Sei reti all’Aosta: goleada e secondo posto solitario

Sei reti all’Aosta: goleada e secondo posto solitario
Concentrazione massima sull’unico obiettivo puntato: battere l’Aosta e continuare a correre verso il primo posto. Operazione riuscita in casa Arzignano con un secco 6 a 1 agli ultimi della classe per un bottino pieno di tre punti che spinge i biancorossi solitari in seconda posizione sempre staccati di due lunghezze dai primatisti del PesaroFano. Classifica molto corta quella di testa con sette squadre racchiuse in soli cinque punti, vinci una partita e voli, ne perdi una e sprofondi fuori dai primi quattro posti che mandano alla prossima final eight di Coppa Italia. Campionato più che mai incerto che sabato prossimo mette sul piatto di Marcio e soci il difficile esame di Orte contro una B&A Sport che vorrà rifarsi della sconfitta di misura contro la capolista.
La cronaca del match
Pratica chiusa praticamente nel primo tempo coi biancorossi che segnano quattro gol nei primi otto minuti e poi contengono con una difesa attenta e un Urbani sempre insuperabili il vantaggio fino all’intervallo. Amoroso in avvio scalda subito i guantoni del portiere ospite senza però sortire effetti positivi, va meglio al 3′ quando il rasoterra del nove biancorosso si infila tra le gambe di Luberto e il parquet del PalaTezze prima di entrare in rete. Al 5′ tutti in piedi al PalaTezze per il secondo sigillo di un eterno capitan Marcio che di giustezza chiude nel migliore dei modi un’azione veloce dell’Arzignano con Amoroso che invita al perno Javaloy che di prima intenzione gira verso il capitano che non sbaglia. Nemmeno un minuto e arriva il tris sul tabellone con Manzalli che mette scompiglio nella difesa valdostana e con un passaggio tiro beffa anche Luberto che leggermente devia dentro la sua porta. All’8′ gara in discesa col primo gol casalingo di Santana che dopo due centri in trasferta festeggia anche col suo nuovo pubblico, gol e corsa dal figlio Felipe a mostrargli la maglietta col severo arbitro della zona panchine che lo ammonisce e si becca i fischi di un palazzetto pro famiglia. Coi tre punti al sicuro l’Arzignano allenta i ritmi per non farsi male, arriva un giallo inspiegabile ad Amoroso per un fallo normale e poi ci pensa Urbani a dire di no e ad alzare il muro davanti la sua porta, anche con un Aosta votato all’attacco con Iurmanò negli ultimi minuti dentro come portiere di movimento.
Nella ripresa gli ospiti continuano a premere senza però trovare la via del gol, merito anche di un Amoroso encomiabile che si getta in scivolata sulla riga per dire no ad un gol fatto di Birochi. Urbani fa il suo e strappa applausi per un paio di voli da spiderman e dall’altra parte Amoroso fa tripletta e mette in ghiaccio un secondo tempo non così brilante a livello di emozioni. Il 5 a 0 arriva su assist preciso di Yabre che fa spallate per dare una palla perfetta al bomber. Il 6 a 0 arriva invece all’11’ con una puntata di Amoroso che si infila tra Luberto e il primo palo. Nel finale ancora Urbani perfetto che nulla può a poco meno di due minuti dalla fine quando Birochi chiude la sua ottima gara, unico a salvarsi col sei per gli ospiti, col gol della bandiera valdostana.
ARZIGNANO-AOSTA 6-1
ARZIGNANO: Marzotto, Canto, Houenou, Negro, Marcio, Rosa, Manzalli, Santana, Amoroso, Javaloy, Yabre, Urbani. All. Stefani
AOSTA:Gheorghita, Di Maio, Estedadishad, Sztraka, Calli, Rosa, Iurmanò, Sanchez, Veronesi, Luberto, Birochi. All. Rosa
ARBITRI: Palombi di Avezzano e Lontani di Ravenna.
RETI: pt 2’56” Amoroso (AR), 4’50” Marcio (AR), 5’40” Manzalli (AR), 8’05” Santana (AR). St 8’09” e 10’57” Amoroso (AR), 18’39” Birochi (AO).
NOTE: ammoniti Santana e Amoroso (AR), Rosa ed Estedadishad (AO). Nessun tiro libero. Spettatori 150 circa.
Ufficio Stampa Arzignano C5