Sant’Isidoro volitivo ma impotente: il Cefalù è troppo forte e vince 6-0

Sant’Isidoro volitivo ma impotente: il Cefalù è troppo forte e vince 6-0

Troppo Real Cefalù nel derby di sabato per il Sant’Isidoro che ha perso 0-6 rimandando alla prossima giornata la vittoria che manca dal 2016. Una giornata nera sotto i punti di vista, non solo per il risultato, ma anche perché il Sant’Isidoro per la prossima giornata dovrà fare a meno di Leto e Cascino che verranno fermati dal giudice sportivo e altra nota negativa è la vittoria del Bernalda in casa del Cittanova complicando sempre di più la classifica dei biancorossi.

Il primo tempo parte molto bene per i ragazzi di mister Tarantino che reggono il passo dei leoni e nei primi minuti prima Leto e poi più volte Cascino sfiorano il possibile vantaggio, ma dopo 15 minuti e il Real Cefalù a gonfiare la rete con Vagner Toigo a segno per lo 0-1. Il Sant’Isidoro prova  a reagire, ma bravi gli avversari a difendersi con ordine. Nella ripresa il registro della partita cambia con il Real Cefalù a gestire meglio la palla, la squadra di Tarantino non è più brillante e lucida come nel primo tempo. Dopo 5 minuti Paulinho Garibaldi trafigge per ben due volte Lo Piparo ed è 0-3. Due gol come un pugno nello stomaco per il Sant’Isidoro che incassa anche lo 0-4 con Reinoldi. A questo punto per i ragazzi di Tarantino ci vorrebbe un miracolo che però non arriva perché il Real Cefalù vuole chiudere subito la pratica derby, bravo Lo Piparo a mettersi in evidenza più volte, ma Paulinho Garibaldi riesce a calare il tris e subito dopo Menini mette il punto esclamativo sulla gara, il finale è Sant’Isidoro – Real Cefalù 0-6.

In zona mix si presenta mister Tarantino deluso per la gara, ma voglioso di uscire da questa crisi “Non c’è molto da dire, credo che sia facilmente leggibile questa partita. Abbiamo fatto un primo tempo straordinario al cospetto di una squadra fortissima che nonostante avesse qualche giocatore assente, come noi che eravamo in emergenza, ha dimostrato un valore tecnico e un’organizzazione di gioco importantissima. Noi abbiamo fatto un primo tempo da Serie A2 senza ombra di dubbio, nonostante in campo ci fossero dei ragazzi giovanissimi e qualcuno era alla seconda presenza in Serie B tra cui Andrea Bruno, ma sono stati all’altezza della situazione. Abbiamo avuti occasioni importanti sia per passare in vantaggio e sia per pareggiare purtroppo non le abbiamo sfruttate ed è stato bravo anche il portiere Bastini. Nel secondo tempo quando sprechi tante energie mentali e non sei abituato a tenere un livello altissimo a certi ritmi è normale avere certi cali, non siamo calati però fisicamente perché abbiamo fatto ruotare un buon numero di giocatori per cercare di sopperire al gap atletico che ovviamente c’è visto che loro si allenano quasi ogni giorno con doppie sedute. Il nostro problema è stato un fatto attenzionale, non siamo riusciti a mantenere il livello di concentrazione per il resto della partita, abbiamo provato anche con il portiere di movimento, ma loro sono stati cinici e spietati. Ora dobbiamo andare a Paola con un’altra emergenza perché faremo a meno di Leto e Cascino che sono due giocatori per me di importanza cruciale però dobbiamo riprendere dal primo tempo con il Real Cefalù. Sapevamo dell’inizio di girone di ritorno terribile affrontando le quattro delle prime cinque del girone, adesso vedremo con le squadre vicino a noi se saremo all’altezza di guadagnarci quello che ci aspetta, ma noi ci meritiamo un posto migliore”

Ringraziamo mister Tarantino per la sua disponibilità. Come anticipato la nostra classifica si è complicata maggiormente con la sconfitta con il Real Cefalù e la vittoria esterna del Bernalda in casa del Cittanova, la squadra fra tanti infortuni e emergenze varie comunque non vuole smettere di lottare e a Paola potrebbe cominciare un nuovo campionato per il Sant’Isidoro, rientrerà Mirko Giordano, ma mister Tarantino in settimana dovrà lavorare tanto per non far rimpiangere l’assenza di Cascino forse l’utilizzo degli Under 21 potrebbe aiutarlo a risolvere il problema

Manuel Busetta – Area Comunicazione ASD Sant’Isidoro