma quanta fatica per Fasano e Molfetta. La capolista a punteggio pieno va sempre sotto con una grande Venus Lauria, che s’inchina solo a Moreira e, soprattutto, alla match winner Fontela. Soffre tantissimo anche il Molfetta, sotto 5-3 prima del ribaltone che porta anche le pugliesi a imporsi di misura. Cade il Lamezia in casa del Progetto Sarno, Irpinia più vicino ai playoff con il tris alla Woman Grottaglie, Futsal Nuceria verso la salvezza con il 4-2 inflitto all’Atletic Club Taranto.