Sant’Isidoro, non c’è tempo per riflettere: sabato c’è l’Assoporto Melilli

Sant’Isidoro, non c’è tempo per riflettere: sabato c’è l’Assoporto Melilli

Il Sant’Isidoro ancora non riesce a credere alla grande rimonta di sabato compiuta al Paladonbosco contro il Regalbuto, ma è tempo di pensare alla prossima partita di campionato che vedrà i biancorossi impegnati in trasferta contro l’Assaporto Melilli, squadra che  sta sorprendendo tutti perché si trova al quarto posto della classifica con 7 vittorie, 2 pareggi e 6 sconfitte. L’Assaporto viene da un’importante successo ottenuto in casa del Corigliano e qualche settimana, nonostante la sconfitta, ha fatto sudare il Maritime perdendo ben 11-8. Questa squadra è allenata da un ottimo allenatore che nella Sicilia orientale ha avuto grandi successi con l’Acireale Calcio a 5 e ha portato proprio l’Assaporto Melilli a una storica promozione in Serie B, si tratta di Nuccio Ranno che abbiamo avuto l’onore di scambiare due chiacchiere alla vigilia di questa sfida tra Sant’Isidoro e Assaporto Melilli “Stiamo preparando la partita con la massima attenzione e il massimo impegno visto il valore dell’avversario” esordisce così il tecnico bianco verde “apprezzo il Sant’Isidoro per le qualità tecniche e tattiche e al quale la classifica attuale non rende il dovuto tributo. Ha un forte carattere come ha fatto vedere la scorsa settimana con il Regalbuto”. Nonostante la tranquilla posizione di classifica mister Rando non si fida e cerca ancora punti per centrare una salvezza tranquilla “Quest’anno il campionato mi sembra di ottimo livello e molte squadre la cui classifica non sorride si sono rinforzate nel mercato di riparazione e pertanto ritengo che dobbiamo ancora faticare per raggiungere la migliore classifica che possa metterci al riparo da sorprese”. L’allenatore del Melilli si può considerare anche un ottimo talent scout per avere scoperto giovani interessanti come Rizzo e Benventre, ma ne ha scoperti tanti altri “Avere contribuito a formare e far crescere nella disciplina ragazzi eccezionali quali Bonventre, Rizzo, Cutrali, Failla, Stenco, Tarantola, Gianino, insieme ad altri validissimi giovani locali, mi riempie di gioia e di orgoglio. Il ritorno di alcuni di loro dopo le esperienze nel massimo campionato nazionale raddoppia la mia soddisfazione perché oltre alle loro qualità accresciute  nelle loro esperienze consolidate in giro per l’Italia che mettono a disposizione della prima squadra, sono  di esempio per i nostri piccoli calcettisti che stanno crescendo velocemente anche con i loro consigli.” Al Paladonbosco nella gara di andata finì 2-2 e l’allenatore Nuccio Ranno si ricorda molto bene di quella sfida “E’ stata una bellissima partita giocata a viso aperto da due squadre che prediligono il bel gioco. Il Sant’Isidoro si salva? Ci sono ancora parecchi punti in palio e la squadra è allenata dall’ottimo tecnico Sandro Tarantino. Ci sono tutte le componenti per raggiungere l’obiettivo”.

Ringraziamo mister Nuccio Rando per averci concesso questa intervista. Per il Sant’Isidoro non sarà una trasferta semplice vista la qualità e il talento degli avversari, ma ottenere qualche punticino al Palamelilli potrebbe essere importante. Mister Tarantino dovrebbe avere tutti a disposizione eccezion fatta per Puleo (stagione finita) e sembra sulla via del recupero Filippo Piazza, ma il Sant’Isidoro ha ben 5 diffidati in rosa tra cui Lo Piparo, Giordano, Leto, Cascino e Federico e bisogna fare molta attenzione perché tra una settimana i biancorossi avranno l’attesissimo derby con il Real Cefalù.

Manuel Busetta – Area Comunicazione Asd Sant’Isidoro