Serie A Femminile, Final Eight al Falconara: le voci dei protagonisti

Serie A Femminile, Final Eight al Falconara: le voci dei protagonisti

Le Marche esultano due volte. Dopo l’Italservice Pesaro, è il turno del Città di Falconara alzare per la prima volta la Coppa Italia di Serie A Femminile: battuta in finale 5-1 la Lazio di Daniele Chilelli.

Massimiliano Neri (allenatore Città di Falconara): “Taty non è nuova a prestazioni del genere, per lei è una abitudine. Per il Città di Falconara, invece, era il primo grande appuntamento, e noi non lo abbiamo fallito. La chiave della finale? Evitare la pressione della Lazio ed aprire come si suol dire la scatola. Una volta andati sopra, abbiamo mantenuto la lucidità giusta per non far rientrare la Lazio in partita. Tutta la squadra ha disputato una prova egregia”.

Sofia Luciani (capitano Città di Falconara): “Il primo trofeo del Città di Falconara è una emozione bellissima, da capitano ancora di più. Un successo ricercato e strameritato, costruito di anno in anno. Gruppo fantastico, un onore alzare questa coppa”.

Daniele Chilelli (allenatore Lazio): “Continua la maledizione della Coppa Italia (terza finale persa in cinque anni, ndr), c’è qualcosa che non va. Forse sentiamo troppo la pressione, forse esagero io. Il Città di Falconara è la squadra più forte, mi sarebbe piaciuto giocare la finale con tre partite per entrambe. Il rammarico è che la partita è girata a causa di due nostre situazioni che non possiamo regalare”.